I neopatentati possono guidare una Porsche, la novità del Codice della Strada che fa discutere

I neopatentati possono guidare un sacco di bolidi, il codice della strada lo permette e chi lo fa perfettamente in regola. Ma sarà una buona idea? Oggi discuteremo proprio di questa possibilità data ai giovani.

I neopatentati, una delle categorie più “colpite” dal codice della strada e senza ombra di dubbio anche dall’assicurazione. Diciamo che tutto viene fatto per prevenire più incidenti possibili, proprio nei confronti di chi sulla carta dovrebbe rappresentare la fascia di guidatori inesperti numero uno in assoluto.

Porsche per neopatentati
Porsche per neopatentati (fuoristrada.it)

Ma evidentemente non è sempre così, soprattutto facendo riferimento ad un cavillo regolamentare che invece di mettere dei paletti a milioni di ragazzi sembra averli favoriti eccome. E se non credete che sia così, ci basta poco per dimostrarvelo: se sei un neopatentato, puoi guidare una Porsche senza il minimo problema.

Sei neopatentato se…

Un neopatentato è una persona che ha conseguito la patente A2, A, B1 o B da meno di tre anni. Potremmo considerarli gli ultimi arrivati da questo punto di vista; ed essendo tali, devono rispettare ancor di più il codice della strada. A partire dai limiti di velocità, che non devono superare i 100 chilometri orari in autostrada e oltre i 90 sulle strade extraurbane principali.

Il tutto, nei primi tre anni di guida. Questa differenza rispetto ad un guidatore più esperto, si nota anche e soprattutto con i punti della patente. Vengono decurtati doppiamente: per la guida con il cellulare in mano ben 10, ad esempio. Insomma, fare sempre molta attenzione alle manovre che si compiono in auto da neopatentati, perché le conseguenze potrebbero essere veramente importanti.

Quali auto possono guidare i neopatentati?

Ma quali automobili possono guidare i neopatentati? Il codice della strada parla molto chiaramente. Chi possiede la Patente B, non può utilizzare e/o detenere un veicolo dalla potenza uguale o superiore a 55 kW/t. In poche parole, 70 kW di potenza e 75 Cv.

Per i primi tre anni dal conseguimento della patente, si deve anche avere un tasso alcolemico non superiore a 0,5 grammi al litro. Per i minori di 21 anni, il limite è praticamente zero. In caso contrario, le sanzioni pure in questo caso sono esemplari: patente sospesa per 36 mesi, carcere fino a 18 e addirittura confisca dell’auto nei casi peggiori in assoluto.

Ma ne siamo sicuri?

Queste sono regole in generale. Ma, evidentemente, non sempre i neopatentati sono chiamati a rispettarle. Grazie ad un cavillo di non poco conto, i giovani possono guidare auto elettriche o plug-in hybrid fino a 65 kW/t, peso batteria compreso. Con le elettriche decade quindi il limite dei 70 kW di potenza massima, così da poter guidare veri e propri bolidi.

Neopatentati
Neopatentati (web source)

Auto come l’RS e-tron GT Quattro, che ha una potenza di 50,7 kW/t ma capace di erogare ben 646 Cv di potenza massima. Un’autentico mezzo più da corsa che da strada, che nelle mani sbagliate può finire veramente malissimo.

Ma anche una Porsche Taycan Turbo S o una Tesla Model 3, e ancora una Ford Mustang Mach-E e una Kia EV6 possono essere guidate da chi ha la patente da massimo tre anni. Le modifiche al codice della strada sono certamente in buona fede, volte a incentivare utilizzo, acquisto e noleggio di nuove auto a basse emissioni. Ma con queste auto, il rischio del patatrac è davvero enorme. Soprattutto se di esperienza con un’auto se ne ha davvero poca.