Arriva la supercar cinese che terrorizza Bugatti e Pagani: tre meglio di uno

Le aziende cinesi sono un torrente in piena capace di travolgere qualsiasi concorrente, incluse le hypercar più blasonate

L’ascesa delle aziende automobilistiche cinesi è l’emblema dell’evoluzione tecnologica e del cambiamento dei paradigmi nel mondo dell’auto. In un’epoca in cui la sostenibilità è diventata la parola d’ordine e l’innovazione è la chiave per aprirsi strada nel mercato, le case automobilistiche cinesi stanno rapidamente scalando le gerarchie, trasformando il panorama automobilistico globale.

È innegabile come il fulcro della loro successo risieda nella spinta voluta verso le motorizzazioni elettriche, dove la Cina si è affermata come una potenza indiscussa. Grazie alla disponibilità di una vasta gamma di materie prime, soprattutto quelle necessarie per la produzione delle batterie, il Paese del Dragone ha saputo capitalizzare questa risorsa in modo magistrale.

nuova hypercar cinese
In arrivo la nuova super sportiva cinese che fa tremare la concorrenza (canva.com) – fuoristrada.it

Tuttavia, l’ultimo colpo di scena di questa narrativa automobilistica cinese è rappresentato dall’ambizione di sfidare lo strapotere del Vecchio Continente nel mercato delle hypercar. Un contesto, quello europeo, in cui l’artigianalità, l’innovazione e il prestigio si fondono in creazioni meccaniche da sogno.

L’ingresso delle aziende cinesi in questo segmento è audace, una vera sfida ai giganti europei che da decenni detengono la supremazia in questo settore. Questo assalto è un’affermazione di competenza, una dimostrazione di capacità e creatività. Il successo non è garantito, ma l’innovazione è diventata la valuta del futuro dell’industria automobilistica, e le aziende cinesi stanno dimostrando di avere in serbo risorse, conoscenze e ambizioni per influenzare in modo significativo anche questo delicato settore.

Il brand cinese HiPhi presenta la sua nuova hypercar

HiPhi è un’azienda di automobili cinese probabilmente quasi sconosciuta anche ai più attenti e appassionati di motori. Eppure è stata in grado di mettere in produzione, esclusivamente per il mercato del Dragone, una hypercar che, almeno dai numeri, promette di non temere alcuna concorrenza. Snocciolando qualche dato, parliamo di 1.305 CV complessivi forniti dai suoi tre motori elettrici, 22.000 giri minuto, 290 Km/h di velocità massima e una coppia di ben 13.800 Nm.

nuova hypercar HiPhi A
Il brand cinese HiPhi presenta la sua nuova belva elettrica (HiPhi.com) – fuoristrada.it

Numeri mai visti prima e che possono essere scaricati a terra grazie anche ad un’ottima distribuzione dei pesi perfettamente equilibrati con il famoso 50:50 tra anteriore e posteriore e da un telaio vettoriale omnidirezionale supportato da uno sterzo attivo alle ruote posteriori, freni in carbonio ceramico e da sistema di sospensioni pneumatiche a regolazione continua. Il tutto abbinato all’adozione di nuovi materiali utilizzati per la sua composizione, inclusa l’innovativa lega di titanio, estremamente leggera e resistente.

Il pacco batterie, capace di sprigionare una potenza massima di 1,5 megawatt, è monitorato in tempo reale H24 in modo da garantire la massima efficienza e sicurezza, oltre ad essere protetto da una piastra in fibra di carbonio rivestita da materiale antiproiettile e copertura ignifuga a prova di urto e sollecitazione. L’unica cosa criticabile, ma ovviamente soggettiva, è l’aspetto estetico che non rispecchia certamente i canoni di bellezza tipici dei clienti europei.