Iscriviti alla newsletter di Fuoristrada.it:  


Pagina 1 di 13 12311 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 125

Discussione: Uaz 2206 Tunguska: tratto da articolo apparso su "Elaborare 4x4" Parte II

  1. #1
    Iscrizione
    Nov 2016
    Fuoristrada
    UAZ Hunter 2300 Td 2017
    Città
    Stienta (RO)
    Messaggi
    1,918

    Thumbs up Uaz 2206 Tunguska: tratto da articolo apparso su "Elaborare 4x4" Parte II

    Telaio e sospensioni

    Il telaio del pulmino Uaz è un classico longheroni longitudinali e traverse, ciò che è stato modificato invece dal modello base, è tutto l’assetto sospensivo a partire dalle balestre. Le balestre paraboliche che equipaggiano normalmente le 4 ruote, sono state ricentinate, rinforzate aggiungendo un foglio in più e dotate di doppio ricciolo. Le balestre appoggiano sui 2 ponti, bloccate con nuovi cavallotti rinforzati ed è stato inserito, nello spazio tra la balestra e il ponte, un cuneo per ripristinare il corretto angolo d’incidenza della trasmissione. Modificato anche l’attacco dei biscottini delle balestre al telaio, spessorato cioè con cilindri di alluminio da 40 mm per distanziare di più i ponti dal telaio e dalla scocca e ottenere una maggior escursione delle ruote. Sostituiti anche gli ammortizzatori con degli Orap Step 1 monotubo, a funzionamento misto azoto-olio a maggior escursione rispetto alla serie, con pistone da 46mm e stelo da 22mm. Alla fine tutto l’assetto ha beneficiato di un rialzo di 110mm frutto però anche di un progetto accurato, realizzato sia con uno studio statico attraverso accelerometri, sensori lineari e uno speciale software, sia con prove dinamiche.

    Motore e trasmissione

    Il propulsore a benzina Euro 6, a 4 cilindri longitudinale da 2683cc, a doppio albero a camme in testa e a 4 valvole per cilindro, si attesta su una potenza limitata a 112 cv a 4.250 giri/min. con coppia massima di 198 Nm a 2.500 giri/min.
    Lo stesso motore, sul modello Hunter, eroga invece 134,6 cv, ma nel caso del 2206, si è preferito dare risalto alla linearità di funzionamento, a tutti i regimi, compresi i più bassi, considerando che il mezzo può operare in fuoristrada anche con 9 persone a bordo. Il motore che si trova direttamente dentro in cabina, tra i due sedili anteriori, dispone delle bobine di accensione posizionate sopra il coperchio delle valvole, in posizione alta e protetta, quindi al riparo da guadi anche notevoli. Naturalmente, a richiesta è possibile installare un impianto di alimentazione a Gpl o a metano. Il modello, come praticamente tutti i modelli Uaz, è part-time, quindi a trazione posteriore, trazione integrale inseribile meccanicamente tramite leva dedicata. Il cambio manuale è a 5 marce, con riduttore a 2 rapporti. Le ridotte sono sempre ad azionamento meccanico con apposita leva situata vicino a quella precedente. I ponti rigidi sono rinforzati ma di serie e il differenziale posteriore è munito di blocco al 100% elettrico (optional sul modello base), comandato da un pulsante in plancia. Il preparatore è poi intervenuto sulla catena cinematica per compensare la maggior distanza tra i ponti e il gruppo riduttore. Per cui l’albero anteriore è stato spessorato e allungato con un distanziale in Ergal, mentre quello posteriore è completamente nuovo, rinforzato e dotato di doppia crociera per permettere una più ampia escursione del ponte posteriore.

