Benzina, in questo caso provoca danni al motore: fate attenzione a queste avvisaglie

Molto spesso sono delle nostre disattenzioni o qualcosa che non conosciamo a danneggiare il motore della nostra auto: ecco un esempio.

Non è affatto un aspetto da sottovalutare la qualità della benzina che immettiamo nella nostra auto. Non è infatti la prima volta che benzina o gasolio sporchi hanno arrecato danni al motore di un’auto. Ci sono infatti alcuni sintomi che dovrebbero fungere da campanello d’allarme per i proprietari delle vetture. Un carburante sporco inizierebbe a dare problemi al motore e ce ne potremmo accorgere per esempio con spie di anomalie accese o difficoltà di avviamento della macchina.

Oppure ci potrebbe capitare di imbatterci in dei vuoti di erogazione, fumo scuro in uscita dallo scarico, strani rumori metallici. Il tutto potrebbe infatti avvenire proprio per un problema dovuto a benzina o gasolio.

Benzina, ecco quando fa dei seri danni
Tutto ciò che c’è da sapere sulla benzina (fuoristrada.it – Ansa foto)

Il motore potrebbe essere a lungo andare poi, danneggiato in maniera anche pesante su alcune sue componenti, vale a dire: pompa del carburante, filtro del carburante, sistema di iniezione, catalizzatore o filtro e candele. Certamente potersi affidare ad un distributore di fiducia non sarebbe male, ma non solo questo può fare la differenza.

Lo sporco può infatti arrivare nella benzina anche se lasciamo spesso il serbatoio quasi vuoto con la formazione della condensa oppure perché non controlliamo il filtro del carburante che periodicamente dovrebbe essere sostituito. Ma una volta ricevuto il danno cosa potremmo fare?

Benzina, rischio danni al motore: ecco quando avviene!

Se il motore ha un comportamento strano sin da subito ed abbiamo il sospetto di aver immesso del carburante impuro, sarebbe necessario fermare subito la macchina e spegnerlo. Dopodiché, sarebbe bene farlo controllare per capire cosa non va. In pochi sanno poi che qualora fossimo certi della causa del danno subito, sempre con dovuta documentazione, è possibile chiedere il rimborso del carburante e delle spese di riparazione al distributore.

Gli esperti suggeriscono di poter fornire una documentazione completa in caso fossimo sicuri che i danni subiti siano proprio dovuti a del carburante sporco. Innanzitutto bisognerebbe avere tutta la documentazione fiscale di supporto e poi avere anche delle immagini dell’avvenuto smontamento in officina della nostra vettura. Quindi quando questo avviene, bisognerebbe essere presenti e scattare delle foto.

Danni al motore, ecco perché avvengono
Motore danneggiato, ecco come mai (fuoristrada.it)

Qualora si dovesse accertare la motivazione dei danni al motore si potrebbe sempre trovare un accordo per il pagamento dei danni con il personale del distributore stesso, altrimenti appunto si dovrebbe ottenere della documentazione tra cui dicevamo, anche quella fiscale.

Facilmente ottenibile tramite pagamento con carta, diversamente per quello in contanti bisognerà essersi fatti rilasciare uno scontrino al momento del rifornimento. Altrimenti, esiste anche la possibilità di richiedere la stesura di un verbale alle forze dell’ordine ma con le dichiarazioni di eventuali testimoni. Ottenere un eventuale rimborso però sarebbe comunque una magra consolazione. Per questo sarebbe meglio potersi fornire sempre da distributori ormai collaudati.

Impostazioni privacy