Leclerc, la decisione sul futuro è arrivata: “Dovrò farlo”

 Il monegasco Charles Leclerc non usa mezzi termini per esprimere il suo parere riguardo un tema molto importante

I tifosi della Ferrari non vedono l’ora di vederlo alle prese con l’inizio della nuova stagione. Charles Leclerc proverà ad utilizzare al meglio il potenziale della SF-23 per combattere ad armi pari con Max Verstappen e la sua Red Bull.

Charles Leclerc
Charles Leclerc – Fuoristrada.it

La stagione di Formula 1 è finalmente ai nastri di partenza. Dopo i tre giorni di test andati in scena in Bahrain la scorsa settimana, ora non resta che attendere poche ore per vedere i piloti fare sul serio, sempre sul tracciato di Sakhir. Tra i più attesi c’è ovviamente anche Charles Leclerc, che con la sua Ferrari proverà ad impensierire la Red Bull di Max Verstappen.

I dati raccolti durante le prove sul tracciato del Golfo hanno dato esito contrastante per la SF-23. Di certo c’è stato un miglioramento per quanto concerne la velocità di punta sui rettilinei, uno dei punti deboli del passato campionato. Certo ancora manca parecchio, rispetto alla concorrenza, per quanto concerne l’usura degli pneumatici. La nuova vettura di Maranello, almeno su questo aspetto, non sembra aver compiuto i passi in avanti sperati.

Chi dovrà metterci del suo per ricucire il gap con la RB19, apparso già piuttosto evidente, è Charles Leclerc.

Leclerc, il successo nel 2023 passa anche da un suo miglioramento: “Dovrò commettere meno errori”

Il pilota monegasco si appresta a vivere la quinta stagione da pilota della Rossa. Arrivato a Maranello nel 2019, ha vissuto le prime due stagioni al fianco di Sebastian Vettel, mentre il 2023 sarà il suo terzo campionato con Carlos Sainz. Parlando al podcast Beyond The Grid, il #16 ha analizzato diversi aspetti prima del via ufficiale della F1.

Leclerc e Zhou
Leclerc e Zhou – Fuoristrada.it

Per affrontare e battere Verstappen la Ferrari deve migliorare tanti aspetti e sta lavorando proprio per questo.

La F1-75 è stata un bel passo avanti, ma non sufficiente per vincere il titolo e dunque siamo stati molto critici con noi stessi nelle analisi di fine anno – spiega Charles -. Lo scorso campionato, dopo la buona partenza, è subentrata una combinazione di cose. L’affidabilità, alcuni errori strategici e poi a Paul Ricard ho fatto un errore che ci è costato 25 punti”.

“Questo ci ha fatto perdere un po’ la via, e nella seconda parte non eravamo competitivi quanto la Red Bull e quanto accaduto abbiamo provato ad analizzarlo. Ho fiducia che non avremo problemi di affidabilità ed io stesso dovrò fare dei passi avanti, spingendo al limite ma facendo meno errori”.

Leclerc analizza cosa non è andato nel 2022: tutti i problemi dello scorso anno

Parlando proprio dello scorso anno, Leclerc ha delle spiegazioni precise per quanto accaduto.

“A fine 2022 la gestione degli pneumatici ci ha penalizzato perché eravamo costretti a spingere di più per raggiungere Red Bull. Cercando di rimanere con loro distruggevamo le gomme e avevamo tanto degrado. All’inizio dell’anno eravamo più competitivi e dunque avevamo più margine, un aspetto che ci aiutava molto nel preservare gli pneumatici.

Ferrari SF-23 Bahrain test
Ferrari SF-23 Bahrain test – Fuoristrada.it

“L’aumento del degrado gomma credo sia strettamente collegato alla mancanza di prestazioni che abbiamo avuto a fine stagione”. 

Per quanto riguarda l’avvio del 2022, l’analisi del pilota del Principato è molto lucida: “A inizio anno avevamo una vettura competitiva e non credo che questo possa essere una scusa per gli errori fatti in quel periodo. Ma è giusto dire che non è così per la seconda metà di anno, dove appunto il degrado gomme è stato dato dalla mancanza di prestazione”.