Scegliere l’auto sbagliata può costarti carissimo | Ecco i consigli per non cadere in trappola

Il momento che precede l’acquisto di un’auto impone sempre una grande riflessione per scegliere quale sia il modello giusto che risponde alle proprie esigenze. Prendere in considerazione solamente il prezzo in fase di scelta sarebbe però un errore.

Acquistare un’auto comporta un investimento non da poco, che può risultare proibitivo per molte famiglie, soprattutto in un periodo difficile come quello che stiamo vivendo.

Scelta auto
E’ difficile scegliere l’auto giusta ma è importantissimo | Canva

È per questo che molti finiscono per rimandare in attesa di tempi migliori, magari anche di qualche incentivo che viene proposto a più riprese dal governo per aiutare le aziende del settore a risollevarsi dopo un periodo di crisi. Anche dilazionare il pagamento a volte può non bastare, è per questo che è consigliabile riflettere prima di scegliere quale sia il modello che fa al proprio caso.

Scegliere l’auto da acquistare è sempre emozionante

A volte non è però possibile rimandare e non si può posticipare a lungo l’acquisto di un’auto, specialmente se quella che si è usato fino a quel momento ha ormai diversi anni di vita alle spalle. Il problema si aggrava soprattutto se ci si trova a spostarsi in una grande città, dove i modelli più inquinanti non possono accedere facilmente.

La preferenza spesso si basa soprattutto su due aspetti: l’estetica (anche l’occhio vuole la sua parte) e il prezzo. Non andare oltre il budget che si ha a disposizione è fondamentale, anche se non deve essere l’unico fattore che può condizionare la scelta.

Navigare in Internet è una consuetudine per molti di noi, per questo prima di recarsi in concessionaria sarebbe bene effettuare una ricerca online per individuare le caratteristiche del modello che si sta puntando. Questa può essere l’occasione anche per fare un confronto con vetture che appartengono allo stesso segmento e verificare quali siano le differenze. A volte si può finire per prediligere una vettura a cui inizialmente non si aveva pensato.

Non conta solo il prezzo di acquisto

Anche se si è scelto il modello da acquistare, non si dovrebbe mai dimenticare di prendere in considerazione anche il tipo di alimentazione del veicolo. Questo, infatti, è un aspetto tutt’altro che trascurabile, a maggior ragione se si hanno abitudini particolari: chi si sposta soprattutto in città e fa pochi chilometri l’anno può evitare il diesel. Oltre alla benzina, però, si possono valutare anche l’ibrido e l’elettrico.

Guidare auto - Foto | Pixabay 2 novembre 2022 fuoristrada.it
Dimmi come guidi e ti dirò che auto ti serve – Foto | Pixabay

Chi invece è chiamato a fare molti chilometri al giorno, soprattutto per motivi di lavoro, può prediligere il diesel, ma allo stesso tempo anche le motorizzazioni GPL e metano, che consentono di tenere sotto controllo i costi di gestione.

In fase di trattativa con il venditore si può inoltre chiedere, se lo si ritiene necessario, chiedere che sia lui a farsi carico dell’assicurazione, in modo tale da eliminare l’incombenza al proprietario e sommarla così alla rata mensile prevista per il finanziamento.

È inoltre consigliabile non inserire accessori a bordo che possono rivelarsi inutili per le abitudini del guidatore e che finiscono per far lievitare i costi al momento dell’acquisto.