Ciao ragazzi!
dopo averne parlato QUI , il 12/12 siamo partiti!

Volo Bologna - Denver, con scalo a Francoforte, noleggio di uno Sprinter camperizzato e via che si parte.

DA Denver, subito ad attraversare le Rockies fino allo Utah. purtroppo non abbiamo avuto tempo per andare ai salt lakes, ma siamo scesi direttamente a Moab, dove si respira decisamente l'aria di una capitale del divertimento! Tanti bei ferri in giro, ovviamente un sacco di Rubicon tirati a balestra, ma la cosa che mi ha colpito di più è la quantità di 4Runner in giro: sembra che li regalino! oltre ovviamente ai pickup.

@Marco, non ci siamo fatti scappare il Blue Pig, ma siamo rimasti un pò delusi! d'altra parte la capitale del BBQ è il Texas.. ma comunque il mio brisket è meglio di quello del BP!

seguendo i preziosi consigli di MattLodi e Marco, ci siamo fatti un pò di parchi: Arches, Canyonlands, Bryce Canyon (FA VO LO SO con la neve), Low Antelope Canyon, Horseshoe Bend (dimenticabile.. se non altro eravamo attaccati alla città), Monument Valley.

Tutti favolosi.. Note particolari: a Bryce abbiamo dormito con -22°C esterni e nonostante la stufa a propano, la mattina le taniche d'acqua erano ghiacciate! e no, non eravamo attrezzati per QUEL freddo, visto che le coperte che avevamo noleggiato abbiamo scoperto essere dei plaid da divano... fortuna che facendo anche campeggio in tenda invernale siamo abbastanza abituati al freddo, perchè è stata una notte impegnativa!

Nello scendere in New Mexico siamo riusciti a piantarci con il furgone in un misto di neve e fanghiglia collosa (argilla maledetta) in piena Navajo nation, in mezzo al nulla e senza segnale per miglia e miglia. Una famiglia Navajo con pickup passava di lì per caso, ha rimediato uno strop e ci ha letteralmente salvato il kulo.

Albuquerque (con visita obbligata a Los Pollos Hermanos), Santa Fe (bella, ma troppo dandy per i miei gusti) e via con la sgroppata di 900km verso il Texas..

In Texas inizia il vero BBQ tour della vacanza, con tappe a Fort Worth, Austin (maledetto Franklin's che ha dovuto chiudere il giorno prima del nostro arrivo per covid), Dallas, Houston, alternando qualche passeggiata in città con le degustazioni dei migliori BBQ joints della zona! 5 giorni di black angus, wagyu e porco.. alla fine non nascondo che ero abbastanza provato!

Visita alla Nasa di Houston (abbiamo un problema), poi rotta verso la zingara New Orleans per il Natale in Louisiana.

Città estremamente affascinante, purtroppo con un tasso di criminalità alto. e questo si nota distintamente. è l'unico momento in cui non mi sono sentito tranquillo al 100% di girare.

Dopo la visita alle paludi per vedere qualche alligatore, si fa tardi e risaliamo il Mississippi per tornare verso Denver: Texas, Oklahoma (pompe petrolifere e casinò indiani), Kansas (nulla!), Colorado.

Visitiamo Boulder, bellissima cittadina universitaria fuori Denver, in una giornata particolarmente ventosa (raffiche massime registrate: 160 km/h, l'ideale per essere in giro con uno sprinter!). Mentre siamo in un negozio vediamo un pò di fumo all'orizzonte e ascoltando le notizie scopriamo che è scoppiato un incendio in una prateria, che ci sta tagliando la strada tra Boulder e Denver.
Facciamo un giro lungo per tornare a Denver aggirando l'incendio e il giorno dopo scopriamo che quello che abbiamo aggirato è evoluto nel più distruttivo incendio della storia del Colorado.. quando si dice essere nel posto giusto al momento giusto!
incendio che ha distrutto anche la struttura dove saremmo dovuti andare a fare il tampone per il rientro.

risolviamo qualche cavillo burocratico legato alla pandemia e purtroppo è già l'ora di tornare a imbarcarsi per rientrare. ci lasciamo le Rockies alle spalle mentre decolliamo verso Francoforte. è il 31/12 e la consolazione è che nessuno ci romperà i maroni per capodanno visto che saremo in pieno volo!

grazie MattLodi e Marco per i preziosissimi consigli per questo spettacolare viaggio!