Lamborghini, BMW nel mirino: arriva il mostro da 800 cavalli

E’ pronta ormai a fare il suo debutto una Lamborghini che mira a stracciare la concorrenza della BMW XM presentata lo scorso anno.

L’era dell’elettrificazione a Sant’Agata Bolognese è ufficialmente iniziata. Da quest’anno infatti la Lamborghini ha deciso che presenterà i primi modelli ibridi, che saranno un breve passaggio all’elettrico, che entrerà definitivamente a partire dal 2028. Una rivoluzione quindi soft ma non troppo per il noto marchio italiano di supercar, che comunque ha in serbo per i propri clienti e appassionati dei modelli che come sempre faranno emozionare. La Casa del Toro ha ancora in canna un colpo importante in chiave classica, ossia la Huracan Sterrato. Poi però ecco che arriverà la nuova Aventador PHEV, la prima con motorizzazione ibrida plug-in basata su un V12 completamente nuovo e che conta già oltre 3 mila preordini.

La Lamborghini sfida apertamente la BMW
Il logo della casa automobilistica Lamborghini (ANSA) – fuoristrada.it

Ma Lamborghini poi ha in serbo un colpo davvero importante. E riguarda il suo pezzo forte, la Urus, che ha avuto una parte importante nei profitti degli ultimi anni del marchio italiano. Basti pensare che solo nel 2022 sono state vendute 9.233 auto (+9,8% rispetto alle 8.405 del 2021) di cui 5.367 consegne in tutto il mondo (+7%) sono state proprio di questo modello. La Casa del Toro sta apportando gli ultimi ritocchi a una versione speciale di questo modello, per il quale è prevista una versione elettrica entro la fine del decennio.

Lamborghini, la sfida a BMW è lanciata

Ma ormai è quasi pronta per mostrarsi al pubblico la Urus PHEV, la prima “alla spina” di questo modello. Si tratta di una macchina che è costruita su un V8 ​​biturbo da 4,0 litri e che sostituisce la versione con motore V8 a benzina pura. E l’annuncio del marchio italiano è stato che questa Urus rimarrà in vendita fino alla fine del decennio, quando arriverà sulla nuova generazione la motorizzazione elettrica.

lamborghini nuovo modello sfida bmw
Una Lamborghini Urus in un salone dell’auto (ANSA) – fuoristrada.it

La versione ibrida plug-in è stata avvistata nei mesi scorsi sulle strade con dettagli che ne camuffavano le forme (ma non troppo). Quello che è emerso è che questa nuova generazione avrà un aspetto più affilato, con i gruppi ottici anteriori più sottili e e un paraurti, comprensivo di griglia frontale decisamente più particolare rispetto al passato, quasi a dare un aspetto più cattivo alla vettura. Nel posteriore invece ecco che svettano quattro terminali di scarico, cosa che le conferisce un aspetto ancor più sportivo e ne accentua le doti sotto il cofano.

Il meglio sta nel “cuore”

Come detto, sotto il cofano ecco il V8 ibrido plug-in che dovrebbe essere derivato dalla Porsche Cayenne Turbo S E-Hybrid, con una potenza che supererà quindi gli 800 CV. Si parla di un motore termico che viene assistito da un modulo elettrico di circa 180 CV e che le permette un’autonomia in modalità full electric di circa 90 km con la batteria da 25 kWh.

L’obiettivo di questa Lamborghini è quello di stracciare la concorrenza della BMW XM, modello che celebra la celebre linea sportiva del marchio tedesco, presentato lo scorso anno. Una macchina incredibile da 653 CV o addirittura da 748 CV nella più performante versione Label Red e che ha già conquistato una buona fetta di mercato tra i SUV ad alte prestazioni. Un primato però che la Lamborghini non vuole farsi sfuggire.

Impostazioni privacy