Briatore ci va giù pesante e non si trattiene: gli appassionati della F1 si dividono

La F1 vive il dominio di Red Bull e Max Verstappen ma c’è chi non se ne preoccupa troppo come Flavio Briatore, che va controcorrente.

La F1 è in vacanza ed è tempo di bilanci, prima di ricominciare a pensare alla seconda parte di stagione. Un 2023 che sta vivendo sul dominio della Red Bull e di Max Verstappen, sempre più lanciati verso una nuova doppietta iridata. Gli altri per il momento sono “dispersi”, nel senso che arrancano alle spalle del team campione in carica e, di volta in volta, si issano come seconda forza. Mercedes e Ferrari oggi lottano contro la McLaren, che dopo una partenza choc ha incredibilmente recuperato i migliori e ora è addirittura davanti, seppur di poco. Chi è calata invece è Aston Martin, che dopo i botti di inizio stagione comincia a perdere terreno.

Briatore ci va giù pesante
Flavio Briatore (ANSA) – Tuttomotoriweb.it

Di sicuro ci troviamo di fronte a una situazione non proprio ottimale. Liberty Media e la FIA speravano con le nuove regole di creare un campionato di F1 più combattuto, invece per ora non è stato così. La paura è che torni di nuovo come in passato lo spettro del calo di “desiderio” attorno al Mondiale. Per questo si sta pensando sempre di più a nuovi cambiamenti. Il presidente Stefano Domenicali ha lanciato tempo fa la proposta dell’abolizione delle prove libere per creare qualcosa di più eccitante per il pubblico. Ma non è l’unico punto in discussione al momento.

Briatore esalta la F1 attuale

Nonostante il campionato 2023 sia diventata solo un affare di Max Verstappen e della Red Bull, con gare quasi sempre dall’esito scontato, i numeri degli spettatori danno ragione alla F1. Infatti aumentano i fan che vogliono andare a vedere i gran premi, così come gli sponsor e i Paesi che vogliono entrare con i propri circuiti. Ed è su questo che punta Flavio Briatore, responsabile dello sviluppo commerciale del Circus. Intervistato da “Il Riformista“, l’ex manager di Benetton e Renault ha esaltato la F1 facendo capire che nonostante tutto lo spettacolo c’è e piace al pubblico.

In particolare Briatore ha sottolineato come l’andamento del campionato non abbia incuso sui numeri in pista, con oltre 380 mila spettatori presenti a Spa sotto la pioggia. Tanto che questo dato ha fatto dire al manager che “è proprio il segno che la percezione della F1 è molto alta”, al di là di quello che sta avvenendo.

Il pensiero di Briatore sulla F1
Briatore con il suo ex pilota Fernando Alonso (ANSA) – fuoristrada.it

Certo è che però se la Red Bull domina, c’è qualcuno che invece in F1 sta sbagliando da troppo tempo. Ma in Belgio Briatore ha visto qualche segnale importante, a partire da Lewis Hamilton, sul podio, così come la Ferrari, di cui ha salutato il terzo posto di Charles Leclerc in maniera entusiasta, segno che la Rossa sta migliorando. Ma ha ribadito come in questo momento Max Verstappen è imbattibile: “Dobbiamo accettare che c’è questo grande campione che sta dominando“.

Già, ma se dovesse continuare così ancora per diverso tempo, siamo sicuri che l’interesse per la F1 non cali? Perché almeno in tv, in particolare in Italia, i primi segni di cedimento di vedono: nelle prime dieci gare, la media è oltre 1.100.000 spettatori persi per ogni GP, il 31% in meno dello scorso anno.

Impostazioni privacy