Scoppia il caso: è la più green del mondo, ma non è elettrica, abbiamo sbagliato tutto?

Esiste un’automobile a zero emissioni dotata di un motore unico al mondo: si tratta di un veicolo green non elettrico.

Il cambiamento climatico sta senza dubbio influenzando le scelte di milioni di persone, in particolar modo nel settore della mobilità. Le maggiori case automobilistiche stanno perciò puntando sui veicoli a zero emissioni, soprattutto per mitigare gli effetti dei gas serra. L’obiettivo principale dei paesi più industrializzati è ovviamente quello di avviare una graduale transizione energetica, affinché il mondo diventi meno dipendente dai combustibili fossili.

Automobile ecologica problema
L’automobile più ecologica del mondo non è elettrica: non del tutto (Canva) – Fuoristrada.it

Per questo motivo, la maggior parte dei marchi automobilistici ha deciso di sviluppare una serie di vetture dotate di motore elettrico. E non solo: alcuni brillanti ingegneri stanno addirittura progettando dei motori green fuori dal comune. Uno su tutti per esempio si distingue dalla massa di motori elettrici molto simili tra loro per un portentoso sistema ingegneristico. Di seguito, le caratteristiche di questo progetto.

Il veicolo green non elettrico

La casa automobilistica Toyota ha recentemente presentato il suo ultimo gioiello: la nuova Toyota Prius Hybrid. Si tratta del restyling di uno dei modelli più iconici del marchio giapponese, la cui prima serie è entrata in produzione nel 1997. Uno dei punti di forza della nuova versione Prius Hybrid è indubbiamente la propulsione, poiché nasconde tantissime novità. In modo particolare, uno studio condotto dall’ACEEE o American Council for an Energy-Efficient Economy  ha dimostrato che l’attuale motore più green del mondo è quello installato sulla Toyota Prius Plug-In Hybrid.

Il sorprendente risultato è giunto dopo aver studiato attentamente l’impatto ecologico di 1.200 veicoli, in particolare le emissioni di anidride carbonica rilasciate nell’ambiente.

arriva l'auto più green del mondo
Toyota Prius Hybrid (foto YouTube) – fuoristrada.it

I ricercatori hanno quindi analizzato una quantità di dati elevatissima, che comprende anche gli agenti inquinanti emessi durante la produzione delle automobili. Ogni modello studiato ha ottenuto un punteggio che va da 0 a 100: il valore 100 indica naturalmente una vettura estremamente ecologica e green. La nuova versione della Prius ha quindi raccolto il punteggio più alto in assoluto, soprattutto nella sua variante americana Prime SE, che è sostanzialmente l’equivalente dell’europea Plug-In Hybrid. Ciò che sorprende maggiormente è il fatto che nella classifica per emissioni, con i suoi 71 punti sia riuscita a battere addirittura molte auto elettriche.

Per la precisione, il nuovo gioiello della Toyota si è piazzato davanti alla Lexus RZ 300e e alla famosa Mini Cooper completamente elettrica. Quali sono allora le caratteristiche più importanti della Prius Hybrid? Innanzitutto, si tratta di un’automobile caratterizzata da una piccola batteria, la quale raggiunge i 13,6 kWh lordi. Quest’ultima permette quindi alla berlina giapponese di ottenere un consumo di soli 16,2 kWh ogni 100 chilometri, che equivalgono a 64 chilometri di autonomia. Questo sorprendente risultato potrebbe quindi rivoluzionare la mobilità del futuro: tantissime case automobilistiche ritorneranno sicuramente a puntare sulle auto ibride.

Impostazioni privacy