Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 61

Discussione: Dopo il lavaggio interno del telaio diamo una controllata

Visualizzazione Ibrida

Messaggio precedente Messaggio precedente   Nuovo messaggio Nuovo messaggio
  1. #1
    Iscrizione
    Feb 2020
    Fuoristrada
    Pajero v 20 2.5 td
    Città
    Genova entroterra!
    Messaggi
    26

    Predefinito Dopo il lavaggio interno del telaio diamo una controllata

    Buona sera a tutti quanti come qualche d' uno di voi sa sto facendo qualche lavoretto al mio pajero, ed oggi dopo aver nei giorni scorsi lavato per bene il telaio, ho deciso di controllarlo all' interno con una camera endoscopica, mi scuso per la scarsa qualità delle immagini ma non ho la messa a fuoco ma solo la possibilità di alzare o abbassare l'intensità luminosa, d' ogni modo il mio intento era di capire lo stato di corrosione interna del telaio e se il lavaggio con idropulitrice e sonda sturatubi fosse stato efficace nello scrostare le parti di ruggine che si sfogliano, in seguito stò pensado a come trattarlo per bloccare la corrosioneSnapshot000002.jpgSnapshot000006.jpgSnapshot000009.jpgSnapshot000010.jpgSnapshot000005.jpg

  2. #2
    Iscrizione
    Mar 2003
    Fuoristrada
    Land Rover 88 SIII
    Città
    bassa valle di Susa
    Messaggi
    8,886

    Predefinito

    Farei un trattamento di Fertan seguendo scrupolosamente le istruzioni e poi applicazione di un protettivo ceroso tipo Waxoil o Dinitrol

  3. #3

    Predefinito

    @Cricchetto,
    ottima e interessante investigazione, non avevo mai pensato di guardare dentro ai longheroni con una sonda.

    @Roby,
    Perchè il Fertan?
    Io sapevo che con il Fertan ci vuole poi olio di gomito, nel senso che poi dovresti passare e asportare le parti di ruggine che dovrebbero staccarsi sotto forma di polvere. Non era così?
    Io non sono poi sicurissimo che dopo il Fertan la ruggine non vada avanti comunque; è a base di acqua, e questa cosa non mi ha mai convinto.


    Io spruzzerei quelle vernici a solvente che bloccano la ruggine e poi dopo il protettivo ceroso.
    Oppure si potrebbe usare un metodo "antico" che si utilizzava sul metallo arrugginito e non: Olio di Lino cotto, che si trova in barattoli al Brico. Si passa (nel tuo caso devi spruzzarlo) e dovrebbe arrestare la ruggine. Poi però non penso sia sovra-verniciabile. Il trattamento poi andrebbe ripetuto a distanza di un anno.
    Di sicuro qualcuno che è più esperto con questo prodotto ti potrà dare qualche dritta migliore.
    Ultima modifica di mak_v8; 09-06-2021 alle 16:57
    Abbi dubbi, ...sempre!
    "La fantasia è più importante della conoscenza. La conoscenza è limitata mentre la fantasia comprende il mondo intero." A.Einstein
    “Il più grande nemico della conoscenza non è l'ignoranza, è l'illusione della conoscenza. ” S.Hawking

  4. #4
    Iscrizione
    Feb 2020
    Fuoristrada
    Pajero v 20 2.5 td
    Città
    Genova entroterra!
    Messaggi
    26

