Il nuovo suv che arriva dalla Cina è pronto a sbaragliare la concorrenza: un gioiello unico

Ancora problemi per i marchi occidentali che forse dovranno confrontarsi molto presto con un nuovo super suv proveniente dal mercato cinese.  Ne sentirete presto parlare da tutti gli appassionati.

Gli automobilisti esultano perché avranno molte più opportunità di scelta sul mercato, le case automobilistiche un po’ meno perchè non sarà semplice gestire una simile concorrenza: è innegabile che l’arrivo delle case cinesi sul mercato occidentale abbia cambiato tutto mettendo in seria difficoltà case che sono abituate a non avere tutta questa concorrenza economica a dirla tutta.

SUV cinese
In arrivo su tutti i mercati! (Canva) – Fuoristrada.it

La casa di cui parliamo oggi è una vecchia conoscenza per i nostri lettori più attenti e si chiama Byd, secondo alcuni un anagramma che indica la sigla Build Your Dream ovvero Costruisci i tuoi Sogni. Che sia una coincidenza o meno, è evidente che il marchio cinese sta dando davvero vita al sogno di molti automobilisti che vogliono spendere poco ed avere un veicolo come questo.

L’ultimo prodotto della casa verrà distribuito anche in Europa dall’azienda molto presto e si tratta di un ibrido tra un minivan ed un SUV, un veicolo decisamente particolare che ha già fatto parlare molto di se e questo potrebbe essere indice di un grande interesse da parte degli automobilisti europei… il veicolo, completamente elettrico, ha qualche caratteristica molto particolare.

Una “faccia” vistosa! 

Senza dubbio la prima cosa che spicca del Byd Denza D9 è l’enorme mascherina frontale che fa concorrenza a quelle degli autocarri che percorrono ogni giorno le nostre strade. Detto questo il veicolo rientra nella categoria dei minivan con i suoi sette posti a bordo ma si può anche considerare come un SUV per dimensioni, potenza e soprattutto target di clientela a cui punta.

Il nuovo suv cinese Denza D9
Un ibrido perfetto tra minivan e SUV: è la Denza D9 (YouTube) – Fuoristrada.it

“Arriverà anche con la guida a destra per i mercati che lo richiedono. E in Europa!” dice sicuro di se Zhao Changjiang, dirigente del marchio cinese che ha già provato ad espandersi nel continente suscitando molta attenzione. Il mezzo rappresenta uno sforzo notevole per la casa che ha ricevuto anche alcuni aiutini da Mercedes-Benz che ha il 10% delle azioni del progetto nella costruzione.

Dal punto di vista motoristico, il D9 vanta un motore con 166KW di potenza nella batteria a base di litio, ferro e fosfato e circa 600 chilometri di autonomia con una ricarica, moltissimi considerando quanto riesce a fare la concorrenza, sempre ammesso che le cifre siano attendibili. Il prezzo equivalente in Yuan del mezzo è di oltre 53.000 Euro e non è ancora chiaro in quali paese europei arriverà, in ogni caso se ne parla per l’anno prossimo, oramai secondo la stampa.