Schumacher, ultim’ora commovente: ne stanno parlando tutti, è andata benissimo

Il cognome Schumacher continua a far parlare di sé in maniera continuativa e costante. Ecco per quale motivo stavolta.

Sono passati tanti anni dal primo e dal secondo ritiro dalla Formula Uno del sette volte campione del mondo Michael Schumacher, e tantissimo tempo è passato pure dal terribile incidente che l’eterno campione di automobilismo ha subito sulla pista di sci di Méribel.

schumacher vendita milionaria orologi asta
Schumacher (fuoristrada.it – Ansa)

L’ex Benetton, Ferrari e Mercedes, da quel momento in poi, non è stato più visto in pubblico, venendo coperto da un alone di privacy e rispetto praticamente mai venuto meno da quel giorno in poi.

Oltre 10 anni fra riabilitazione, convalescenza e tanto mistero sule sue effettive condizioni fisiche e mentali. In ogni caso, è chiaramente giusto così, visto che Michael e la sua famiglia meritano – come ogni altro cittadino del mondo – tutta la protezione e la serenità possibile. A proposito degli Schumacher, comunque, ultimamente è stata appresa una notizia non di poco conto.

Schumacher, che notizia: di cosa si tratta

Buone notizie per la famiglia Schumacher. Oltre quattro milioni di euro guadagnati dalla famiglia del fuoriclasse tedesco nella vendita all’asta degli otto orologi che appartenevano all’icona della F1. Considerando che il valore di partenza non era inferiore ai 3,76 milioni di euro, è stato davvero un successo assoluto. La moglie Corinna, in totale accordo con i due figli della coppia, ha deciso di vendere tali orologi. L’asta era in programma lo scorso 13 maggio alla Christie’s a Ginevra in Svizzera.

schumacher vendita milionaria orologi asta
Orologi Schumacher, asta milionaria conclusa (fuoristrada.it – Ansa)

A causa di un attacco hacker, comunque, è stata rinviata di un giorno. Le 24 ore di ritardo non hanno messo a dura prova la riuscita di un evento che ha veramente colto nel segno. Gli acquirenti si sono battuti per otto orologi di grande valore storico, personale e culturale. Alcuni di questi oggetti erano lievemente usurati, ma in questo preciso caso non si può parlare di un dettaglio negativo: significa che sono stati effettivamente usati da Michael Schumacher, il che per i collezionisti è casomai un fattore che rende il potenziale acquisto ancora più stimolante. L’orologio che ha avuto maggiore successo (venduto a 1,5 milioni €) è stato il FP Journe.

Un pezzo molto speciale che Jean Todt fece realizzare appositamente per l’amico Michael in qualità di regalo di Natale del 2004, anno del settimo mondiale per Schumacher. Costruito interamente in platino, è stato prodotto da uno dei più abili orologiai dell’era moderna: Francois-Paul Journe. Contiene un movimento delle lancette realizzato in oro 18 carati e presenta il logo Ferrari e il casco del fuoriclasse tedesco. Non manca nemmeno il numero 7, che chiaramente fa riferimento ai mondiali vinti da Schumacher in carriera.

Impostazioni privacy