Iscriviti alla newsletter di Fuoristrada.it:  


Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 25

Discussione: motore diesel, come fargli 'bere' meno senza decrementi sostanziali di prestazioni

  1. #11
    whatamanz Guest

    Predefinito

    Cosa hai tolto per arrivare a -4qli?

  2. #12
    Iscrizione
    Jan 2014
    Fuoristrada
    galloper
    Città
    Lecco
    Messaggi
    205

    Predefinito

    ciao prima cosa l ho smontato tutto e rimontato con bulloneria in alluminio derivazione audi, tolti sedili posteriori, interamente impianto clima, vetri in policarbonato, batteria otpima, tutte le staffe in alluminio tolto e rifatto impianto elettrico per solo il necessario, cofano resina e altri piccoli lavori

  3. #13
    whatamanz Guest

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da stefano771 Visualizza Messaggio
    ciao prima cosa l ho smontato tutto e rimontato con bulloneria in alluminio derivazione audi, tolti sedili posteriori, interamente impianto clima, vetri in policarbonato, batteria otpima, tutte le staffe in alluminio tolto e rifatto impianto elettrico per solo il necessario, cofano resina e altri piccoli lavori
    Ottimo piano!

  4. #14
    Iscrizione
    Nov 2000
    Fuoristrada
    vedi firma sotto! :)
    Città
    Sąmątørzä (TS)
    Messaggi
    7,063

    Predefinito

    ecchissei? la RALLY ART?

    ad ogni modo anche la riduzione di attriti è sempre una buona idea... da miei recenti studi il ceramic power ed altri adittivi del genere usano il nitruro di boro esagonale come molecola antiattrito.

    Giusto ora vedo che una nota ditta canadese ha contenuto il costo di una libbra in granulometria 0,5 micron ( quella corretta per questo scopo) a 90 dollari... (presumo canadesi) che con spedizione dazi etc diventeranno anche il doppio, ma c'è di che farsi 100 litri di olii addittivati....

    è una spesa che un poco infastidisce, ma io ho gia due auto che con trasmissione e tutto fai il trattamento con gli adittivi già pronti come ordine di spesa non vai tanto distante.

    se trovassi qualcuno per fare un piccolo gruppo d'acquisto...
    Felice possessore di Sportage 2.0 cabrio , offro da bere a chi incontro con un' auto come la mia, il che non capita mai

  5. #15
    Iscrizione
    Jan 2014
    Fuoristrada
    galloper
    Città
    Lecco
    Messaggi
    205

    Predefinito

    conosco quelli relly art, molto ingamba, sono anche io meccanico preparatore e logicamente mi sono divertito a farlo, tenendo l'estetica esterna e interna originale,tranne che per lo snorkel, tanto che anche due mesi fa mi fermo' la polizia ma piu' per curiosita' facendomi i complimenti per il mezzo,io utilizzo quelli della sintoflon molto efficaci e costi contenuti, e molto disponibili a rispondere in caso di dubbi.

  6. Predefinito

    inserire acqua scissa in qualsiasi maniera elettrolisi pirolisi centrifugazione ecc.. nei motori diesel è una tecnologia che ha qualche anno e funziona pure a patto che la testa si in ghisa e che le sedi valvole in acciaio o altro materiale idoneo. l'alluminio il bronzo ecc.. presenti nei comuni motori si disintegra a causa della ricombinazione chimica in combustione. la miglior cosa sarebbe ceramizzare le parti ma...... si spende !!! a grandi linee un camion 4x4 consuma i fattori son troppi da elencare qualcuno ha già scritto qualcosa. fondamentalmente devi ridurre gli attriti e anche lì si apre un mondo, e sopratutto imparare a conoscere il mezzo e imparare a guidarlo. ora però una domanda te la faccio io a cosa ti serve un camion 4x4 ?

  7. #17
    Iscrizione
    Aug 2005
    Fuoristrada
    Pickup Toyota HZJ75 - '98
    Città
    milano
    Messaggi
    1,153

    Predefinito

    Ciao, all'ultimo raduno di Carrara c'era un francese che vendeva un additivo liquido da aggiungere al gasolio che permette, a suo parere, di rendere solubile l' acqua nel gasolio, oppure emulsionarla finemente, non ho capito bene.
    Ciò comporterebbe una riduzione nei consumi ed una miglior rendimento termico avendo l'apporto sia di idrogeno, che di ossigeno.
    Calcolando bene le percentuali si potrebbe addirittura aggiungere un pò d'acqua, meglio distillata, al gasolio, sfruttando poi le capacità dell' additivo per discioglerla-emulsionarla.
    L'idea mi era sembrata tipo l'uovo di Colombo, senza iniettori, centraline di controllo, celle per elettrolisi e con costi ed ingombri ridicoli ...
    L'unico dubbio è in merito all'effettiva capacità di "sciogliere" l'acqua nel gasolio.
    Ho poi chiesto lumi sulla veridicità dell' invenzione ad un mio amico che è un cervellone,( progetta e programma le saldatrici industriali robotizzate, tipo quelle che entrano negli olodotti e li saldano dall'interno ) e mi ha confermato la veridicità del sistema, anzi si ricorda che qualche decennio fà lo utilizzavano nei mezzi pubblici, o nelle flotte di camion, si utilizzava acqua distillata e l'additivo.
    Lo fornivano in fusti del prodotto già mischiato all'acqua distillata e si doveva solamente aggiungere al gasolio in quantità esatte. Miglior rendimento termico, qualche cavallo in più, minor consumo a parità di giri e fumi meno inquinanti.
    L'unico neo è che era da utilizzare preferibilmente in mezzi usati quotidianamente, perchè a stare fermi l'acqua tendeva a tornare al suo stato (quindi è un'emulsione) con rischi di corrosione e grippaggio inniettori se il veicolo fosse stato fermo un tot, non sò quanto.
    Il mio amico non si ricorda più nè il nome commerciale, nè quello del "principio attivo", è passato troppo tempo !
    Qualcuno di Voi sà, si ricorda qualcosa in merito ? Sarebbe moolto interessante.