    Predefinito

    grazie a tutti dei consigli, effettivamente un paio di anni fa avevo trovato un picozzo nel bosco e portato a casa avevo provveduto a fare il manico e lo avevo trattato con l' olio di lino cotto, notando la sua straordinaria efficacia contro la ruggine (se trovo una foto poi la inserisco), inizialmente ho chiesto quanto mi costava farlo sabbiare e verniciare a polvere, ma non mi è stata data alcuna garanzia della verniciatura all' interno per ovvi motivi, quindi la mia idea era, lavare e sgrassare bene i tubolari, tappare tutti i fori, tirare su il telaio in verticale e riempirlo di vernice, a conti fatti però servono circa 25 litri di vernice per saturare un tubolare per poi farla colare via, mi sembra un metodo molto laborioso dispendioso e poco efficace, poi o pensato di crearmi un diffusore con una sonda in modo da poter spruzzare dentro al telaio la pittura, ma effettivamente a conti fatti forse l' olio di lino è quello che penetra meglio e mi garantisce il totale fermo dell' ossidazione, e a questi punti dato il basso costo ed il numero di fori presenti sul telaio posso spruzzarlo comodamente con una pistola lava pezzi ad aria compressa, il discorso della zincatura mi è venuto in mente ma parlando con chi rivende lo zinco spray mi è stato detto che per avere un buon effetto bisogna: lavare e sgrassare molto molto bene non avere nessun punto di ruggine che sfoglia e poi spruzzare più mani per garantire uno spessore adeguato alla corrosione nel tempo, quindi mi sono limitato ad utilizzare lo zinco sulle parti del motore che erano già zincate e che non erano più in forma

  5. #5
    Iscrizione
    Mar 2003
    Fuoristrada
    Land Rover 88 SIII
    Città
    bassa valle di Susa
    Messaggi
    8,886

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da mak_v8 Visualizza Messaggio

    @Roby,
    Perchè il Fertan?
    Io sapevo che con il Fertan ci vuole poi olio di gomito, nel senso che poi dovresti passare e asportare le parti di ruggine che dovrebbero staccarsi sotto forma di polvere. Non era così?
    Io non sono poi sicurissimo che dopo il Fertan la ruggine non vada avanti comunque; è a base di acqua, e questa cosa non mi ha mai convinto.
    E' sufficiente ripassare con la stessa sonda e tutta la polvere formata dalla conversione della ruggine viene asportata, nel dubbio si può fare un secondo trattamento con successivo lavaggio, è la procedura che usano quasi tutti i restauratori di auto d' epoca, io l'ho usata la prima volta alla fine degli anni '80 e l' auto che avevo trattato, un' Alfetta notoriamente soggetta ad arrugginire, è tutt' ora perfetta, lo stesso procedimento l'ho effettuato nel telaio della mia Land Rover nel 2002 con il medesimo risultato soddisfacente. Occhio all' olio di lino, uno straccio imbevuto è soggetto ad andare in autocombustione a soli 20 gradi, ho rischiato di dare fuoco alla casa trattando con olio di lino un portoncino usando un panno di cotone e poi gettandolo nel bidone dei rifiuti che dopo poche ore ha preso fuoco!

  6. #6
    Iscrizione
    Dec 2018
    Fuoristrada
    Fioriera v20 e v80
    Città
    Roban
    Messaggi
    708

    Predefinito

    Io, avendo il telaio in mano ( separato) lo farei sabbiare.
    L ' interno, lo raggiungerai con la sabbiatrice professionale, rimuovendo i due tubi passanti dove si aggancia il paraurti anteriore. Se invece il tubo posteriore che collega i due longaroni è compromesso, via lui.
    A quel punto sentirei una grande azienda per valutare zincatura a caldo come fanno sempre più comunemente per i cancelli

  7. #7
    Iscrizione
    Jul 2017
    Fuoristrada
    G.Cherokee wj2.7 crd 2002
    Città
    Sud Sardegna
    Messaggi
    8,684

    Predefinito

    Prendete un pezzo di ferro qualsiasi con una bella patina di ruggine... Non fate nessuna preparazione, passate l'olio di lino cotto con un pennello o con uno straccio.

    Fate la prova poi parliamo dei risultati. Non ha nulla in comune con vernici o olio minerale ecc... Il risultato è un'altra cosa.

    Fare una prova così economica, è meglio di mille parole.

  8. #8
    Iscrizione
    Jul 2017
    Fuoristrada
    G.Cherokee wj2.7 crd 2002
    Città
    Sud Sardegna
    Messaggi
    8,684

    Predefinito

    Un mio ex collega con cui lavoravo oltre vent'anni fa, un giorno parlando di cancelli e come verniciarli mi disse che un suo parente molto anziano gli aveva insegnato che per pitturare in modo duraturo un cancello in ferro, bisognava prima lasciarlo arrugginire...

