Caro carburanti, tutto stravolto in Italia: la decisione definitiva del Governo

Il tema del caro carburanti continua a tenere banco in Italia, con prezzi che hanno raggiunto limiti inimmaginabili. Il Governo potrebbe intervenire con provvedimenti importanti

Il costo della benzina e del diesel è fuori controllo ormai da due anni, ma nelle ultime settimane è tornato a toccare picchi che non si vedevano da tempo. Con la concomitanza delle partenze per le vacanze, la spesa per un’automobilista medio è diventata insostenibile.

Prezzo benzina interventi governo rincari
Prezzi alle stelle per benzina e diesel (Ansa) – Fuoristrada.it

La situazione relativa ai carburanti in Italia è assolutamente fuori controllo. Passi l’aumento del prezzo delle materie prime, il rincaro estivo, i picchi di agosto e tutta la questione geopolitica internazionale, ma non può essere accettabile ritrovarsi a pagare un litro di benzina al self service oltre i 2 euro. Si è tornati in queste settimane agli incredibili sbalzi di inizio 2022, quando la guerra in Ucraina aveva resto tutto più complicato.

Il problema è che, nonostante il fenomeno sia diffuso in tutta Europa, e anche in parte del resto del mondo occidentale, in Italia si paga ovviamente lo scotto più alto. Colpa delle accise, delle tasse governative e anche di alcuni protagonista della filiera dei carburanti.

Dopo un’estate così è lecito attendersi un intervento massiccio da parte del Governo il prima possibile. A settembre si inizierà a pensare a Palazzo Chigi a quella che dovrà essere la nuova manovra finanziaria, con tutti gli aspetti importanti da trattare in materia. Uno di questi non può non riguardare il caro benzina, un tema caro sia al Premier Giorgia Meloni che al ministro Salvini.

Caro benzina, arriva l’intervento del Governo: cosa cambierà con la prossima manovra

La cosa sicura è che almeno per ora non ci sarà nessun intervento d’urgenza, come quello stanziato da Mario Draghi lo scorso anno. La situazione adesso si è stabilizzata (sempre oltre i limiti) e per il momento può restare così. Secondo quanto riportato da Il Messaggero, però Meloni e Salvini stanno già pensando ai prossimi provvedimenti per la manovra finanziaria. Ma cosa cambierà nello specifico al distributore?

Prezzo Benzina decisione Governo rincari
Prezzo Benzina, il Governo verso una decisione (Ansa) – Fuoristrada.it

La soluzione più logica e scontata è il taglio di una parte delle accise, magari utilizzando l’extra-gettito Iva incassato dallo Stato durante quest’ultimo periodo. Una cifra di circa 2 miliardi di euro che aiuterebbe a tenere sotto controllo i costi dei carburanti. Ovviamente non ci si potrà aspettare però un abbassamento di 25 centesimi come avvenuto con la manovra straordinaria di Draghi, ma solo di pochi decimali.

Per ora sembra invece smentito il bonus benzina stanziato dal Governo per le famiglie con il reddito più basso. Insomma un intervento si ma che non dovrebbe rivoluzionare di tanto la situazione, al massimo donare una boccata d’ossigeno alla tasche disastrate degli italiani.