Ayrton Senna, rivelazione da pelle d’oca: “È la prima volta dopo 30 anni”

Ayrton Senna è la storia della F1, ed ora un giovane campione è stato accostato alla leggenda brasiliana. Le parole sono da brividi.

Dalla scomparsa di Ayrton Senna sono trascorsi quasi trent’anni, e questo anniversario verrà celebrato il primo maggio del 2024. A molti sembra ieri, ad altri pare essere passata una vita. Il tre volte campione del mondo brasiliano ha fatto la storia della F1, con delle imprese leggendarie scritte in un’epoca che poteva essere considerata ancora eroica di questo sport.

Senna paragone verstappen
Senna nel box della McLaren (ANSA) – Fuoristrada.it

Uno dei ricordi più belli che abbiamo, che fanno capire quanto la F1 fosse uno sport ancora più estremo e pericoloso rispetto ad oggi, è il successo che ottenne nel 1991 al Gran Premio del Brasile, sulla pista di casa di Interlagos. A causa di un problema con la leva del cambio, dovette gestirlo forzandolo con la propria mano destra, arrivando trionfante sotto il traguardo stremato per il dolore e le fatica.

Senna è stato un’emblema pazzesco di questo sport, ed avrebbe potuto vincere ancor di più se quel terribile incidente di Imola non ce lo avesse strappato a 34 anni. Tuttavia, fenomeni come lui non si dimenticano mai, ed il suo nome è tornato in auge di recente grazie all’impresa di un altro pilota, che lo ha raggiunto in termini di vittorie assolute.

Senna, le parole dell’amico sono da brividi

Al Gran Premio del Canada di circa un mese fa, Max Verstappen ha ottenuto la vittoria numero 41 in carriera, raggiungendo la leggenda di Ayrton Senna. In seguito, si è poi imposto anche in Austria ed in Gran Bretagna, superando il mito brasiliano e diventando il quinto di sempre in solitaria. A fine stagione andrà a raggiungerlo anche a quota 3 titoli mondiali vinti, visto che ormai si attende solamente la conferma matematica visto il grande vantaggio che ha accumulato in questa prima parte di stagione.

Max Verstappen paragone senna
Max Verstappen in azione a Silverstone (ANSA) – Fuoristrada.it

Paragonare un pilota ad Ayrton è sempre difficile visto ciò che questo campione, sia di sport che di vita, ha rappresentato. Tuttavia, non ci sono dubbi sul fatto che Max stia riscrivendo la storia della F1, con un lavoro meticoloso e perfetto, che lo sta portando verso la conquista di altri mondiali. Uno dei più grandi amici del campione brasiliano in F1 è stato Gerhard Berger, e proprio lui ha parlato di questo paragone.

L’austriaco è stato compagno di squadra di Ayrton dal 1990 al 1992, ai tempi della McLaren-Honda, ed ha vinto un totale di ben 10 gare in carriera, pur senza mai riuscire a lottare per un titolo mondiale. Intervistato da “OE24“, Berger ha parlato del raffronto che è stato fatto tra Verstappen ed il suo grande amico, aprendo al confronto tra i due sul fronte sportivo.

Ecco le sue parole: “Verstappen è il primo che dopo 30 anni viene messo sul gradino più alto assieme a Senna. Entrambi hanno molti punti in comune, anche se Ayrton aveva anche quel fascino speciale che poi non ho rivisto in nessun’altro. Tuttavia, il modo sportivo con cui Max si presenta lo potrebbe mettere sullo stesso piano di Ayrton“.

Impostazioni privacy