    Ovviamente io scoppiai a ridere e lui si offese...

    Ma io all'epoca valutavo la cosa da un differente punto di vista, io valutavo le vernici moderne, quelle che da 80 e più anni, grazie alla petrolchimica, hanno soppiantato tutti i vecchi metodi tramandati di generazione in generazione per migliaia di anni.

    La vernice non penetra non viene assorbita, fa una pellicola plastificata superficiale punto e basta, quindi perfetta per il ferro nuovo sgrassato senza tracce di ossido....

    I vecchi sistemi con olio vegetale come l'olio di lino, invece sfruttavano l'ossido di ferro che sta naturalmente aggrappato al ferro per potersi a loro volta aggrappare e stare a contatto diretto con il ferro non ossidato che stava sotto il velo di ruggine, trasformando il sottile velo di ruggine in un composto stabile, quanto e più di una vernice moderna sul ferro nuovo sgrassato....

  9. #9
    Iscrizione
    Feb 2020
    Fuoristrada
    Pajero v 20 2.5 td
    Città
    Genova entroterra!
    Messaggi
    26

    Predefinito

    Rieccomi ragazzi come promesso ho effettuato le prove di verniciatura sul ferro trattato con olio di lino, questo risale a circa due anni fa quando avevo fatto il primo picozzo e avevo trattato anche questo con l'olio di lino cottoDSC_2751.jpg
    si può ben vedere dalla foto che a distanza di due anni in un posto umido la ruggine non è andata avanti ma si è fermata(tra l' altro non lo avevo nemmeno spazzolato questo).
    Nelle due foto sottostanti si può vedere partendo dall' occhio dove va il manico una spruzzata di zinco a bomboletta, una spruzzata di nero opaco a bomboletta ed uno smalto sintetico antiruggine (azzurro) una bella mano spessa, mentre dall' altro lato ho sempre pitturato con lo smalto ma uno strato sottile e poi ho utilizzato una pittura poliuretanica grigia, a parte lo strato di smalto molto spesso che deve ancora asciugare tutte le altre vernici strofinandole con il polpastrello del dito non si distaccano e asciugano nei tempi normali di essicazione quindi direi che l' olio di lino se ben asciutto è verniciabile a questi puntiDSC_2755.jpgDSC_2756.jpg , vi aggiungo qualche foto del telaio fatta con lo smartphone per far capire lo stato interno di ossidazione DSC_2742.jpgDSC_2747.jpgDSC_2748.jpg
    Ultima modifica di Chricchetto; 11-06-2021 alle 16:17 Motivo: correzione testo

  10. #10
    Iscrizione
    Jul 2017
    Fuoristrada
    G.Cherokee wj2.7 crd 2002
    Città
    Sud Sardegna
    Messaggi
    8,684

    Predefinito

    http://www.ermas.it/Olio%20di%20lino...%20traspirante.


    Quando sei sicuro che è tutto bello asciutto, senza umidità o acqua, abbonda con olio di lino cotto, pentrerá dappertutto e bloccherà per sempre la ruggine a qualsiasi livello sia.

    Dentro lo scatolato, non esposto agli agenti atmosferici diretti, proteggerà per almeno cento anni.

    Un litro penso sarà più che sufficiente e sarà un investimento di 6...7 euro.

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. [WH / WK] GC WH 3.0 CRD - Manutenzione cambio automatico, lavaggio o no??
    Di CRD_pg_79 nel forum Grand Cherokee
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 15-02-2021, 19:14
  2. Lavaggio radiatore con acido citrico?
    Di mak_v8 nel forum Motore e sistemi annessi (aspirazione/scarico ecc...)
    Risposte: 44
    Ultimo Messaggio: 01-11-2018, 17:20
  3. lavaggio vano motore
    Di giaq nel forum 4x4
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 15-03-2018, 14:38
  4. Lavaggio cambio automatico
    Di Terio nel forum Grand Cherokee
    Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 06-10-2015, 11:27
  5. Lavaggio frizione
    Di ladapeppo nel forum Lada Niva
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 01-04-2015, 20:46

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •