Carlos Sainz attacca la Ferrari, accusa a Leclerc: l’addio sembra ormai inevitabile

Carlos Sainz continua a seminare scompiglio in casa Ferrari, e le sue ultime parole sono molto dure. Ecco cosa sta succedendo a Maranello.

Continua il calvario Ferrari, che questa volta è andato in scena a Budapest, durante il Gran Premio di Ungheria. Charles Leclerc si è dovuto accontentare del settimo posto, seguito da Carlos Sainz. Il monegasco ha tagliato il traguardo fisicamente in sesta piazza, ma ha dovuto cedere il passo a George Russell per via dei 5 secondi di penalità che ha subito.

Carlos Sainz e Charles Leclerc nervi tesi
Carlos Sainz e Charles Leclerc che tensione (ANSA) – Fuoristrada.it

Charles ha infatti superato il limite di velocità nella pit-lane al secondo pit-stop, ma non cambia poi tanto la situazione. Maranello vive una situazione insopportabile, ed anche i piloti sembrano averne abbastanza, ormai confinati in un team da metà classifica, che nulla ha a che fare con la gloriosa Ferrari, che era sempre abituata a giocarsi le vittorie sino a qualche tempo fa.

La Ferrari, dal 2020 in avanti, fatta eccezione per le prime gare del 2022, è a tutti gli effetti una squadra normale, non il top team che conoscevamo, che a fatica riesce a salire sul podio. Tutto ciò è inaccettabile visto il budget che hanno a disposizione, ma nulla cambia nel concreto. Nel frattempo, tra Sainz e Leclerc continuano ad esserci scintille non da poco.

Sainz, sentite che bordate a Leclerc ed alla Ferrari

La domenica di Budapest è stata, come al solito, un incubo per la Ferrari, che dopo gli illusori buoni risultati di Montreal e Spielberg è tornata nel baratro. Charles Leclerc non ha potuto nulla per contrastare coloro che gli partivano attorno, mentre Carlos Sainz ha centrato una grande partenza, ma poi non è più progredito.

sainz addio ferrari
Ferrari con Leclerc e Sainz in azione (ANSA) – Fuoristrada.it

Un fatto interessante è accaduto nel momento del secondo pit-stop, con lo spagnolo che era davanti al compagno di squadra dopo il pit-stop lento di Charles alla prima tornata di soste. In certi casi, le squadre fermano sempre il pilota che è davanti, ma per rimettere in paro la situazione, a Leclerc è stato concesso l’undercut, facendolo tornare davanti a Sainz.

Nella parole riportate da “Marca“, si nota tutta la frustrazione del nativo di Madrid: “Non ho molte cose da dire, Leclerc ha avuto un pit-stop molto lento, ed al muretto hanno deciso di compensare alla sosta successiva per compensare. Credo sia stato un peccato, ma ci deve preoccupare più che altro il distacco che abbiamo accumulato dalla Mercedes, eravamo troppo lontani. Anche la McLaren adesso è nettamente più veloce della nostra macchina, dobbiamo lavorare duramente e provare a fare dei passi in avanti. I rivali li hanno già fatti“.

Il figlio del due volte campione del mondo rally è stato poi interpellato sul passo gara, dicendo che nella prima parte, quando aveva le Soft, si è ben trovato. Tuttavia, è poi sopraggiunto il degrado quando gli stint si sono fatti più lunghi:”Il passo? Non è stato terribile, nei primi 15 giri era come volevo io, ma poi tutto è andato storto quando ho messo la Dura. Sugli stint più lunghi degradiamo troppo le gomme“.

Impostazioni privacy