F1, il record Ferrari che nessuno riesce a battere: resiste da quasi 20 anni

La F1 è ricca di record straordinari, ma a quanto pare ce n’è uno che non si riesce a battere in alcun modo da anni.

Anche la stagione 2023 ha avuto modo di incornare il proprio re e ora è diventato matematico il trionfo di quel fenomeno assoluto di Max Verstappen. L’olandese incarna perfettamente lo stile e la classe che solo le più grandi leggende hanno avuto nella storia, con il terzo titolo che quasi sicuramente non sarà l’ultimo.

F1, il record che nessuno può battere
F1, record (Ansa – Fuoristrada)

Sono tantissimi i record che ha ottenuto il figlio d’arte di Jos in questi anni, con la sua Red Bull che in pista vola e certi risultati riescono a essere ottenuti solo dal talento eccezionale e cristallino del pilota olandese. Questo Mondiale lo ha portato a diventare il pilota più vincente della storia consecutivamente, visto che lo ha fatto per dieci gare di fila, inoltre è pronto a migliorare il record di 15 vittorie in una singola stagione, ottenuta nel 2022 dallo stesso Verstappen.

Indubbiamente il talento di Super Max è tale da renderlo già in questo momento, quando la sua carriera è ben lontana dal terminare, uno dei più grandi piloti che si siano mai visti in un circuito. Il decimo sigillo consecutivo, quello che gli ha dato modo di superare l’ex Red Bull Sebastian Vettel che si era fermato a nove nel 2013, lo ha ottenuto a Monza, un circuito leggendario nella storia della F1.

Il tracciato brianzolo è considerato da tutti come il centro nevralgico della velocità su auto, ma non tutti sanno che nemmeno un fenomeno come Max Verstappen ha saputo battere un record che ormai dura da vent’anni. Alla fine a Monza comanda la Ferrari e anche un record poco noto è in mano al Cavallino Rampante.

Barrichello e il record a Monza: nessuno come lui

Tra le più grandi automobili che siano mai state realizzate per poter padroneggiare in un circuito di F1, non si può di certo non citare la meravigliosa e incantevole Ferrari F2004. Quell’anno la Rossa dominò in lungo e in largo, con Michael Schumacher che ebbe modo di conquistare il settimo titolo mondiale della carriera.

Rubens Barrichello, il record a Monza
Rubens Barrichello (Ansa – Fuoristrada)

Al secondo posto in classifica generale ci finì il compagno di squadra, il brasiliano Rubens Barrichello che provò per qualche gara a lottare con il Kaiser, ma non ci fu nulla da fare per lui. Il sudamericano era però un pilota che possedeva un grande talento, tanto è vero che nel 2004 ebbe modo di stabilire un record che ancora oggi nessuno ha mai battuto.

Fu lui a stabilire il 12 settembre 2004 il primato storico per quanto riguarda la velocità sul giro secco a Monza, con un memorabile 1’21″046. Da allora nessuno ha mai saputo replicare quel tempo, con Rubinho che dunque ha battuto anche Michael Schumacher nella gara più attesa da tutti gli italiani. Quel grande risultato fu il record in gara e lo ottenne in occasione del giro 41, mentre per quanto riguarda il giro assoluto più veloce dobbiamo arrivare a Lewis Hamilton, con la Pole Position nel 2020 che arrivò con un pazzesco 1’18″887.

Impostazioni privacy