Bella e senza tempo, tanti auguri alla preferita degli italiani: ha compiuto 30 anni

Una delle auto italiane più amate in assoluto compie tre decenni di vita, ed ora vi parleremo della sua storia. Tutto su di lei.

Il mondo delle quattro ruote in Italia ha prodotto modelli da sogno, partendo dalle utilitarie sin ad arrivare alle supercar. Di auto di altissimo livello, come ben sappiamo, ne abbiamo tantissime, anche se oggi le cose sono leggermente cambiate. Una dura critica è arrivata da Flavio Briatore, che ha dichiarato che in giro non ci sono più macchine italiane. L’affronto diretto c’è stato alla Fiat, con il ricco manager che ha detto che l’unica auto nella gamma è la Panda.

Fiat Punto compie 30 anni
Fiat Punto modello unico – Fuoristrada.it

C’è da dire che la casa di Torino ha appena sfornato due modelli nuovi di zecca come la 600e la minicar Topolino, e che nel 2024 presenterà una Panda tutta nuova, che diventerà un SUV di Segmento B. Detto questo, è ora il momento di passare ad una delle auto che maggiormente hanno segnato la nostra storia, prodotta proprio dalla Fiat a partire da tanti anni fa.

La Fiat Punto compie trent’anni di vita

Il 2023 segna il 30esimo anniversario della nascita della Fiat Punto, vettura che fu presentata nel 1993. Il 31 di agosto di quell’anno, presso il Lingotto, la neonata erede della Uno fu mostrata per la prima volta alla stampa, e non nacque certo con i “favori del pronostico” rispetto alla sua progenitrice. Infatti, la Uno aveva riscosso un successo incredibile, trasportando la casa di Torino nell’epoca moderna del settore automotive.

Punto compie gli anni
Punto che anniversario (ANSA) – Fuoristrada.it

Tuttavia, nessuno ancora immaginava la risonanza che avrebbe avuto la Punto, che divenne in poco tempo l’auto più venduta del paese. Uno dei motivi del grande successo fu il suo design, disegnato da Giorgetto Giugiaro. Per chi non lo sapesse, la prima versione di questo modello fu lanciata nel 1993, per poi essere rimpiazzata, nel 1999, dalla sua seconda generazione.

Essa fu realizzata all’interno del centro stile della Fiat, e fu quella che visse uno dei momenti più difficili della storia della casa di Torino. Infatti, tra la fine del vecchio e l’inizio del nuovo millennio, il marchio italiano aveva miliardi di debiti e sfiorò la bancarotta, prima dell’arrivo di Sergio Marchionne nel ruolo di amminsitratore delegato.

Proprio sotto di lui nacque, nel 2005, la Grande Punto, che assunse forme ben più moderne rispetto alle prime due, e che fu una di quelle auto che tirarono fuori la Fiat dalla grande crisi. La Grande Punto, assieme alla nuova 500, si rivelò un successo, e di questo modello ne furono create altre due varianti. Nel 2009 fu il momento della Punto Evo, da molti giudicata la Punto migliore di tutti i tempi, e l’ultimo sviluppo ci fu qualche anno dopo.

Nel 2012 fece la propria comparsa la Punto 2012, che nel 2018 è andata fuori produzione. Si tratta dell’ultima Punto realizzata, ma nonostante il fatto che sia fuori dalla gamma da un lustro esatto, continuamo a vederne le strade piene. La Punto è una delle regine del mercato dell’usato, dove continua a macinare profitti, nella speranza che, prima o poi, la Fiat decisa di realizzarne una nuova versione.

Impostazioni privacy