Lewis Hamilton, spunta un retroscena choc: la verità arriva dalla Red Bull

A distanza di molto tempo spunta un retroscena choc sulla carriera di Lewis Hamilton: la Red Bull gli ha cambiato tutto il futuro

La vita è fatta di sliding doors continue e il mondo dello sport non fa eccezione. Lo sa bene anche Lewis Hamilton che si è trovato di fronte, nella sua carriera e nel suo privato, a dover prendere decisioni importanti. Ma ora spunta un retroscena choc che spiega come tutto avrebbe potuto essere diverso nella carriera del campione britannico.

Lewis Hamilton, clamoroso retroscena
Lewis Hamilton, ecco come è arrivato alla Mercedes (LaPresse) – Fuoristrada.it

Hamilton nelle sue prime sei stagioni in McLaren era riuscito solo una volta a vincere il titolo mondiali Piloti, nel 2008 in volata su Felipe Massa e la Ferrari. Il suo potenziale però era nettamente superiore ai quei numeri, come abbiamo scoperto nel decennio successivo quando ha fatto piazza pulita di vittoria parziali e di Mondiali.

Lui aveva capito che era arrivato il momento di cambiare. A 27 anni però doveva compiere la scelta giusta e puntare su un team che gli permettesse di vincere. Così il 28 settembre 2012 fu annunciato il suo passaggio alla Mercedes, giusto una settimana prima che Michael Schumacher desse l’addio definitivo alla Formula 1.

Da lì in poi è nati un rapporto formidabile con Toto Wolff, un duo che a molti ha ricordato la coppia formata da Schumi e Jean Todt negli anni magici della Ferrai. E sono arrivati trionfi in serie, interrotti soltanto da Nico Rosberg, anche se ha fatto comunque festa il marchio tedesco, e da Max Verstappen nelle ultime due stagioni. Eppure questa meravigliosa storia ha rischiato di non cominciare nemmeno, se non fosse che c’è stato un suggeritore occulto capace di cambiare il corso della storia.

Lewis Hamilton, spunta un retroscena choc: la colpa è tutta di Helmut Marko, uomo Red Bull

Il retroscena è clamoroso, al pari del nome del “colpevole” che ora è uscito allo scoperto. Perché nessuno avrebbe mai immaginato il ruolo avuto da Helmut Marko nell’ingaggio di Hamilton alla Mercedes. Ma cosa c’entra lo storico consulente della Red Bull con questa storia? Presto detto, perché l’ha spiegato lui nelle ultime ore con una intervista al quotidiano tedesco Bild.

Nel 2012 Mercedes aveva il problema di trovate un sostituto di peso per Schumacher che stava lasciando e lo aveva già fatto sapere alla Scuderia. Così il suo amico Niki Lauda, austriaco come lui, gli chiese un consiglio. E lui lo informò che Lewis stava per lasciare la McLaren e sarebbe stato libero sul mercato.

Helmut Marko 22 dicembre 2022 fuoristrada.it
Helmut Marko (Fuoristrada.it)

In realtà non voleva fare un favore a nessuno. Semplicemente non credeva che la vettura anglo-tedesca, reduce da tre annate non brillanti, potesse diventare invece così dominante. “All’epoca pensavamo che Lewis sarebbe stato meno pericoloso per noi alla Mercedes che alla McLaren, il team per cui correva in quel momento”.

In effetti anche il padre di Lewis non lo pensava e gli aveva pure consigliato di restare ancora per un po’ con la sua vecchia squadra. Alla fine però Lauda seppe toccare i tasti giusti per convincerlo a cambiare e da lì in poi è cambiato tutto.

Ora Hamilton è pronto per cambiare di nuovo? L’unico dato certo è che il suo contratto almeno per ora scadrà alla fine del 2023 anche se lui da tempo dice di vole rinnovare. Poi c’è sempre la suggestione Ferrari, che però non ha Lauda e non ha Marko a consigliare.