Italiani impazziti per la Fiat Multipla: la notizia fa sognare tutti

La Multipla, con le sue comodità racchiuse in forme strane, è stata un’auto storica per il brand Fiat. Ecco come potrebbe essere il nuovo modello.

La Fiat da sempre è stata precursore dei tempi con vetture che hanno rotto gli schemi. La prima Multipla era addirittura nata negli anni ’50. Il concept rivoluzionario con sei posti, in poco più di tre metri e mezzo di lunghezza, lasciò tutti a bocca aperta. Una concezione che, di fatto, influenzò anche le due gen successive, reinterpretate in chiave moderna.

Italiani impazziti per la Fiat Multipla: la notizia fa sognare tutti
FIAT Multipla – Fuoristrada.it

Vi sono auto, magari anche brutte, ma che lasciano un segno. La Multipla sembrava arrivare da un fumetto di Topolino. Data la sua particolare veste fu addirittura messa in mostra nel 1999 al Museum of Modern Art di New York. Secondo molti critici era tra le vetture più brutte di sempre, ma trovò molti adepti non superficiali che andarono oltre le linee fumettistiche.

L’auto era un concentrato di comodità estremo. I sei posti erano un vero lusso che molte altre case costruttrici provarono a copiare. Il design sinuoso con un frontale, caratterizzato dallo scalino con due fanali tra cofano e parabrezza, dava all’auto un tocco di grandezza. Una specie di effetto ottico perché la Multipla si sviluppava più in altezza che in larghezza, risultando anche piuttosto funzionale nelle nostre giungle urbane.

In quegli anni chi voleva un’auto spaziosa sceglieva la Multipla. Il monovolume compatto era dotato anche di un ampio portellone del bagagliaio. Le sospensioni anteriori erano MacPherson, mentre le sospensioni posteriori erano a ruote indipendenti del tipo a bracci tirati. Una soluzione che diede ancor più respiro a passeggeri nella zona posteriore. Per di più l’abitacolo era caratterizzato da elementi funzionali con una plancia che ha fatto scuola.

La nuova Fiat Multipla

Ridefinire il concetto di comodità oggi vuol dire allinearsi alla moda dilagante dei SUV. Diversi produttori italiani hanno deciso di lanciare delle vetture a ruote alte per ampliare i listini. Le ricadute sul piano economico per Alfa Romeo, Maserati e persino per Lamborghini e Ferrari sono state sorprendenti. E’ scoppiata la moda dei SUV e la Fiat si adeguerà. Ha già presentato la 600 e si parla anche di B-SUV ed un’auto di segmento C che manderà in pensione, entro il 2025, sia Fiat Tipo che Fiat 500X.

La nuova Multipla potrebbe essere molto simile alla Pulse, venduta in Sud America. La nuova Multipla dovrebbe avere una lunghezza di circa 4,4 metri e vantare un design ispirato al restyling della nuova 600. Realizzata sulla piattaforma STLA Medium, la nuova Multipla potrebbe anche vedere la luce, esclusivamente, come veicolo 100% elettrico. La Multipla potrebbe diventare una delle opzioni più cheap nel segmento C del mercato automobilistico europeo.

La curiosità è già alle stelle. Nei prossimi mesi ne sapremo di più e andrà compresa la fascia di prezzo al lancio, che potrebbe oscillare tra i 20.000 e i 25.000 euro. Una grossa griglia a nido d’ape arricchisce il frontale, mentre la carrozzeria risulta meno eccentrica rispetto ai modelli passati. Al passo con i tempi anche l’infotainment, display da 10,1 pollici e sistema di telecamere a 360 gradi, sempre più essenziale nelle vetture attuali e future.

Impostazioni privacy