Caro carburante, stangata per gli italiani: i nuovi prezzi sono esagerati

Nuovi rincari del carburante. Prezzi esagerati in tutto il paese, per gli italiani è una nuova durissima stangata

E’ un periodo davvero complicato per gli automobilisti italiani. Non solo dal 1 gennaio i guidatori hanno dovuto subire l’aumento del 2% del casello autostradale, ma la situazione per quanto riguarda il costo di diesel e benzina continua ad essere davvero allarmante. Da mesi ormai in tutto il paese dilagano le proteste sui prezzi davvero incredibili del carburante. Dallo scoppio della folle guerra in Ucraina in poi, con conseguenti giuste sanzioni ai danni della Russia, principale fornitore, il costo del carburante è lievitato in tutto il paese mettendo in ginocchio soprattutto i lavoratori.

incaro benzina 08012023 fuoristrada
Nuovi rincari sul fronte benzina (Fuoristrada.it)

Un intervento statale che mettesse a freno questa preoccupante tendenza è stato richiesto a più riprese. Il Governo Draghi, in parte, era riuscito a portare un po’ di risparmio ai folli rincari riuscendo a tagliare le accise. Con l’arrivo del Governo Meloni, però, buona parte delle risorse per il 2023 sono state stanziate per arginare il rincaro bollette, non continuando così sulla scia del precedente governo e non prevedendo ulteriori aiuti.

Il costo elevato della benzina continua, insomma, a preoccupare. Soprattutto nelle zone più isolate del paese, dove è più difficile arrivare e dove i costi sono ancora più elevati di quelli già alle stelle rilevati nel resto del paese.

Nuovi rincari su benzina e gasolio: la denuncia del Codacons

Prezzi di benzina e gasolio, infatti, da inizio anno per effetto della fine del “tagli” del governo Draghi e le ormai tristemente note vicende geopolitiche continentali, hanno ripreso a salire alle stelle, soprattutto nelle isole. Qui, così come nelle autostrade,  il diesel è addirittura arrivato a costare 2,5 euro al litro. Nei posti più difficile da raggiungere, la situazione è davvero difficile. Nell’Isola di Vulcano, per esempio,  il gasolio costa 2,349 euro al litro in modalità servito, mentre la benzina è arrivata a costare 2,239 euro/litro.

benzina 08012023 fuoristrada
Forti rincari di benzina e gasolio (Fuoristrada.it)

Situazione simile in Sardegna, all’Isola della Maddalena, con 2,087 euro al litro per la benzina e 2,229 euro per il gasolio. Ancora peggio la situazione in autostrada, dove il costo è arrivato a 2,5 euro al litro (2,479 euro) per il gasolio e per la benzina a 2,392 euro/litro.

Una situazione che ha subito allarmato il Codacons che ha provveduto a denunciare la questione dopo avere avuto notizia.

I prezzi dei carburanti, insomma, sarebbero nuovamente fuori controllo. Dopo lo stop al taglio delle accise che era stato previsto dal Governo Draghi ad opera del nuovo legislativo i listini sono tornati ad aumentare in tutto il territorio. Come annunciato dal presidente del Codacons Carlo Rienzi, è stata presentata a 104 procure sparse in tutto il paese e alla Guardia di Finanza un esposto affinché si prenda in esame la situazione dei prezzi di benzina e gasolio e si evitino speculazioni. I rialzi infatti non sembrerebbero, secondo l’autorità, giustificabili con l’andamento delle quote petrolifere.