Addio Spotify, partono i rimborsi per tutti i clienti: la data ufficiale della chiusura

Arriva una notizia davvero importante per chi utilizza Spotify. E’ stata comunicata la chiusura ufficiale del servizio

Il tentativo è naufragato. Nonostante ai nastri di partenza sembrava essere una soluzione piuttosto efficace e desinata al successo, per Spotify  è stato inevitabile ripensare il progetto e confermarne la chiusura. In particolare, il servizio non sarà più disponibile entro la fine dell’anno. Una notizia ufficiale che ha generato subito rimostranze e polemiche da parte degli utenti.

Addio Spotify rimborsi
Annuncio improvviso di Spotify, chiuso il servizio utilizzato da tantissimi utenti (Foto Ansa) – Fuoristrada.it

Giunge al termine precisamente il servizio per auto Spotify Car Thing. L’accessorio ha avuto una vita commerciale piuttosto breve, nonostante abbia continuato a essere utilizzato da non pochi utenti. Si tratta di un semplice dispositivo hardware per il cruscotto auto, capace di collegare l’app Spotify presente sul telefono all’auto attraverso Android Auto o Apple CarPlay.

Secondo quanto annunciato dall’azienda, a partire dal 4 dicembre 2024, il servizio Spotify Car Thing servizio sarà definitivamente dismesso. Per tale ragione, in prima istanza la società aveva invitato i suoi clienti a disfarsi dell’oggetto smaltendolo alla stregua di un rifiuto elettronico, senza prevedere un rimborso o affini. Tuttavia, la situazione è poi cambiata grazie a quanto messo in atto da alcuni utenti, evidentemente infastiditi dalla decisione presa che li obbliga a rinunciare a un servizio già pagato

Addio a Spotify Car Thing: l’azienda comunica la fine del servizio, cosa accadrà adesso

Alcuni utenti che utilizzano Spotify Car Thing, infatti, hanno intentato una causa collettiva contro Spotify, presso il tribunale distrettuale meridionale di New York. Come riporta il sito HDMotori, a quanto pare, coloro che lo desiderano possono ottenere indietro i soldi investiti nell’acquisto del dispositivo, contattando l’assistenza clienti di Spotify e fornendo la prova di acquisto.

Spotify chiusura servizio rimborsi
Spotify, decisione irrevocabile:cosa possono fare gli utenti (Foto Ansa) – Fuoristrada.it

Ciò non ha però comportato il termine della polemica, siccome in qualche modo l’azienda ha costretto i clienti a ritrovare degli scontrini ormai datati e, secondo alcune indiscrezioni, il rimborso avverrà comunque suddiviso in più pagamenti.

Non ne esce quindi nel migliore dei modi un’azienda che si è sempre distinta per l’attenzione al cliente e per essere uno dei brand tecnologici in prima fila rispetto alle operazioni ecosostenibili, tra cui anche lo smaltimento dei rifiuti. La decisione di procedere al rimborso si è fatta attendere e si accoda a un anno di polemiche, come quelle riguardanti l’aumento del prezzo del servizio Spotify di streaming musicale.

 

Impostazioni privacy