Salvini vara il pugno duro: sospensione immediata della patente per chi lo fa, cambia la legge

Subire la sospensione della patente non può che essere un problema per molti. Il Ministro Salvini è però pronto a usare le maniere forti con chi si comporta male.

Essere ligi e attenti quando si è al volante non può che essere fondamentale, non solo per evitare di prendere multe, ma anche per non causare pericoli a se stessi e agli altri automobilisti. Anzi, c’è chi è convinto che la prudenza non sia mai troppa, soprattutto perché può bastare una piccola disattenzione per andare incontro a un incidente dalle conseguenze anche piuttosto gravi.

Matteo Salvini sicurezza animali
La nuova proposta di Matteo Salvini è destinata a fare discutere – Foto | ANSA – Fuoristrada.it

E’ proprio per questo che il Codice della Strada sta per subire l’ennesima modifica, in modo tale da intervenire in alcune situazioni che si sono rivelate rischiose e rendere quindi tutti più coscienziosi, Le nuove norme dovrebbero entrare in vigore in via definitiva dall’autunno, ma il Ministro dei Trasporti Matteo Salvini sembra essere intenzionato a punire anche un comportamento che è ancora oggi troppo diffuso.

Salvini non ammette mezze misure

Tutelare la sicurezza di chi circola sulle nostre strade, non solo chi è alla guida di un veicolo a motore, è da sempre il principio numero uno che regola le misure presenti nel Codice della Strada. Ed è questa la motivazione principale che spinge a mettere in atto le modifiche, come ha deciso di fare il Ministro dei Trasporti Matteo Salvini, che ha voluto colpire due comportamenti che sono stati spesso causa di incidenti, la guida in stato di ebbrezza e l’utilizzo dei monopattini.

Almeno per ora, in attesa che il provvedimento entri in vigore, con ogni probabilità a partire dall’autunno, saranno ancora valide le norme vecchie, ma è bene che gli utenti siano a conoscenza delle novità per non farsi trovare impreparati.

Nell’attesa, il leader della Lega ha avanzato un’ulteriore proposta che porterà gli irregolari a subire la sospensione della patente, la misura peggiore per chi ha la necessità di avere a disposizione l’auto per andare ogni giorno al lavoro. Il suo intento è quello di punire chi si macchia di un’azione che è purtroppo ancora oggi diffusa, ma spregevole: l’abbandono di animali. Ancora troppo spesso, soprattutto poco prima delle vacanze, c’è chi preferisce lasciare i propri amici a quattro zampe sulla strada, con tutti i rischi che questo può comportare, pur di fare qualche giorno in villeggiatura.

matteo salvini sicurezza animali
Ancora troppi cani vengono abbandonati in strada – Foto | Fuoristrada.it

Si va verso la tolleranza zero

Salvini non ha mai nascosto il suo amore per gli animali ed è per questo che non è più disposto a tollerare chi li considera quasi come dei giocattoli. In tanti, infatti, decidono di regalarli ai figli, ma dopo un po’ di tempo finiscono per stancarsi e ritenere troppo pesante la loro gestione per abbandonarli. Alcuni li lasciano in canile/gattile, dove vengono curati da volontari competenti ma dove spesso soffrono per la mancanza della loro famiglia, altri addirittura in strada.

Troppo spesso si sono registrati incidenti a causa di un cane o un gatto abbandonato che finiva per attraversare la strada all’ultimo. Ed è per questo che il Ministro vuole togliere a chi lo fa un bene che risulta prezioso perché per alcuni necessario: la patente.

“Stiamo valutando e proporremo modifiche per inasprire le sanzioni nei confronti di chi abbandona animali domestici su strada – ha detto in occasione del Question Time alla Camera -. Queste idee potrebbero essere inserite nel ddl sulla Sicurezza stradale che arriverà in discussione in Parlamento. I responsabili potrebbero subire la revoca o la sospensione della patente. Si tratta di un comportamento grave perchè rischia di mettere anche a repentaglio l’incolumità di coloro che viaggiano, oltre a essere un segno di assoluta inciviltà”.

Impostazioni privacy