Quando guidi, tieni a freno la lingua: potrebbe costarti migliaia di euro

Quando guidate e vi trovate bloccati nel traffico o in balia di pessimi guidatori, esce fuori il peggio di voi: è comprensibile ma dovreste mantenere la calma. Altrimenti, la multa potrebbe rivelarsi spaventosa. 

Viviamo in una società sempre più frenetica, ed è facile che aggressività e rabbia possano venire fuori tutte insieme nel momento meno indicato, ad esempio quando vi trovate alla guida della vostra auto e vi sfogate litigando con gli altri automobilisti. Dopo aver letto questo pezzo però inizierete a chiedervi quanto sia conveniente farlo: le conseguenze, legalmente parlando, possono davvero essere pesantissime.

Attenzione a cosa dici, soprattutto in questo caso 30 novembre 2022 fuoristrada.it
Attenzione a cosa dici, soprattutto in questo caso fuoristrada.it

Rabbia incontrollabile

Negli Stati Uniti e nei paesi anglofoni, la chiamano Road Rage; un termine estremamente appropriato per definire le liti e lo stato di aggressività che vengono fuori nel traffico. Soprattutto quando milioni di automobilisti intrappolati nelle loro auto senza potersi muovere e magari ostacolati da qualcuno che guida con il cellulare in mano messaggiando con il semaforo verde, iniziano a perdere del tutto la pazienza.

Anche in Italia questo fenomeno è molto diffuso. Ma se siete persone molto litigiose, assicuratevi di girare con il finestrino chiuso per evitare che gli altri sentano davvero gli insulti che gli state tirando. Non tanto perchè qualche automobilista poco paziente e di stazza importante potrebbe scendere dall’auto a chiedervi conto di cosa avete detto. Sono le conseguenze legali la vera mazzata a cui non si può davvero non pensare.

Meglio stare zitti

Ma davvero è legalmente perseguibile quell’automobilista che insulta un “collega” troppo zelante e che sta guidando davvero male, per non dire di peggio? Si e no, il Codice della Strada ed il Codice Penale sono chiari a riguardo e tracciano una netta linea di distinzione tra la rabbia giustificabile davanti ad un giudice e i comportamenti che vi porteranno ad avere una bella discussione con i Vigili Urbani, sperando non vi venga in mente di insultare anche loro.

Secondo la legge italiana e nello specifico in accordo con l’Articolo 599 del Codice Penale italiano: Non è sanzionabile chi commette il fatto in stato d’ira per aver subito un fatto ingiusto”. Questo significa che se qualcuno vi taglia la strada e voi lo mandate a quel paese, non avete commesso nessun crimine. Tutt’altro discorso vale nel caso in cui siate voi a fare qualcosa di sbagliato per poi prendervela con il povero automobilista a fianco a voi.

Calma e sangue freddo

Adesso che abbiamo capito come e in che modo potete centellinare i vostri preziosi insulti nel traffico, passiamo al prossimo punto, quello che vi incuriosisce di più: le sanzioni. In accordo con l’Articolo 594 che vieta: “Parole che danneggiano l’onore e il decoro di qualcuno” insultare un automobilista senza un valido motivo costa una sanzione di 516 Euro totali. Non è tutto: appellandosi al Decreto Legislativo 7/2016, c’è chi ha ottenuto risarcimenti anche più cospicui dai 100 agli addirittura 8.000 Euro complessivi.

Multare Canva 29_11_2022 Fuoristrada
Dire che stavate scherzando non vi salverà… (Fuoristrada.it)

Rivolgersi in modo maleducato con quei termini che tutti conosciamo bene ad un altro automobilista in poche parole è davvero una pessima idea. Aggiungeteci che farlo con un vigile o un agente di polizia potrebbe comprendere l’aggravante di Oltraggio a pubblico ufficiale e il quadro è completo. Vi conviene affidarvi al clacson allora? Non proprio.

Abbiamo ancora una normativa da esplorare, l’Articolo 156 del Codice della Strada che sanziona l’utilizzo improprio di questo sistema acustico presente in ogni auto che si rispetti. Evitate di discutere nel traffico a meno che non siate sicuri al cento per cento che state solo facendo valere i vostri diritti insomma. Le conseguenze potrebbero essere orribili per il vostro conto.

Impostazioni privacy