Esiste una Ferrari brutta? Questo modello particolare sicuramente è sul podio dell’orrore

Conosciuta anche come “Furgone del pane” per la sua linea tutt’altro che attraente, la Drogo è sicuramente la Ferrari dalle linee meno piacevoli che si sia mai vista. Allora, perchè mai l’hanno prodotta ancora una volta?

Costruita nel 1962, la Ferrari 250 Drogo è passata alla storia con ben altro soprannome. Infatti, nell’ambiente dei motori è conosciuta come Breadvan, furgone per il pane alla lettera. Non sarà una delle Ferrari più belle di sempre, ma a qualcuno è piaciuta abbastanza da ordinarne una versione moderna che non può certamente essere costata poco…

La Ferrari più brutta di sempre
La Ferrari più brutta di sempre (Canva)

Poco fortunata 

Presentata nel 1962, la Ferrari Breadvan è una di quelle auto che fanno impazzire gli appassionati che non sanno se prenderla come un modello leggendario per la sua unicità o come un affronto alla casa dalla reputazione praticamente immacolata che l’ha messa su strada. O meglio, in pista: la vettura nacque infatti come auto da competizione da un’idea della famosa Scuderia Bizzarrini italiana.

Non sarà stata bella ma la Drogo o Breadvan era sicuramente veloce: con il suo motore V12 la macchina riuscì a raggiungere la velocità massima di 290 chilometri orari superando anche il modello base già molto potente per l’epoca. La sua carriera si limitò a sei gare, due vinte ed un paio coronate da ritiri in seguito a guasti. L’auto ha avuto inoltre un incidente nel 2022 durante un’esibizione in Francia: che sfiga…

L’idea europea

Ferrari Breadvan
Ferrari Breadvan (web)

A realizzare l’idea di una nuova Breadvan è stato il designer olandese Niels van Roij Design che si trova ad Uden. Questo marchio ha deciso di riportare in vita un’auto amata o odiata da molti che sicuramente non passa inosservata. Il progetto non è stato molto semplice da realizzare, secondo lo stesso designer che sostiene di aver incontrato qualche difficoltà nella costruzione.

Non è stato facile catturare l’essenza della 250 Drogo”, spiega Niels stesso in un’intervista. Il progetto ha preso vita – come conferma l’olandese – attorno al telaio di una Ferrari 550 Maranello, auto fornita di un motore V12 più potente di quello dell’auto originale. La costruzione è stata minuziosa: “La carrozzeria è stata realizzata a mano in modo totalmente artigianale e abbiamo scelto accuratamente tra otto tonalità di rosso”, continua l’uomo.

Riservata a pochi

Ferrari Breadvan
Ferrari Breadvan (web)

L’auto esibisce prestazioni degne di una supercar moderna con ben 485 cavalli di potenza per 320 chilometri orari ed un’accelerazione da 0 a 100 ottenibile in soli 4,4 secondi. Non tutti i fans del marchio però hanno gradito il ritorno dell’auto, ribattezzata Ferrari Breadvan Hommage: “Un carro funebre della Ferrari”, ha commentato qualcuno su Instagram.

Ma quanto costa questo esemplare rigorosamente unico? Non lo sappiamo, il prezzo della Breadvan Hommage è disponibile solo su richiesta – astenersi perditempo – e c’è da aspettarsi che visto l’impegno che i ragazzi di Niels hanno messo nel progetto, questa potrebbe essere la one-off del marchio Ferrari più potente che si sia mai vista.