RC auto, tutto sulla polizza eventi atmosferici: come funziona

Sottoscrivere l’RC auto è obbligatorio per legge, oltre che per essere tutelati qualora si fosse coinvolti in un incidente. Molti decidono di sottoscrivere la clausola per gli eventi atmosferici, che può rivelarsi spesso provvidenziale.

Pensare che l’RC Auto sia l’ennesima spesa che si vuole far fare agli automobilisti sarebbe un errore. Questa è infatti certamente obbligatoria per legge, ma serve innanzitutto per fare in modo che possano sentirsi tutelati in caso di incidente. Anche nel caso si dovesse essere responsabili di un sinistro, infatti, sarà la compagnia assicurativa a prendersi carico di ogni aspetto e a risarcire il danneggiato. Si arriverà così solo a un lieve incremento del premio da pagare ogni anno.

RC auto chiamata
Automobilista chiama assicurazione dopo incidente – Foto | Fuoristrada.it

Questa può inoltre essere personalizzata sulla base delle abitudini di ognuno. Chi, ad esempio, usa la vettura solo in un determinato periodo dell’anno o poco frequentemente può pensare a una polizza temporanea o che prevede un tetto di chilometri, che ovviamente non devono essere superati. L’importo da pagare sarà così minore.

L’RC Auto può essere personalizzata

Non è solo la durata l’aspetto che può essere personalizzato in merito all’RC Auto. Tutti devono sottoscrivere la polizza base, che dà la garanzia che la compagnia rimborsare i danni causati dal veicolo assicurato a fronte del pagamento di un premio annuale, entro un massimale stabilito da contratto.

Con il termine di “danni a terzi” sono compresi quelli riportati da oggetti, animali o persone, compresi i passeggeri di tutti i veicoli coinvolti, eccetto il guidatore.  Se si vuole avere la sicurezza anche di quest’ultimo ambito è disponibile una clausola accessoria ad hoc, che prende il nome di “polizza infortuni conducente”.

A quella obbligatoria possono essere aggiunte quelle che vengono definite “garanzie accessorie“, coperture opzionali che portano a un aumento del prezzo da versare, ma che assicurano di avere un risarcimento nel caso in cui si verificassero determinati episodi. Spetta all’intestatario decidere quali inserire sulla base delle situazioni che ritiene possano verificarsi maggiormente.

Attenzione al maltempo

Tra le garanzie accessorie che sono spesso scelte dagli automobilisti per la propria RC Auto c’è certamente l’assicurazione “eventi atmosferici”, che può rivelarsi fondamentale per evitare di ritrovarsi a dover spendere cifre decisamente elevae in caso di danni da maltempo. Si tratta di una situazione più frequente di quanto si possa pensare, visto che può bastare un temporale particolarmente violento, specialmente se sfocia in grandinata, per ritrovarsi con la carrozzeria ammaccata.

La compagnia assicurativa si impegna infatti a risarcire il cliente in caso di danni provocati da frane, trombe d’aria, mareggiate, smottamenti del terreno, grandinate e inondazioni.

auto danni grandine
Auto danneggiata dalla grandine – Foto | Fuoristrada.it

L’indennizzo, però, è bene precisarlo, viene concesso solo in determinate condizioni. E’ necessario infatti che l’evento atmosferico sia eccezionale e riscontrato da più utenti, Questa è infatti la conferma che il problema non si verifica in modo continuo.

L’entità dei danni subiti dal veicolo viene stabilita da un perito, che ha il compito di effettuare un sopralluogo per vedere da vicino la vettura. Sono coperti sia la distruzione totale a seguito della calamità naturale sia eventuali parti ammaccate.

Al pari di ogni altra clausola, anche in questo caso vengono stabiliti in sede di stipula del contratto un massimale, ovvero la cifra massima che l’utente può ricevere come risarcimento, e una franchigia, eovvero l’importo minimo entro cui non sarà possibile ottenere il rimborso. Se si dovesse riscontrare che i problemi causati al veicolo siano di responsabilità dell’assicurato, non è previsto l’intervento della compagnia. Questo non avviene nemmeno se l’evento atmosferico è giudicato di tipo ordinario, come è il caso di una precipitazione che ha provocato danni.

 

Impostazioni privacy