La Dacia-mania impazza, l’annuncio è rivolto agli italiani: vogliono accontentare proprio tutti

Il marchio Dacia è uno dei più in forma del momento, ed ora è arrivato un annuncio che fa felice l’Italia. Ecco cosa succederà.

Il 2023 che sta andando in archivio è stato un anno di ripresa per il mercato europeo, anche se per risanare le gravi perdite di questo periodo ci vorrà tanto tempo. La gran parte dei costruttori, anche quelli più noti e famosi, è in grave crisi, mentre per la Dacia si sta per chiudere un’annata che è forse la migliore della storia, a livello europeo ma anche a livello italiano, come ci dicono i dati sulle vendite.

Dacia che annuncio in Italia
Dacia grandi novità (ANSA) – Fuoristrada.it

Pensate che la Sandero è l’auto più venduta nel Vecchio Continente, e si sta giocando questo risultato con la Tesla Model Y, con la quale c’è un testa a testa che si risolverà solo a fine dicembre. In Italia, la Dacia Sandero è la seconda preferita in assoluto dopo la Fiat Panda, confermandosi la straniera preferita dai nostri concittadini. Ci sono tanti motivi per sorridere.

Dacia, ecco l’annuncio che può far sognare tutti

L’appuntamento con i Dacia Talks ha dato la possibilità a Guido Tocci, Managing Director della casa rumena per quanto riguarda la divisione italiana, di fare il punto della situazione, sottolineando come il 2023 sia stata un’annana a dir poco eccezionale, ed i dati che vi abbiamo dato in precedenza non fanno altro che chiarircelo ancor di più.

Dacia Duster che risultati
Dacia Duster in mostra (Dacia) – Fuoristrada.it

Per quanto riguarda gli affari nel nostro paese, Tocci ha parlato molto chiaramente, e con grande soddisfazione: “Quest’anno abbiamo segnato dei risultati strepitosi in Italia per il marchio Dacia, e definirlo buono e soddisfacente sarebbe riduttivo. Credo che, appunto, strepitoso sia la parola più corretta dal mio punto di vista. Se è una mia percezione? Beh, abbiamo degli strumenti per monitorare quella che è la crescita o meno da questo punto di vista, ma è chiaro come alcune cose si possano sentire a pelle, senza bisogno di dati particolari“.

Tocci ha poi concluso: “In questo senso, noi oggi sentiamo un vento favorevole sul mercato, non solo commerciale ma anche dal punto di vista della percezione“. Le parole del managing director sono davvero cariche di ottimismo, ma a giudicare da quelli che sono stati i numeri, sia in Italia che in Europa, c’è veramente poco da fare per smentirlo.

La casa di proprietà del gruppo Renault sta ottenendo un successo dopo l’altro, ed anche i puristi hanno accolto con piacere una notizia annunciata qualche tempo fa. Infatti, almeno sino al 2030 la gamma di questo marchio non verrà elettrificata, con la sola Spring che resterà a disposizione con powertrain ad emissioni zero, confermandosi la più economica sul mercato.

In futuro arriveranno grandi novità, tra le quali la nuova Duster attesa per il 2024, che però in Europa non venderà più la versione dotata del motore a gasolio, ma solo quella a benzina e quella a GPL. Per il resto, di differenze ce ne saranno poche sul fronte della spinta, mentre il design verrà rinnovato. C’è grande ottimismo e voglia di migliorare ancor di più in futuro.

Impostazioni privacy