Terremoto in casa Mercedes, lascia dopo 12 anni: la Ferrari alla finestra?

Clamoroso addio in quel di Brackley, il team di Maranello ci pensa per rinforzare l’organico. Ecco come stanno le cose

Dopo la separazione con Mattia Binotto a fine 2022, la Scuderia Ferrari ha intrapreso un nuovo percorso tecnico sotto la guida di Frederic Vasseur, esperto manager dal lungo curriculum nelle categorie inferiori e reduce dalle esperienze in Formula 1 con Renault e Sauber. Come previsto, nel corso del 2023, il boss francese ha avviato una ristrutturazione interna al team, contrassegnata da addii importanti e dall’ingaggio di tecnici provenienti da altre squadre del Circus.

Terremoto in casa Mercedes, lascia dopo 12 anni: la Ferrari alla finestra?
Il team principal del Cavallino è alla ricerca di rinforzi: l’opportunità (AnsaFoto) – Fuoristrada

Quella corrente, in pratica, è una sorta di annata di transizione per la Ferrari, che punta a raccogliere i frutti del lavoro svolto dietro le quinte nel prossimo futuro. Magari già a partire dal 2024, quando a Maranello verrà sfornata la prima vettura effettivamente prodotta sotto la gestione di Vasseur. C’è da dire, però, che la campagna di reclutamento avviata nei mesi scorsi non si è ancora conclusa.

Ferrari, il prossimo rinforzo arriva della Mercedes?

Già, perché la compagine italiana è alla costante ricerca di profili che potrebbero portare un valore aggiunto tra le proprie fila. A rivelarlo è stato lo stesso francese in una recente intervista rilasciata a La Gazzetta dello Sport: Abbiamo preso già circa 25 persone, ma ne cerchiamo ancora e nessuna di queste sta già lavorando in Scuderia. Diciamo che questa è diventata la parte principale del mio lavoro in Ferrari. Devi creare buone relazioni e convincere la gente a trasferirsi. I primi che prendi sono i più difficili, poi gli altri vedendoli seguono a ruota”. A tal riguardo nelle ultime ore è arrivata una notizia molto interessante.

Elliott lascia la Mercedes dopo 12 anni
Elliott saluta la Mercedes, c’è la Ferrari nel suo futuro? (Foto Twitter Mercedes) – Fuoristrada

Tramite i propri canali ufficiali, infatti, la Mercedes ha annunciato la fine del matrimonio ultradecennale con Mike Elliot, ingegnere arrivato a Brackley nel 2012 contribuendo alla conquista di otto titoli costruttori. Il britannico, fino a ieri chief technical officer della squadra tedesca, dovrà adesso osservare il consueto periodo di gardening (inattività ‘forzata’ da 6 mesi a 1 anno). Poi potrà sposare un nuovo progetto, e la strada che porta al Cavallino è tutt’altro che da escludere. Alimentare tale convinzione c’è il fatto che, dopo l’addio di Binotto, la Ferrari ha assegnato il ruolo di “direttore tecnico” ad Enrico Cardile, sul quale però già ‘gravano’ responsabilità su telaio e aerodinamica.

Impostazioni privacy