    Comportamento su strada e in OR

    La prima cosa che stupisce sul mezzo, è la posizione di guida molto avanzata, ma la presenza del motore in cabina non intimorisce per niente, allorchè appena in movimento, si apprezzano una silenziosità del motore inaspettata, assenza di vibrazioni, e la sua elasticità. Rispetto ai 452 precedenti, questo è più pimpante, lo sterzo servoassistito è a tutto vantaggio della maneggevolezza, l’impianto frenante coi 2 dischi anteriori e i tamburi posteriori, munito anche di ABS, è fin troppo esuberante. D’altra parte l’impianto è progettato in funzione anche del carico notevole che può accogliere questo veicolo. Le marce sono correttamente rapportate con una quinta ben sfruttabile ma di riposo. Un’altra lato a favore, grazie al lavoro svolto sull’assetto e il reparto sospensivo, è il confort di marcia sia su strada che in OR, che fa quasi dimenticare di trovarsi a bordo di un veicolo balestrato. Fuori dall’asfalto, il Tunguska ripaga dell’esborso per acquistare questa versione preparata del 2206. Non ci si rende conto che la sua genesi sia risalente al lontano 1966, gli aggiornamenti hanno fatto sì che questo pulmino 4x4 non sia assolutamente un mezzo anacronistico e si configura quindi adatto ai più svariati impieghi. A guidarlo vien voglia di spingerlo sempre più oltre alla ricerca di ostacoli sempre più impegnativi. Ci si dimentica della posizione avanzata, il beccheggio poi è inavvertibile e la facilità di guida stupisce. La coppia sempre erogata in modo lineare e il motore che risponde con grande elasticità, favoriscono l’aderenza delle ruote al terreno che è copiato anche grazie all’ampia escursione delle sospensioni. Il Tunguska può, senza problemi, affrontare anche pietraie profonde, dove la progressione del motore non produce strappi alla trazione consentendo una motricità molto efficace. Chiaramente un mezzo che offre all’utente grandi possibilità di impiego, anche se la sua indole sembra consacrarlo a viaggi anche in terre veramente inospitali. A questo scopo una ditta italiana si è specializzata nell’allestire un kit di camperizzazione comprendente gavoni, panche, tavolino e accessori, il tutto facile da montare e smontare e di poco ingombro una volta smontato. Il container di dimensioni 175x76x77 cm viene denominato “box Matrioska”perché gli elementi smontati del kit si incastrano l’uno nell’altro, facile così da stoccare. Camperizzazione e impianto a Gpl a parte, il pulmino Uaz 2206 Tunguska viene a costare, chiavi in mano e garanzia a 2 anni compreso omologazioni, 35.000€. Rispetto al prezzo del modello di serie, ci sono da sborsare 12.000€ in più. Se si pensa a tutti gli accessori, montati e omologati, al progetto frutto di studio e di collaudo, credo che sia ancora un prezzo molto favorevole rispetto a certa concorrenza.

  2. #2
    Iscrizione
    Dec 2009
    Fuoristrada
    patrol tr 2.8 safari e Dc
    Città
    Vicenza
    Messaggi
    9,123

    Predefinito

    Se non fosse x la moltitudine di parole? Non rosponderei! Ma questo sermone, a degnare la risposta, è obbligo> Io sarò Molto veloce e sintetico: Un veicolo che costa NUOVO e che deve entrare in un mercato di scassoni dove difficilmente si trova affidabilità ad un prezzo del genere e proponendosi anche versione Vacanza.. Magari magari…

  3. #3
    Iscrizione
    Mar 2017
    Fuoristrada
    jeep xj 4.0
    Città
    dalla Val di Fassa all'Andalusia
    Messaggi
    160

  4. #4
    Iscrizione
    Apr 2018
    Fuoristrada
    IvecoMassifSsangyongMusso
    Città
    Ferrara
    Messaggi
    4,443

    Predefinito

    Bravissimo sturm.
    Resto stupito dagli elogi per la facilità di guida e la silenziosità, non me l'aspettavo.
    Una nota assolutamente da fare riguarda secondo me le inaspettate dimensioni effettive di questo pulmino che, ricordiamolo, ha 9 posti e, di primo impatto, sembra enorme, complici anche un'altezza di 2,05 metri e una largehezza di 1,94: pesa 2 tonnellate tonde, con una portata di 875 kg - ma è lungo solo 436 cm, come una fiat bravo!

    Se posso dir la mia, io non ce li spenderei 12000 euro di elaborazioni. È già molto alto da terra di serie, per guadagnare ulteriori cm è stato necessario modificare la trasmissione. Se non ricordo male le balestre sono sotto i ponti, quindi biscottini più lunghi lasciano comunque l'assale alla stessa altezza. Al limite, se fosse necessario, si potrebbero rinforzare le balestre e basta.

