Autostrade, qui non si paga il pedaggio: c’è una soluzione alternativa

I pedaggi in autostrada non sono un unicum a livello europeo ma presentano delle varianti anche molto interessanti. In alcuni Stati non esistono proprio

Il classico casello con il passaggio sotto Telepass o con la fila per il pagamento in contanti è una cosa che non troverete in alcune parti del Vecchio Continente. Diversi Paesi utilizzano un metodo diverso per il pagamento dell’attraversamento delle strade statali.

Come cambia il pedaggio autostradale in Europa
Il casello in autostrada non si paga in alcuni paesi europei (Fuoristrada – Ansa)

In questo periodo estivo la maggior parte degli italiani decidono di mettersi in viaggio utilizzando la macchina, per raggiungere le località di vacanza. Che si tratti di mare o montagna milioni di automobilisti si ritrovano in autostrada. Una tradizione che si rinnova di anno in anno, con annessi rischi e disagi.

Scegliere il giusto momento per mettersi in viaggio è fondamentale nei mesi di villeggiatura, così come un’attenta valutazione dei costi. Le autostrade hanno subito un rincaro negli ultimi anni non indifferente e anche dover pagare il casello non è una spesa da sottovalutare. Se a questo aggiungiamo il rincaro dei carburanti ci troviamo di fronte ad un budget che è lievitato verso l’alto. Quello che una volta poteva sembrare un metodo low cost per fare le vacanze non è più così.

Il casello autostradale, che si paghi con il Telepass, piuttosto che con il normale contante, è una caratteristica italiana e di altri Paesi europei, ma non di tutti. Si perché, come molti di voi sapranno, esistono anche delle varianti piuttosto interessanti (specie nei Paesi dell’Est), che rispondono al nome di vignette.

Vignette in autostrada: quanto costano e dove vengono utilizzate

La vignetta autostradale è una tassa fissa da pagare per usufruire del servizio di mobilità extra urbano in alcuni Paesi europei. Si paga un determinato spazio temporale (pochi giorni, settimana, mese) per attraversare senza limitazioni le autostrade dello Stato in questione.

La Vignetta in autostrada
Cosa sono le vignette per l’autostrada (Fuoristrada – Ansa)

Questo consente da una parte di snellire il traffico e non dover fermarsi a pagare il casello di ogni tratta percorsa, dall’altra di dover versare una certa cifra anche se si transita una sola volta per quel Paese. Esistono diverse tariffe in base allo Stato in cui ci rechiamo, con multe variabili per il mancato rispetto dell’esposizione. Si perché la ricevuta di pagamento della vignetta va sempre esposta sul cruscotto dell’auto.

L’apposizione può non essere obbligatoria qualora venga utilizzata quella digitale, in vigore dal 1° agosto 2023 anche in Svizzera. In totale i Paesi che utilizzano questa modalità  sono: Austria, Bulgaria, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Svizzera e Ungheria.

Quella più cara si paga in Ungheria (annuale da 117 euro), mentre quella più economica in Romania (annuale 28 euro). Per quanto riguarda le multe, le più salate sono in Slovenia, con sanzioni che variano dai 300 agli 800 euro. In Paesi come Ungheria, Repubblica Ceca o Austria, il minimo temporale sono 10 giorni, mentre in altri come la Bulgaria, la Romania e la Slovenia, si possono acquistare vignette anche per una sola settimana.

Impostazioni privacy