Un gradito ritorno per i nostalgici: ecco come potrebbe essere la nuova A112 Autobianchi

Proposta titolo: La prossima Lancia potrebbe essere una Autobianchi | Ecco come sarà

I più esperti tra voi guidatori ricorderanno senza dubbio l’Autobianchi A112, un’auto che purtroppo dalla sua uscita di produzione non ha mai fatto ritorno sul mercato come avremmo sperato. Ma non tutto è perduto. 

I progetti di Stellantis per Lancia  – e anche Alfa Romeo – giudicato marchio premium del Gruppo Fiat sono molto bellicosi: gli imprenditori intendono rilanciare decisamente un marchio un tempo lussuoso e temuto dalla concorrenza ed oggi ridotto a produrre una sola utilitaria da anni e qualche E-Bike.

A112
A112, grande attesa per un ritorno leggendario | Web Source

Chissà che non sia un’altra utilitaria molto amata dagli italiani a guidare questo rilancio economico.

Tornare in pista 

La casa Lancia insomma non vive esattamente il suo momento più brillante tra molti modelli flop prodotti negli ultimi trent’anni e in generale una scarsa considerazione del marchio da parte dei suoi ex appassionati che non hanno mai gradito il passaggio dalla produzione di auto di lusso a discutibili Fiat e Chrysler con il marchio del brand appiccicato sopra: si, parliamo della Musa e della Thema.

Nel 1968, la nota casa Autobianchi passò al Gruppo Fiat che proprio con il marchio Lancia, anch’esso di sua proprietà, avrebbe commercializzato una delle ultime auto prodotte dalla casa, la piccola Y10. Per questo motivo, un ipotetico ritorno della A112 avverrebbe sicuramente con il marchio Lancia che è già conosciuto per produrre la Ypsilon e avrebbe forse meno difficoltà nel radunare clienti.

Auto Focusmotori 24_10_2022 Fuoristrada
Una grafica della nuova A112 dal web (web source)

Quali indizi abbiamo?

Cosa ci fa pensare che la A112 possa tornare? La straordinaria utilitaria prodotta dal 1969 al 1986 in oltre un milione di esemplari piacque moltissimo agli italiani per tante ragioni che includono le piccole dimensioni, il motore brioso nella versione più sportiva e il basso costo. Cosa ci sarebbe di meglio di un’utilitaria del genere con un nome già collaudato per rilanciare la casa Lancia sul mercato delle piccole auto?

Inoltre, Stellantis avrebbe solo da guadagnarci nel produrre un’utilitaria elettrica: è evidente che in vista della transizione ecologica del 2035 la Ypsilon non potrà restare l’unica auto di questo tipo nel listino di Lancia. E i diritti del marchio Autobianchi sono nelle mani di Stellantis dal 2008, al punto che il ritorno del brand era stato ipotizzato e poi smentito varie volte negli anni.

Come sarà fatta?

Mentre dal gruppo industriale che possiede Fiat non trapelano indiscrezioni in questo senso, sul web impazza la fantasia dei grafici che provano ad immaginare il ritorno di una Lancia A112 come Andrea Bonamore che ha realizzato una convincete immagine virtuale della vettura utilizzando il suo profilo Instagram: potrebbe davvero avere questo aspetto? Perché no? Una versione Abarth inoltre sembra davvero l’ideale per i guidatori più desiderosi di spingere sul pedale.

Buonumore Instagram 24_10_2022 Fuoristrada
Lancia A112 in versione concept car elettrica (Instagram)

Se tempo fa chi ipotizzava il ritorno della A112 pensava ad un motore da 140 cavalli a benzina per l’auto, sempre per il discorso della transizione ecologica ci sembra più sensato pensare ad un propulsore elettrico magari simile a quello già collaudato della 500E ma un po’ più potente. Chissà, forse nei prossimi anni la nostra previsione si rivelerà azzeccata.