Auto a GPL, quanti soldi ci vogliono per fare 100 km: il dato che incoraggia tutti

Il GPL può essere ancora una soluzione conveniente dal punto di vista economico: ecco il dato che lo dimostra

Con il costo della benzina e del diesel ancora alle stelle, è naturale valutare delle alternative, possibilmente ecologiche, oltre che economiche, per la propria mobilità. In un periodo in cui l’elettrico e l’ibrido la fanno da padrone, sta perdendo appeal la soluzione del GPL, fino a pochi anni fa tenuta in grande considerazione da molti automobilisti. Eppure, muoversi con un’auto a GPL ha ancora i suoi vantaggi. Lo dimostra un dato incredibile che potrebbe far cambiare idea anche ai più scettici.

Costo 100 km con auto GPL
Il GPL conviene: ecco il dato che lo dimostra (Canva) – Fuoristrada.it

Per chi viaggia molto e si muove su lunghe distanze, utilizzare un’auto alimentata a GPL è oggi più conveniente che mai, e non solo a causa dell’aumento del costo delle alternative tradizionali. Se in città la distanza rispetto alle vetture a diesel o benzina può in qualche modo essere attenuata, per chi percorre molti chilometri ogni anno il risparmio è assicurato e non è trascurabile.

Nonostante il settore sia in evidente crisi, con sempre meno auto vendute, a vantaggio di motori ibridi o elettrici, sono ancora diversi i modelli disponibili sul mercato, dalle Dacia Sandero e Duster alla Kia Sportage, passando per Hyundai i20, Renault Captur o una più classica FIAT Panda. Auto che non sono in questo momento particolarmente attrattive o alla moda, ma che restano le più vantaggiose per chi ha bisogno di viaggiare molto limitando i costi e i consumi.

Quanto costa viaggiare con un’auto alimentata a GPL

Non saranno le automobili più scattanti, quelle in grado di dare maggior soddisfazione in fase di accelerazione. Non riusciranno ad ‘attaccarti’ sul sedile, ma sono sicuramente le più apprezzabili quando si tratta di mettere mano al portafogli. In questo momento non c’è infatti nessun tipo di alimentazione economico come quella a GPL.

Lo riferisce il sito web Ecomotori, secondo cui attualmente il costo effettivo di una percorrenza di 100 chilometri è decisamente inferiore se si utilizza un’auto a GPL, considerando l’innalzamento del prezzo di tutte le principali alternative.

Quanto si risparmia con il GPL
GPL, dato incredibile: ecco quanto si può risparmiare (Ansa) – Fuoristrada.it

Se si ha una vettura diesel, considerando un prezzo medio di circa 1,800 euro al litro, per impiegare 100 chilometri serviranno circa 6 litri, e quindi il costo totale sarà superiore ai 10 euro. Discorso simile per la benzina, il cui costo è leggermente più alto, così come i consumi. Per effettuare 100 chilometri serviranno, in questo caso, più di 14 euro.

E il GPL? Possono bastare poco più di 6 euro per la stessa distanza. Attualmente il costo del GPL è infatti di poco superiore a 0,60 euro a litro, e nel servono in media 10 per coprire 100 chilometri. Tra questi tre tipi di alimentazione, quindi, al momento non c’è gara.

Restano più economici del GPL, almeno sulla carta, solo il metano (anche se il prezzo di quest’ultimo è schizzato alle stelle negli ultimi anni, superando gli 1,300 euro a kg) e l’elettrico, il cui prezzo è però ampiamente aleatorio e che può variare a seconda della tariffa di cui si gode, senza considerare i limiti ancora legati a questo tipo di alimentazione per quanto riguarda i viaggi sulle lunghe distanze.

Gestione cookie