Ultima ora, oltre 200 mila auto richiamate in fabbrica: scovato il pericoloso difetto

Il richiamo dei veicoli è uno degli aspetti peggiori per le case automobilistiche e ora ci saranno grossi problemi a riguardo.

Il mondo delle quattro ruote sta dando vita a una serie di cambiamenti a dir poco epocali nella propria produzione, con questa che sta virando in modo sempre più deciso verso una realtà elettrica. Quest’ultimo è sicuramente una novità molto importante per il nostro pianeta, in quanto permette di limitare in modo sensibile le emissioni di CO2.

Tesla auto elettrica 200 mila NHTSA Stati Uniti
Grosso richiamo auto per un colosso (Canva – fuoristrada.it)

Al momento però è innegabile il fatto che queste vetture presentino ancora molti difetti, considerando infatti come siamo solo agli albori della produzione di queste vetture. Per questo motivo non è poi così raro trovare dei modelli che presentino qualche problema di fondo e che dunque siano costretti a un maxi richiamo.

Lo sa molto bene la Tesla, con il colosso a stelle e strisce che ha sempre fatto della mobilità a impatto zero il proprio punto di forza. Ecco dunque come mai ogni tanto ci sono dei problemi da un punto di vista strutturale, con qualche dettaglio che non sembra essere stato limato nel modo migliore.

Negli USA l’attenzione alla sicurezza è davvero maniacale da parte delle istituzioni ed è per questo motivo che una serie incredibili di Tesla sarà costretta a rientrare in fabbrica per poter tornare nelle mani dei clienti al meglio delle proprie possibilità. Saranno ben 200 i modelli che saranno richiamati, il che rappresenta un duro colpo per Elon Musk e soci.

Tesla, attenzione al richiamo: Model S, X e Y nel mirino

La NHTSA, ovvero la National Highway Traffic Safety Administration degli USA, ha deciso di portare avanti una serie di controlli molto approfonditi attorno a una serie di Tesla, dalla Model S alla X fino alla Y. A quanto pare sono stati riscontrati diversi difetti che riguardano il malfunzionamento del software presente al suo interno.

Tesla auto elettrica 200 mila NHTSA Stati Uniti
Tesla Model S (Tesla Press Media – fuoristrada.it)

A quanto pare sono stati proprio gli automobilisti stessi a lamentarsi per alcuni problemi sempre più evidenti, come per esempio la limitazione della visibilità durante la retromarcia. Parrebbe infatti che queste vetture di casa Tesla non siano perfettamente manovrabili durante il parcheggio o la retromarcia, con i punti nei quali non si ha modo di vedere cosa sta accadendo alle proprie spalle che sono davvero svariati.

Questo infatti è una grande limitazione, perché avere una visibilità ridotta in fase di retromarcia rischia sensibilmente di causare gravi incidenti. Ecco dunque come mai sono coinvolti la bellezza di ben 200 mila modelli negli USA. Questi dovranno così aggiornare il loro software, ma non è il primo motivo per il quale è avvenuto un richiamo per queste automobili.

Poco tempo fa infatti le Tesla dovettero tornare in fabbrica per delle limitazioni della guida autonoma. Questa è considerato come uno dei punti di forza della casa americana, o almeno uno dei principali obiettivi per il futuro. I richiami di queste auto sono purtroppo diventati frequenti, motivo per il quale sarà importante la Tesla mantenere altissima l’attenzione prima di lanciare sul mercato nuovi modelli e il mercato dell’elettrico in questo momento ha bisogno quanto mai di essere ricco di vetture stabili e prestazionali.

Impostazioni privacy