Caro carburante, torna lo sconto: l’annuncio è straordinario | Gli italiani possono finalmente sorridere

Il caro carburante è un problema che coinvolge il nostro Paese ormai da tempo, diventato ancora più forte a partire dall’inizio del 2023. Fortunatamente, però, sembra esserci uno spiraglio positivo per gli automobilisti.

Ormai da tempo sono tanti gli automobilisti che si lamentano a causa del caro carburante, problema che ha messo in ginocchio tante famiglie, già stremate da aumenti che coinvolgono anche diversi altri settori. Anzi, questa situazione sta avendo un effetto negativo anche sui costi da sostenere per i prodotti che finiscono sulla nostra tavola. A differenza del passato, infatti, il diesel è arrivato a costare più della benzina, ma è proprio con il gasolio che sono alimentati i mezzi che riforniscono i punti vendita.

caro carburante rifornimento
Il caro carburante è ancora una realtà in Italia – Foto | Canva

Il caro carburante è un problema per tante famiglie

Il governo Draghi era stato il primo a comprendere quanto il caro carburante fosse un problema per tante famiglie. L’ex premier è così intervenuto a più riprese con una serie di provvedimenti che hanno tagliato e accise che vengono applicate in fase di rifornimento e che hanno permesso di usufruire di uno sconto pari a circa 30 centesimi.

L’avvento di Giorgia Meloni a Palazzo Chigi ha segnato però un parziale passo indietro. A dicembre, infatti, il vantaggio è stato ridotto a soli 18 centesimi, per poi arrivare all’eliminazione totale con l’inizio del 2023. Le polemiche per questa decisione non sono mancate, soprattutto da parte di chi l’ha ritenuta una mossa che dimostra come non si tengano presenti le difficoltà che stanno vivendo tantissimi connazionali in questo periodo.

Nonostante tutto, c’è stato chi ha provato a giustificare la premier, sottolineando quanto quel provvedimento finisse per favorire anche i “ricchi”, che non hanno certamente bisogno di questa agevolazione. Chi pensava che a questo facesse seguito una nuova misura a sostegno dei contribuenti è rimasto però finora deluso.

Lo sconto è tornato

Fortunatamente la delusione è durata poco. Ora sarà finalmente di nuovo possibile poter usufruire di uno sconto quando si fa rifornimento alla propria vettura. La riduzione sarà pari a 10 centesimi, sia per la benzina sia per il gasolio, consapevoli di come questa sia la misura migliore per combattere contro il caro carburante.

Il provvedimento, però, è bene precisarlo, non è valido su tutta la Penisola, ma solo in Friuli Venezia Giulia fino alla fine di febbraio. Si tratta di una decisione volta a contrastare quello che viene definito il “turismo del pieno”, ovvero il comportamento di quegli automobilisti che vivono al confine e che sono disposti a fare qualche decina di chilometri fuori Italia pur di risparmiare.

distributore caro carburante
Una misura per combattere il caro carburante – Foto | Canva

L’annuncio è arrivato dal Presidente della Regione Massimiliano Fedriga. Lo sconto applicato al massimo delle sue potenzialità fa calare la benzina di 44 centesimi e il gasolio di 37. Confermata poi anche la riduzione di altri 5 centesimi applicato su entrambe i tipi di carburante per le automobili ibride su tutto il territorio.

L’agevolazione verrà applicata ai residenti nei Comuni confinanti che si trovano a meno di dieci chilometri dalla Slovenia. Complessivamente, si parla di 74 Comuni, quelli della provincia di Trieste e del goriziano.