Arriva dalla Francia il fuoristrada elettrico a meno di 10mila euro | Incredibile ma tutto vero

Arriva dalla Francia il fuoristrada elettrico a meno di 10mila euro. Incredibile, ma tutto vero. Adesso sì che l’off road a basse emissioni entra nel vivo. Scopriamo qualcosa in più su questo modello.

L’automobilismo è in continua evoluzione. Soprattutto in vista del 2035, anno in cui molti stati americani e tutta Europa saranno interamente elettrici – lasciando comunque spazio ad altre motorizzazioni ecosostenibili e alla fantasia dei costruttori – e ciò significa che stiamo parlando di un cambiamento radicale.

Fuoristrada, così non l'avete mai visto (Canva) 2 novembre 2022 fuoristrada.it
Fuoristrada, così non l’avete mai visto (Canva)

Ma necessario dal punto di vista ambientale, nel tentativo didi migliorare la situazione. Comunque, per quanto netta come innovazione, ciò non sta a significare che le case automobilistiche non potranno inventarsi nuovi particolari veicoli da qui in avanti. Di sicuro, in Francia non ci pensano neanche a rallentare in tal senso. Come dimostra la società francese KJ Auto con La Bagnole.

C’era una volta la Jeep CJ

Se non è storico questo modello, diteci voi quale lo è. Parliamo della Jeep CJ (Civilian Jeep), la prima Jeep della storia nonché un fuoristrada straordinario per l’epoca e iconico per ogni decennio. E’ stata realizzata dalla Willys-Overlan – successivamente divenuta Jeep – e prodotta dal 1944 al 1986. La sua nascita l’ha decretata come la versione commerciale di un veicolo utilizzato notoriamente dall’esercito americano durante la seconda guerra mondiale, e in effetti non ha proprio l’aspetto di un modello familiare.

Ma molto presto ha saputo come farsi amare anche dai più comuni cittadini. Non è sempre stata la medesima auto, finendo per evolversi costantemente attraverso diverse varianti e con vari allestimenti come Renegade, Laredo e Golden Globe. L’auto era disponibile sia a benzina che a gasolio. Poi arrivò il  turno della Jeep Wrangler, e tanti saluti alla CJ. Ma un veicolo del genere, pioniere di ciò che furono i mezzi off road da lì in avanti e dall’ottima mobilità – tanto da essere un’auto apprezzatissima pure oggi – è pressoché indimenticabile.

La Bagnole: un nome “tradizionale”

Un veicolo così particolare, per quanto ispirato al glorioso passato – CJ su tutti – del proprio segmento, fa specie per caratteristiche e dettagli tecnici veramente molto particolari. E anche per il nome, semplicissimo. La Bagnole in francese significa la macchina, quindi niente di particolarmente sofisticato.

Tuttavia, in una macchina che vuole legarsi al passato per farsi spazio alla grande nel presente, la cosiddetta semplicità possiamo scorgerla anche nel nome. E può rappresentare un grande vantaggio anche solo dal punto di vista del marketing. Sarà così anche per quanto riguarda l’auto? Scopriamolo.

KG La Bagnole: ecco il fuoristrada utilitaria

La Bagnole (Web source) 2 novembre 2022 fuoristrada.it
La Bagnole (Web source)

La Bagnole, più che ad un fuoristrada, è paragonabile ad un quadriciclo a ruote alte. E’ dotato di due posti a bordo e a un vano di carico dal volume di 650 litri. E’ lungo 2,8 metri, largo 1,5 e alto 1,4. La distanza da terra del mezzo sfiora i 40 centimetri, il che è davvero una cifra notevole. La sua struttura, telaio in acciaio compreso, permette a questo particolare mezzo di districarsi molto bene in città come su strade più insidiose. Il peso ridotto a 285 chilogrammi aiuta di certo in tal senso.

Ciò avvantaggia La Bagnole anche per quanto permane l’elettrificazione; meno peso comporta una batteria più piccola e meno costosa. E anche il prezzo può vedersi ridotto di parecchio. Il modello in questione è spinto da una copppia di motori elettrici posteriori da massimo 21 Cv, entrambi alimentati da una batteria al litio-ferro-fosfato che pesa meno di 40 chilogrammi. Piccola e poco pesante, ma comunque capace di contenere fino a 140 chilometri di autonomia.

Esistono due versioni del veicolo: una che non va oltre i 45 chilometri orari e guidabile a partire dai 14 anni e quindi senza patente. L’altra, da 80 km/h; quest’ultima però necessita di patente B. Il prezzo è di 9900 euro, quindi praticamente quanto un0auto utilitaria. Produzione e consegne sono programmate per il 2023, con i preordini già aperti a chiunque voglia provare un’esperienza off road totalmente diversa.

Impostazioni privacy