  5. #5
    Iscrizione
    Mar 2011
    Fuoristrada
    L200 178cv, JIMNYddis86cv
    Città
    Vallata (AV)
    Messaggi
    2,971

    Predefinito

    Boh... io non vorrei raffreddare gli animi...
    Sono auto che suscitano una certa passione indubbiamente, non hanno concorrenti nel loro genere e cercano appassionato che ci sta (veramente) dietro. Ma...
    Intanto nel loro paese di origine costano una sciocchezza... e si riparano con niente. Quindi ci sta.
    Qui da noi, per averle chiavi in mano c'è una speculazione ABNORME, (che non ho visto così marcata su altri marchi importati) e l'esborso superiore, non va investito in qualità, bensì...
    E sommato alle magagnette che ogni tanto saltano fuori... o sei veramente appassionato e le stai dietro... o... fate voi...
    Un'altra cosa... avendo la posizione di guida quasi fuori dell'abitacolo... in caso di crash? Sono progetti e lamiere anni '60...
    Anche se la concezione del tipo di mezzo a me piace, secondo me deve essere pesantemente "rivisto". (almeno ad arrivare agli standard del mio ford transit del 1980.)

  6. #6
    Iscrizione
    Mar 2017
    Fuoristrada
    jeep xj 4.0
    Città
    dalla Val di Fassa all'Andalusia
    Messaggi
    160

    Predefinito

    Ciriaco basta fare come sti ragazzi olandesi [emoji16]


    https://youtu.be/36jE2rSVucs

  7. #7
    Iscrizione
    Nov 2016
    Fuoristrada
    UAZ Hunter 2300 Td 2017
    Città
    Stienta (RO)
    Messaggi
    1,918

    Predefinito

    @temisto Lo so temi, i sermoni(poi qua sul forum ne imperversa un fautore che io battezzerei Levelik...naturalmente col costume con la calzamaglia verde e una L sul petto)faccio fatica a digerirli anch'io, ma questo era un articolo di un periodico del settore, il merito va al redattore del contenuto che mi sembra farcito bene e anche dettagliato.I giudizi che ha espresso sembrano tutti positivi, io l'unica pecca che metto a questo mezzo è il pericolo ruggine, parlando di Uaz è fin troppo scontato.Trattamenti particolari non credo proprio che ne subisca prima di uscire dalla catena di montaggio e poi ci sarebbe da dire due paroline sull'assemblamento che non è certamente curato nei minimi dettagli.Credo che la cura del preparatore milanese, al di là del prezzo del suo intervento, sia un valore aggiunto a questo veicolo , che già di serie è in grado di affrontare percorsi ardui. Chiaro che se ti compri un mezzo del genere, affrontare 15000 km di viaggio, devi metterci anche il suo tempo. Autostrade...per favore non chiediamo l'impossibile! Ma se gli chiedi di fare una Italia-Pechino-Vladivostok, tutta sterrate, mulattiere, pietraie...ti stanchi prima tu.
    Questo è un mulo, da artiglieria alpina, ti scalcerà ogni tanto, la sua velocità è quella. Dagli un pò di biada, ti porterà in capo al mondo e qualche mongolo, magari su un Toyota, ti sfanalerà. A me riempirebbe il cuore.

    @Franz Anche a me impressiona il fatto, che quando lo vedi da vicino sembra molto più lungo, allora un Ducato a confronto è una portaerei. Poi l'insonorizzazione del motore, il confort di marcia, mah vorrei veramente provarlo questo mezzo.Certo è che la cura del preparatore non è un interventino, diciamo che qui ci sono condensati almeno 3 Level, anzi se dovessi andare da questa officina per fargli vedere la mia Hunter e un veloce preventivino di preparazione, gli direi che lui sta facendo concorrenza agli Step di allestimento Massif...ah no accidenti dimenticavo che lui ha utilizzato i ponti originali ma già rinforzati del 452 di serie.Insomma nei suoi Level non è compresa la sostituzione dei ponti. Però le balestre come dice l'articolo, sono state rinforzate rispetto alla serie, con un foglio in più.Le balestre poggiano sui ponti, come sulla mia Hunter. Non capisco la faccenda del biscottino, che il preparatore dice di aver spessorato x innalzare la distanza dei ponti dal telaio.Ma se lo spessoramento avviene in senso longitudinale(cioè orizzontale giusto?)come faccio ad avere un innalzamento trasversale, cioè verticale?
    Al limite per innalzarlo si sarebbero dovuti mettere spessori tra il ponte e la balestra, dico io, che sono molto ignorante eh!

