Non chiamatele spiaggine: queste vetture corrono quanto una supercar

I dune buggy, note anche come spiaggine, sono dei piccoli fuoristrada caratterizzati da gommoni ma possono raggiungere, ugualmente, performance clamorose con poche comuni modifiche.

I buggy da spiaggia sono nati per l’utilizzo su dune di sabbia, spiagge, fuoristrada o attività ricreative nel deserto. L’idea è stata vincente perché negli anni ’80 e ’90 hanno spopolato. Lo stile è piuttosto spartano, non avendo un tetto e puntando su un motore posteriore a vita. I dune buggy sono realizzati, modificando un mezzo esistente o costruendo su misura il mezzo per l’off-road.

Non chiamarle spiaggine
La velocità dei dune buggy pompati (Ansa) fuoristrada.it

Il primo dune buggy in fibra di vetro era il “Meyers Manx” del 1964, nato dall’estro di Bruce Meyers. Quest’ultimo realizzò le sue carrozzerie in fibra di vetro come delle “kit car”, usando il telaio della Volkswagen Beetle. Sulla base del modello prodotto da Manx, altri brand crearono dei cloni sul masterpiece della Volkswagen o della Corvair o della Renault Dauphine.

Di base era una Maggiolino con una disposizione del motore posteriore che rendeva più fluida la trazione. Il motore raffreddato ad aria, evitando le complessità e i punti di guasto associati a un motore raffreddato ad acqua, garantiva anche una grande affidabilità. Le carrozzerie in plastica rinforzata con fibra di vetro, lanciate negli anni ’60, sono diventate lo standard immagine dei modelli da spiaggia più noti al mondo.

La velocità massima media per i dune buggy è intorno ai 100 km/h. La top speed per i sand rail (un mezzo leggero simile a un dune buggy, ma progettato specificamente per il funzionamento su sabbia aperta) e per i dune buggy con delle modifiche possono raggiungere dei picchi molto elevati. Basta mettere le mani sulla potenza del motore, le sospensioni e le ruote.

La velocità dei dune buggy pompati

Il tuning esiste a tutti i livelli. Con qualche modifica tecnica i dune buggy possono arrivare ad oltre 100 mph, ossia 160 km/h. Un dune buggy con sospensioni migliori è in grado di viaggiare sulla sabbia più velocemente, sino a toccare dei picchi assurdi, come potrete osservare nel video in basso del canale YouTube Driving Enjoyment.

Di base il concetto è che con una sospensione migliore è più facile che il mezzo scivoli veloce sulla sabbia. Un tempo i materiali dell’epoca rendevano molto più pesanti questi mezzi. Ora ci sono parti più moderne e leggere che possono aiutare a mantenere una grande stabilità. Il peso è un fattore determinante per raggiungere la velocità massima. Se un buggy è più pesante, il motore dovrà essere più potente affinché quel buggy possa andare più veloce di uno più leggero.

Esistono molti tipi diversi di motore e dimensioni, inclusi V4, V6 e V8. Alcuni buggy come i VW della vecchia scuola potrebbero avere motori da meno di 100 CV mentre altri, possono montare anche motori da oltre 1000 CV. Una vera follia, come è emerso da una analisi dettagliata sulle colonne di Everythingsanddunes.com. Per questioni anche di legge sono ridotte in termini di potenze e velocità.

Bastano alcune modifiche ai turbocompressori, ai carburatori, usando nitro, pistoni più grandi e testate ad alte prestazioni ed il risultato è una vera supercar su sabbia. In tal caso vanno applicati degli pneumatici diversi, ovvero da paddle nella sabbia che aiutano ad aumentare la velocità. I motori a potenza inferiore sono in genere più facili da mantenere e più convenienti da riparare in caso di rotture.

Impostazioni privacy