    Ho provato il prodotto del francese ed in effetti il motore sembra un pò più reattivo, pronto e forse un pò più parco nei consumi, ma solo a velocità costante, perchè ho un piedino pesante...
    Stavo pensando di portarne un campione ad analizzare, qualcuno di Voi lavora con lo spettrometro di massa ...??
    Ciao, iltico.

  8. #18
    Iscrizione
    Mar 2003
    Fuoristrada
    Land Rover 88 SIII
    Città
    bassa valle di Susa
    Messaggi
    8,660

    Predefinito

    Esatto, si chiamava Gecam ed era gasolio emulsionato con acqua tramite un idoneo additivo (quello venduto dal fracese) che evitava la separazione dell'a cqua dal gasolio. Lo scopo principale era la riduzione degli agenti inquinanti ed era molto usao sugli autobus di Torino qualche anno fa, poi hanno iniziato a montare i FAP o alimentarli con aggiunta di metano, in nessun caso c'è contributo di idrogeno ed ossigeno, per scinderli dalla molecola dell' acqua occorre una quantità tale di energia che non si ha durante un normale ciclo di combustione, altrimenti vaporizzando acqua su una fiamma esploderebbe...

    http://www.europetroli.com/4prodotti_gecam.asp

  9. #19
    Iscrizione
    Aug 2005
    Fuoristrada
    Pickup Toyota HZJ75 - '98
    Città
    milano
    Messaggi
    1,153

    Predefinito

    Oh, grazie, Roby !
    Quando ne parlavo con conoscenti mi guardavano come se non avessi tutte le rotelle ...!!
    Non ho idea dell'energia necessaria a scindere le molecole d'acqua, pensavo che con la pressione e temperatura della combustione ci si potesse riuscire.
    Nel link che hai gentilmente indicato scrivono principalmente dell'abbattimento dedgli inquinanti, sarebbe da usare almeno nelle revisioni !!
    Però scrivono che l'acqua vaporizzandosi migliora la combustione, quindi a parità di velocità riduce i consumi, poi resta da valutare di quanto.
    Se qualcuno ricorda, l'iniezione di acqua in camera di combustione, o nel collettore, è una tecnologia già usata nei caccia della II Guerra Mondiale e poi nella F1 per aumentare le prestazioni.
    Nei caccia per ovviare alla carenza di ossigno ad alta quota e nella F1 non bastano mai i CV.
    Secondo me è probabile che si riesca a scindere l'acqua nella camera di scoppio perchè è finemente nebulizzata, o ancor meglio sotto forma di vapore.
    E' lo stesso discorso del ferro che non può bruciare, ma se dai fuoco alla paglietta di ferro si "brucia".

    Certo che ridurre gli attriti col teflon, o con i ceramici sarebbe ideale.
    Altra alternativa, ma con costi non convenienti, sarebbe quella di montare cuscinetti in ceramica, anche se non ho idea se resisterebbero alle vibrazioni, magari meglio in un 6-8 cilindri ?
    Di sicuro non c'è un'unica soluzione, ma bisogna recuperare un pò quì ed un pò là e credo, spero, che ad almeno un -20/25% ci si possa realisticamente arrivare.

    Ciao, iltico.
    Ultima modifica di iltico; 06-12-2015 alle 10:47

  10. #20
    Iscrizione
    Aug 2005
    Fuoristrada
    Pickup Toyota HZJ75 - '98
    Città
    milano
    Messaggi
    1,153

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Marco Visualizza Messaggio
    ecchissei? la RALLY ART?

    ad ogni modo anche la riduzione di attriti è sempre una buona idea... da miei recenti studi il ceramic power ed altri adittivi del genere usano il nitruro di boro esagonale come molecola antiattrito.

    Giusto ora vedo che una nota ditta canadese ha contenuto il costo di una libbra in granulometria 0,5 micron ( quella corretta per questo scopo) a 90 dollari... (presumo canadesi) che con spedizione dazi etc diventeranno anche il doppio, ma c'è di che farsi 100 litri di olii addittivati....

    è una spesa che un poco infastidisce, ma io ho gia due auto che con trasmissione e tutto fai il trattamento con gli adittivi già pronti come ordine di spesa non vai tanto distante.

    se trovassi qualcuno per fare un piccolo gruppo d'acquisto...
    -------------------


    Grazie Marco dell' info, che ignoravo. A me interessa, si potrebbe prenderne una libbra e dividerla con qualcuno.
    Se tratta cento litri è più che sufficiente per una prova.
    Hai idea se prima del cambio olio bisogna fare un lavaggio motore con qualche prodotto specifico ?
    Sai qualcosa in merito alla dispersione del nitruro di boro esagonale nell'olio ? Basta mescolarlo con un agitatore, o necessita d'altro ?
    Ah, dimenticavo, parlano col Sig. Tetesco della Ceramic Power, che mi ha spiegato come fà a funzionare-aderire la ceramica, mi aveva accennato una spiegazione delle diverse composizione dei loro additivi per uso nel motore, o nel cambio-differenziale, dato che cambiano notevolmente i carichi e le condizioni d'utilizzo.
    Hai idea quale sia l'utilizzo migliore del "Tuo" prodotto, motore, o cambio-differenziale ?

    Grazie in anticipo, iltico,

Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •