Avete mai visto l’auto del figlio di Saddam Hussein? Qualcuno ha provato a portarsela via…

Saddam salì formalmente al potere nel 1979, sebbene fosse già de facto il capo dell’Iraq da diversi anni. Ecco un incredibile vicenda

Come cambiano i tempi… Una volta nessuno avrebbe osato fare una cosa del genere. Eppure ora, a distanza di lustri dalla morte, si osa tentare di portar via qualcosa di chi era temutissimo. Ecco l’incredibile vicenda che ha per protagonista uno youtuber.

Saddam Hussein (web source) 25.10.2022 fuoristrada
Saddam Hussein (web source)

Saddam Hussein è stato un politico, militare e dittatore iracheno, leader assoluto dell’Iraq dal 1979 al 2003. Membro di spicco del Partito Ba’th e, successivamente, del Partito Ba’ath iracheno, Saddam ha svolto un ruolo chiave nel colpo di stato del 1968 (noto anche come Rivoluzione del 17 luglio) che ha portato il partito al potere in Iraq.

Saddam salì formalmente al potere nel 1979, sebbene fosse già de facto il capo dell’Iraq da diversi anni. Saddam ha diretto un governo autoritario e repressivo, che diversi analisti hanno descritto anche come totalitario. Il governo di Saddam attuò numerose violazioni dei diritti umani, tra cui circa 250 000 uccisioni arbitrarie e sanguinose invasioni nei vicini Iran e Kuwait. E’ rimasto al potere durante la guerra Iran-Iraq e la guerra del Golfo.

Con l’invasione dell’Iraq del 2003, una coalizione guidata dagli USA ha deposto Saddam. La coalizione ha erroneamente accusato l’Iraq di possedere armi di distruzione di massa e di avere legami con Al Qaida. Il Partito Ba’ath di Saddam è stato sciolto e si sono svolte le prime elezioni democratiche del Paese. Dopo la sua cattura nel dicembre 2003, Saddam Hussein subì il processo dal Governo ”ad interim” iracheno. Nel novembre 2006, Saddam è stato condannato da un tribunale iracheno per crimini contro l’umanità legati all’uccisione di 148 sciiti iracheni nel 1982 (la strage di Dujail), condannato a morte per impiccagione e giustiziato il 30 dicembre 2006.

Il tentato furto ai danni del figlio di Saddam

Insomma, parliamo di un leader politico tra i più sanguinari della storia. Per questo risulta davvero credere che nel mirino possa essere finito il figlio. Scott Chivers, Youtuber noto come Ratarossa ha infatti tentato di portare fuori dall’Iraq la Ferrari del figlio di Saddam Hussein.

Il patito delle auto del Cavallino Rampante ha messo le mani su una Ferrari F40 abbandonata. Parliamo della virtuale erede della Ferrari 288 GTO Evoluzione, costruita tra il 1987 e il 1998. Al momento della sua presentazione l’auto stradale più veloce mai costruita con i suoi 324 km/h dichiarati (spesso sensibilmente superati in vari test), record poi battuto nel 1991 dalla Bugatti EB 110. È stata l’ultima Ferrari dotata di motore turbocompresso e costruita sotto la supervisione di Enzo Ferrari.

E, a proposito di eredi, questa Ferrari, già di grande pregio, non era una vettura come tutte le altre. Era infatti appartenuta al figlio di Saddam Hussein, Uday Hussein. L’episodio risale al 2020, nel periodo del lockdown. Il tentativo, però, è miseramente fallito: “Su Twitter la figlia di Saddam Hussein ha lanciato un messaggio in cui dice che chiunque cerchi di portare quell’auto fuori dall’Iraq ne subirà le conseguenze” ha rivelato Chivers.