    - - - Aggiornato - - -

    @ciriaco Infatti, mi viene rabbia (se tu sapessi)che da loro sti mezzi, costano una cag......ta, poi chiaramente in Italia, con 35000€, uno ci pensa un attimo.Come dici tu, ci vuole passione x questa roba, lo compri, lo tieni x quasi tutta la vita...solo allora diventa un investimento...allora capisco anche la preparazione da 12000€. Allora ...se io potessi, mi caverei l'ultima voglia della mia vita e sono sicuro che con questo sarebbe come avere il mondo in mano. Almeno per me.

    @jacky72 Bellissimo filmato, veramente. Altro che preparazione da 12000€ ma forse è quello il vero spirito del 452 ah ah!

  8. #8
    Iscrizione
    Nov 2009
    Fuoristrada
    WJ 4.7 V8 HO m.y. 02
    Città
    Milano, e con un GMC è un casino....
    Messaggi
    12,909

    Predefinito

    Raga, non centra nulla........, ma quando vedo questi mezzi mi chiedo sempre dove finiscano le belle regole e limitazioni sui crash test, sulla sicurezza passiva, sulla sicurezza attiva, sulla sicurezza dei pedoni, ecc, ecc....

    Decidono che in Europa il Jimny nuovo viene messo al bando perché inquina troppo, però si permette di mantenere in vendita (quindi non parlo di modelli ed esemplari già in circolazione), per successiva circolazione, questi cosi che appena toccano qualcosa fanno danni incredibili....
    Ultima modifica di mak_v8; 19-05-2020 alle 11:48
    Abbi dubbi, ...sempre!
    "La fantasia è più importante della conoscenza. La conoscenza è limitata mentre la fantasia comprende il mondo intero." A.Einstein
    Andrà tutto bene! Keep fighting, don't give up!

  9. #9
    Iscrizione
    Mar 2011
    Fuoristrada
    L200 178cv, JIMNYddis86cv
    Città
    Vallata (AV)
    Messaggi
    2,971

    Predefinito

    In russia il prezzo di listino è di 11.000 euro. (890.000 rubli) Poi sicuramente in concessionaria un ulteriore sconto lo faranno...
    Ma sono tecnologie da 8.000 euro... (anni 60) stravalide, ma per quel prezzo. Senza pretendere finiture di lusso, spifferi di vento, pioggia in abitacolo o punti di ruggine... ma pretendere una cazzuta UAZ.
    Allora si può accettare, seguire e amare un'auto del genere...
    In questo caso Shturm, credo che avresti potuto realizzare il tuo piccolo sogno... (che comunque ti auguro di poter esaudire).
    Ciao Shturm!

    @Mak, consumi e soprattutto sicurezza... sono una nota dolente del piccolo furgoncino... sfido chi si sente "al sicuro" alla guida di un furgoncino così...
    Ultima modifica di ciriaco85; 19-05-2020 alle 11:55

  10. #10
    Iscrizione
    Nov 2016
    Fuoristrada
    UAZ Hunter 2300 Td 2017
    Città
    Stienta (RO)
    Messaggi
    1,918

    Predefinito

    @mak e ciriaco Guardate se avessi dovuto ragionare sui Crash Test, ma chi l'avrebbe mai comprata una Uaz..........il fatto è che mi ostino a continuare in questo stato di incoscienza........adesso poi mi è entrato nella testa la "pagnotta" russa, avessi 22-23M euro da sputtanarmi...ci siamo già capiti, ma a quel punto sfrattato di brutto da una moglie esasperata dai deliri e dai colpi di testa di uno Uazcompunsivo, le lascerei la casa e io trasformerei il pulmino nella mia dimora 4x4 con tanto di pentola di minestra di fagioli sempre in caldo. E poi in marcia...oltre...oltre...oltre Bastiani e le porte del Deserto dei Tartari.

    Non vi nascondo che 10 anni fa quando mi ero affacciato all'universo Uaz, mi era balenata l'idea di prendere un 452 bulgaro. ma tenuto bene eh
    Ultima modifica di Shturmovik; 19-05-2020 alle 12:40

Pagina 1 di 13 12311 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 18-05-2020, 23:16
  2. Riguardo " cambio nome utente" parte seconda
    Di Tusciasalica nel forum Aiuto e assistenza
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 05-03-2018, 14:19
  3. Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 10-11-2017, 06:12
  4. """"H E L P " La niva sembra andare a 3 cilindri
    Di Crisniva nel forum Lada Niva
    Risposte: 28
    Ultimo Messaggio: 01-08-2017, 13:06
  5. Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 13-04-2016, 15:08

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •