Se paghi una multa in questo modo fai un errore | Ti sequestrano la macchina subito

Nel 2019 su 45,1 milioni di veicoli in Italia, circa 2,6 giravano indisturbati senza RC auto. Attenti a fare i furbi, le conseguenze sono gravi

Bisogna essere coscienziosi alla guida. E bisogna rispettare tutte le leggi e tutte le norme del Codice della Strada. Quante volte vi abbiamo catechizzato su questo?

Evidentemente non abbastanza, se accadono ancora certe cose. Fate attenzione a quello che fate con le multe. Fare i furbi non aiuta nessuno. Le conseguenze potrebbero essere gravissime.

Mai pagare così una multa
Mai pagare così una multa (fuoristrada.it)

Una di queste regole, infatti, è quella di avere sempre l’auto munita di autorizzazione valida. Questo a norma dell’articolo 193, comma 2 del Codice della Strada. Chiunque circola senza la copertura dell’assicurazione è soggetto alla sanzione amministrativa fino a € 3.464. Non solo, si ha anche la decurtazione di cinque punti dalla patente.Le forze dell’ordine non si ingannano. Anche perché ormai hanno strumenti all’avanguardia. Attraverso l’incrocio tra il numero di targa e un database apposito, le telecamere sparse in tutto il paese sono capaci di comunicare alle forze di polizia se un veicolo in transito è in regola con la copertura assicurativa obbligatoria per legge o meno.

Eppure, ancora in tanti sono soliti non avere una assicurazione valida. Pensate che nel 2019 su 45,1 milioni di veicoli in Italia, circa 2,6 giravano indisturbati senza RC auto.

Attenti a fare i furbi: conseguenze gravissime

Ha voluto fare evidentemente doppiamente il furbo questo 57enne di Faenza, in provincia di Ravenna, che ha ricevuto una multa di 600 euro per essere stato sorpreso mentre circolava in auto senza assicurazione. Tutto comincia con un controllo ad agosto scorso e l’accertamento da parte della polizia locale, che non ha potuto non comminare la sanzione amministrativa.

Per riavere indietro l’auto l’uomo avrebbe dovuto dimostrare la riattivazione dell’assicurazione e l’avvenuto pagamento della sanzione. L’automobilista però ha pensato bene di pagare l’ammenda con appena 6 euro, e nella ricevuta presentata alle forze dell’ordine aggiungere a penna gli zero mancanti. Tutto certificato nei documenti portati al Comando della polizia locale pochi giorni dopo il sequestro. Il veicolo era stato quindi subito dissequestrato e restituito al proprietario.

Multa verbale (web source) 3.11.2022 fuoristrada
Multa verbale (web source)

L’assicurazione era stata sì riattivata, ma ben presto, ci si accorge che il bonifico ricevuto non era da 600 euro, ma da soli 6 euro. Ovviamente è stato scoperto e denunciato per truffa aggravata. A quel punto, la polizia ha convocato di nuovo l’automobilista e gli ha sequestrato il veicolo. Attenti a fare i furbi e a credervi dei geni…