Assicurazione auto, l’ennesima stangata costerà tantissimi soldi: ve ne accorgerete al prossimo rinnovo

L’Assicurazione RCA è un obbligo per tutti gli automobilisti. L’ultima novità non è certamente delle più favorevoli

Non è certo un periodo favorevole per gli automobilisti, costretti a fronteggiare una serie di rincari che coinvolge, praticamente, tutti gli ambiti inerenti il possesso di un veicolo.

Assicurazione auto ennesima stangata
Assicurazione Auto, rincari costanti per tutti – Fuoristrada.it

Le oscillazioni continue dei prezzi dei carburanti, troppo spesso al rialzo, sono ormai una situazione ben nota. Aumenti continui anche per quanto riguarda i pezzi di ricambio con conseguenti spese ingenti quando si è costretti a recarsi in un’officina. Stessa situazione per le assicurazioni.

Come saprete tutti, l’RCA è un obbligo per tutte le auto circolanti. Una spesa fissa, la cui entità cambia in base alle caratteristiche del veicolo stesso e all’area geografica in cui viene stipulata. Stando a una recente rilevazione dell’IVASS, nei primi mesi del 2024, si è registrato un aumento del 7,5% del prezzo medio di una polizza RCA.

Un incremento dovuto a vari fattori tra cui una maggiore incidentalità, il citato aumento dei pezzi di ricambio e il persistere di una cospicua evasione dall’obbligo assicurativo. Una vera e propria piaga quest’ultima, al punto che l’Ania (l’associazione delle compagnie assicurative) ha stimato – lo scorso dicembre – in 3 milioni il numero di veicoli sprovvisti di RCA circolanti in Italia.

Assicurazione Auto, nuovi aumenti per chi sottoscrive questa opzione

L’assicurazione auto, oltre alla RCA obbligatoria per legge, può prevedere anche l’aggiunta di ulteriori opzioni a disposizione di chi la sottoscrive. La copertura sugli infortuni del conducente, l’assistenza stradale, la tutela legale in caso di sinistro, sono alcune delle condizioni ulteriori che possiamo aggiungere alla nostra polizza.

Ma non è tutto. Ce n’è un’altra che viene sottoscritta in gran numero ovvero quella che copre gli eventuali danni causati al veicolo dai cosiddetti eventi naturali come temporali, grandine, caduta di alberi, alluvioni, frane e trombe d’aria.

Assicurazione Auto nuovi aumenti
La grandine è una delle principale cause di danni per le auto in caso di eventi naturali (Foto Ansa) – Fuoristrada.it

Ebbene – come riporta la Gazzetta dello Sport che cita una statistica dell’Aiped (associazione periti ed estimatori danni) – l’aumentata frequenza delle calamità naturali sul nostro territorio ha portato a un cospicuo aumento di questa polizza accessoria che è passata da un costo medio di 80-100 euro nel 2021 a quello attuale di 150-180.

Di fatto, un raddoppio in tre anni con le compagnie assicurative che aumentano le franchigie (gli importi minimi per ogni che rimangono a carico dell’assicurato) mentre scendono i massimali ovvero le somme massime che possono essere erogate in caso di danno accertato.

Per provare a risparmiare nel caso vogliate sottoscrivere questa polizza, potete affidarvi ai vari comparatori di assicurazioni online che vi permetteranno di scegliere il preventivo più vantaggioso per voi, confrontando le varie offerte proposte. In genere con una polizza completa con varie coperture oltre l’RCA è possibile ottenere uno sconto complessivo che va a incidere sul premio da pagare.

Gestione cookie