Valentino Rossi e il tradimento alla Yamaha: l’annuncio stupisce i tifosi

Valentino Rossi, il mito italiano del motociclismo che ancora oggi è amatissimo in tutto il mondo. Ma in pochi conoscono questo retroscena.

Valentino Rossi. Un idolo, un campione, un’icona del motorsport e del motociclismo in generale. Il pilota italiano nato a Tavullia e ormai ritirato dal motomondiale, ha strettamente legato la sua carriera ai successi, le vittorie che in special modo in MotoGP ha conquistato, e al legame con i tifosi. Tanti, tantissimi, che lo hanno celebrato fino all’ultimo giro della sua storia in classe regina e che continuano a tributarlo in tutti i circuiti del mondo.

Valentino Rossi, il retroscena che nessuno conosce sul 46 22 novembre 2022 fuoristrada.it
Valentino Rossi, il retroscena che nessuno conosce sul 46 fuoristrada.it

Il Dottore non ha però detto basta al mondo delle corse, tanto che nel 2022 ha partecipato a varie corse di Endurance su di un prototipo. Il suo sogno, inoltre, sarebbe quello di partecipare alla 24 Ore di Le Mans, anche se è ancora fin troppo presto per arrivare a quel fatidico e speciale momento. Di sicuro, come dicevamo, ha fatto qualcosa di davvero straordinario nel motociclismo, soprattutto con la sua Yamaha. Anche se la sua storia poteva essere ben diversa.

Valentino Rossi, un fenomeno con il numero 46: i successi del Dottore

Prima di arrivare a parlare di Valentino Rossi e dell’incredibile retroscena che lo riguarda, vale la pena andare alla scoperta di tutti i suoi successi in MotoGP. E’ lunico pilota ad avere conquistato il mondiale in quattro classi differenti, ovvero in 125, 250, 500 e MotoGP. In 432 gare, ha vinto 115 volte, raggiunto il podio per quasi 200 volte, concluso in pole positon in 65 occasioni e conquistato ben nove titoli mondiali. Risultati straordinari, conditi da alcuni successi più spettacolari di altri (Laguna Seca 2008 e Barcellona 2009 su tutti).

Valentino ha poi corso per vari team nell’arco di tutta la sua carriera. Si è in particolar modo legato alla Yamaha, dal 2004 al 2009 e dal 2013 al 2021, divenendone presto un’icona dentro e fuori dalla pista. Ma a dire la verità, avrebbe potuto far parte di un altro progetto. Non in molti lo sanno, anche se si tratta di un retroscena che avrebbe potuto variare non poco la recente storia del Dottore e dello stesso motociclismo.

Valentino Rossi, il retroscena è incredibile: di cosa si tratta

Valentino Rossi, una leggenda del motorsport e dello sport in generale, che è semplicemente impossibile non ricordare con sincero affetto. La sua storia si è divisa fra Aprilia, Honda, Yamaha e Ducati. L’ultima esperienza, purtroppo per Rossi ed il marchio di Borgo Panigale, è stata non poco negativa. Durata dal 2011 al 2012, Rossi non ha mai potuto competere per la vittoria e ha raggiunto il podio soltanto in pochissime occasioni, con l’ausilio del meteo peraltro.

Davide Brivio in compagnia del campione del mondo 2020 Joan Mir: ha svelato un retroscena su Valentino Rossi 22 novembre 2022 fuoristrada.it
Davide Brivio in compagnia del campione del mondo 2020 Joan Mir: ha svelato un retroscena su Valentino Rossi fuoristrada.it

Poi nel 2013 è tornato in Yamaha, dove sono arrivate di nuovo le vittorie e le pole position. Ha lottato anche per il mondiale nel 2015, perdendolo soltanto all’ultima gara. Ed è proprio del periodo in Ducati, che Davide Brivio ha parlato. L’ex team manager di Yamaha e Suzuki ha svelato un retroscena di quel periodo, intervistato da Slick Magazine: “A inizio 2012 fui contattato da Shinichi Sahara e mi disse che Suzuki voleva rientrare nel 2014. Voleva sapere se Valentino fosse interessato a unirsi al progetto. Gliene parlai e lui mi disse che aveva bisogno di una moto per il 2013, non per il 2014, non poteva aspettare la Suzuki“.