Mercato auto, svolta nel 2024 per questa tipologia: le vorranno acquistare tutti, si risparmia tantissimo

Oggi vi parleremo di un tipo di auto davvero molto interessante, che può essere conveniente per tutti. Ecco di quale si tratta.

Il mercato dell’auto sta cercando di uscire dalla fase più critica dell’era moderna, con il 2022 che è stato sicuramente l’anno peggiore di sempre. Il 2023 ha rappresentato un momento di rilancio e ripresa, ma è chiaro che fare peggio dell’annata passata avrebbe significato la definitiva morte del settore, che invece qualche piccolo segnale di ripresa ce lo sta lasciando.

Auto novità assurda
Auto che novità – Fuoristrada.it

Certo è che i dati sulle vendite non sono di certo quelli di una volta, con case automobilistiche costrette a pensare a delle promozioni continue pur di vendere. Il problema principale è dettato anche dagli altri costi di produzione, che poi si rifanno su quelli di acquisto, complicando la vita al cliente, il quale è già sommerso da un gran numero di spese e non può permettersi di spendere troppo denaro per una nuova auto.

Per questo motivo, la clientela cerca dei modi per uscirne, puntando sull’acquisto di auto usate o che non siano del tutto nuove. Oggi vi parleremo di un metodo che è molto utilizzato, ovvero quello dell’acquisto delle vetture a km zero. Andremo a cercare di scoprire se si tratta di una pratica a tutti gli effetti conveniente, o se ci sono dei lati che vi possono creare problemi o far alzare il prezzo. Tutti i dettagli.

Auto, la svolta è clamorosa per il mercato

Prima di tutto, è bene specificare cosa siano le auto a km zero: in sostanza, si tratta di vetture del tutto nuove, che però sono già state immatricolate. Tra gennaio e settembre, ne sono statte vendute più di 116 mila, e ciò significa che hanno del tutto riacquistato la loro popolarità, con un aumento del 38% rispetto al 2022, un risultato sicuramente interessante.

Auto km zero conviene o no
Auto km zero il dato è clamoroso – Fuoristrada.it

Secondo quello che si prevede, il 2024 sarà un anno rivoluzionario per il settore, dal momento che i produttori automobilistici adotteranno un nuovo modello di vendita. In sostanza, il costruttore sarà il principale rivenditore, con il concessionario che sarà solo un punto di contatto fisico tra il cliente e chi vende l’auto, ovvero la casa costruttrice.

Tra i punti di forza principali delle auto a km zero c’è il fatto di avere una vettura subito disponibile, che può essere pagata, presa e portata a casa, senza dover attendere di essere consegnata. Inoltre, costa meno perché l’immatricolazione è già stata fatta, pur essendo una vettura nuova a tutti gli effetti, che non ha percorso nemmeno un chilometro, nel pieno rispetto di quella che è la denominazione che la definisce.

Tuttavia, non mancano gli aspetti negativi, con il passaggio di proprietà che non è incluso e che va pagato da chi acquista la vettura. C’è pure da dire che l’auto a km zero non può essere scelta nei suoi allestimenti, ma anche nei colori ed in tutto il resto. Si deve prendere quella che è disponibile, senza fare troppe richieste particolari, altrimenti si prende quella nuova per la quale occorre attendere di più.

Impostazioni privacy