Tesla pronta ad accelerare: svelato il blitz per conquistare il mercato, la mossa a sorpresa

La nuova mossa di Tesla potrebbe consentirle di tornare leader del mercato e compiere un vero e proprio blitz. Elon Musk è al settimo cielo

Il costruttore americano di auto elettriche ha le idee ben chiare su come risalire la china e ha scelto di allearsi con il “nemico“. Sarà una scelta strategica che potrebbe cambiare gli equilibri sul tavolo dell’Automotive. Una partnership geniale e nel segno dell’innovazione.

Tesla ha una nuova mossa a sorpresa
La clamorosa alleanza voluta da Elon Musk (Fuoristrada – ANSA)

La parole d’ordine che regna all’interno dell’universo Tesla in questo momento è riscatto. Dopo i dati deludenti dell’ultimo trimestre sul mercato, Elon Musk sta cercando soluzioni per riconquistare il terreno perduto. La concorrenza cinese si è fatta sempre più forte, anche all’interno del territorio neutro europeo e serve una risposta immediata. L’abbattimento dei costi per i modelli di fascia media non è l’unica soluzione  e forse nemmeno la migliore. Il magnate di origine sudafricana ha varato il taglio del 10% della forza lavoro, con una serie di licenziamenti non proprio semplici da digerire.

Il nuovo percorso intrapreso riguarda anche lo sviluppo tecnologico, da sempre core business di Musk. I progressi sulla guida autonoma sono uno dei fiori all’occhiello che il tycoon statunitense va proclamando su X. Con gli utili diminuiti del 55% in questo avvio di 2024, c’è bisogno di una scossa. I primi risultati si sono già visti a Wall Street, con un +16% negli scorsi giorni, a seguito di un annuncio davvero particolare.

Tesla, la svolta arriva dalla Cina: partnership con il Google di Pechino

Tesla ha deciso di allearsi con la Cina per sviluppare tecnologie di mappatura e navigazione necessarie per lanciare definitivamente la guida autonoma ad alto livello. I colloqui avuti in passato tra Musk e il premier Li Qiang hanno portato i loro frutti. C’è l’accordo con Baidu sul piatto, ovvero il Google cinese, che permetterà di migliorare le vendite all’interno dei confini della Repubblica Popolare.

Tesla si allea con i cinesi
L’ultima mossa di Tesla tira in ballo la Cina (Fuoristrada – ANSA)

Un problema potrebbe però sorgere da questa partnership e riguarda la privacy. Si perché, come sottolineato dal Financial Times, i produttori di veicoli con guida autonoma che vendono in Cina devono archiviare i dati degli utenti in loco. Proprio per questo già nel 2021 Elon Musk aveva annunciato (ma ancora non ultimato) la creazione di un data center in Cina, in modo da tenere sotto controllo tutti i dati inerenti le vendite, l’assistenza e le ricariche nell’headquarter di Pechino.

Questo darebbe però in mano al paese asiatico un ricchissimo patrimonio di informazioni sul prodotto tecnologico americano, non proprio ideale in tema di concorrenza.

Impostazioni privacy