BMW tiene duro: cambia tutto ma non il dettaglio che gli appassionati amano

Nonostante ormai tutti siano restii a utilizzarlo, BMW continua a difendere la vecchia guardia: cambia tutto, ma questo no

Il futuro delle auto è sempre più elettrico e anche BMW si avvicina a una svolta epocale, anche in base alle dichiarazioni del direttore finanziario Walter Mertl. Le auto con il tradizionale motore a combustione, infatti, hanno raggiunto il loro picco nelle vendite a Monaco, certo. Ma in base alle direttive europee anche il futuro della casa automobilistica bavarese sarà incentrato sull’elettrico, pronto a guidare la crescita finanziaria dell’azienda.

Logo di BMW
Anche la casa tedesca cambia regime, ma BMW non abbandonerà le tradizioni (Ansa) – Fuoristrada.it

Secondo Mertl, pian piano le vendite delle auto che montano motori a benzina e diesel si ridurranno, soprattutto in vista della scadenza cruciale del 2035, quando BMW – e non solo – smetterà di vendere motori a combustione. Sarà probabilmente quello il passaggio più importante verso la mobilità elettrica. Questo, di norma, significa anche passaggio al cambio automatico ed è un altro dei motivi per cui molti appassionati non hanno scelto le vetture con motore elettrico. Ma c’è una buona notizia: il cambio manuale, abbinato ai motori termici, non sarà abbandonato così presto da BMW.

Nonostante il passaggio graduale all’elettrico sia cominciato, almeno per un po’, BMW continuerà a offrire modelli con tre pedali, soprattutto nella gamma delle sportive M, come M2, M3 ed M4. Nonostante la trasmissione manuale sia già rimasta solo il 15-20% delle immatricolazioni, l’azienda ha deciso di non abbandonare i tanti amanti del cambio manuale e del piacere di guida sportivo.

Cambiamento sì, ma BMW non abbandona la tradizione

Giustamente, in BMW hanno pensato che il cambiamento debba essere graduale e soprattutto che al momento sia ancora troppo presto per lasciarsi totalmente il passato alle spalle. Ecco perché, inoltre, la casa non ha intenzione di abbandonare lo sviluppo dei motori termici. Nel 2023, BMW ha raggiunto “solo” il 15% delle immatricolazioni di auto elettriche, che è comunque in linea con l’obiettivo di vendere almeno 3 milioni di modelli a batteria entro il 2030.

BMW manterrà il cambio manuale
BMW passa alle auto elettriche, ma con calma – (Foto ANSA) – fuoristrada.it

In casa BMW la produzione delle sportive elettriche, come la i4 M50, va a gonfie vele. Questa è stata il modello “M” più venduto al mondo per il secondo anno consecutivo, indicando un cambiamento nei gusti dei clienti. La svolta più significativa è comunque prevista per il 2026, quando verranno resi disponibili più modelli 100% elettrici, che saranno basati sulla piattaforma Neue Klasse.

L’auto farà il proprio debutto nel 2024 con la versione presentata al Salone di Monaco nel 2023. Grazie alla nuova meccanica, Mertl prevede che, nel 2026, i profitti delle vetture 100% elettriche di BMW saranno molto vicini a quelli delle auto con motori termici, segnando un ulteriore passo verso il futuro totalmente elettrico, anche per il marchio tedesco. Per il futuro prossimo invece, gli appassionati possono dormire sonni tranquilli: nessuno li priverà delle caratteristiche che rendono il marchio ciò che è da anni.

Impostazioni privacy