Terremoto in Formula 1, l’addio é ufficiale: ha lasciato il team

La Formula 1, uno sport spettacolare ma pieno di insidie. Soprattutto per chi opera al suo interno, come vedremo quest’oggi.

Formula 1. Uno sport sensazionale, nel quale emozioni, sorpassi, eventi storici e vere e proprie imprese non mancano mai. Un campionato mondiale, capace di regalare momenti destinati a permanere durante il corso del tempo. Anche in negativo, come testimoniano gli addii di Sebastian vettel e Daniel Ricciardo. Ma i momenti eccellenti, come il ritorno alla vittoria di Charles Leclerc e della Ferrari, il primo successo iridato di carlos Sainz e il primo titolo mondiale conquistato da Max Verstappen, non mancano veramente mai.

F1, non ci sarà più: scelta definitiva 12 dicembre 2022 fuoristrada.it
F1, non ci sarà più: scelta definitiva fuoristrada.it

Poi, come detto, ci sono anche i lati negativi. Lo sanno bene a Maranello, chiamati a dire addio all’ormai ex team principal Mattia Binotto, e adesso lo sa anche una scuderia storica della F1. Parliamo di un team che ha reso grande l’Inghilterra in passato, e che punta allo stesso obiettivo per il futuro, e che nelle ultime ore ha preso decisioni a dir poco drastiche.

Un team iconico: direttamente dalla Gran Bretagna

Gran Bretagna. Un luogo speciale, ricco di cultura e passione. E molto dedito all’automobilismo. Il mercato automotive, nel corso della sua esistenza, ha abbracciato una serie di veicoli spettacolari Made in UK. E anche all’nterno dell’agonismo formato quattro ruote è andata spesso così. Un team che, ad esempio, ha fatto la storia della Formula Uno, è inequivocabilmente la Williams. Azienda con sede a Grove, appartenente alla contea dell’Oxfordshire, è stata fondata nel 1977 da Sir Frank Williams e da Sir Patrick Head.

E’ annoverata come il quarto team per numero di successi assoluti in F1. E vanta, inoltre, un totale di sedici titoli mondiali, dei quali nove costruttori e sette piloti. Nel 2020 è stata venduta al fondo di investimento statunitense Dorilton Capital. Ma storia, passione, successi e blasone non si cancellano con un cambio di proprietario. Tantomeno con la mancanza di risultati sportivi, anche perché la gloriosa Williams sembra puntare eccome ad un ritorno al top. Mettendo in conto, per farlo, di intraprendere scelte a dir poco forti.

Formula 1, la Williams ha deciso: addio al suo team principal

La Williams è davvero un’icona automobilistica, da cima a fondo. Ma anche quest’azienda deve prendere decisioni forti per andare avanti nel miglior modo possibile. Così ha fatto il team britannico, che dopo due anni dall’acquisizione effettuata dal fondo Dorilton Capital dice addio al team principal Jost Capito e al direttore tecnico Xavier Demaison.

Jost Capito non sarà più il team principal della Williams 12 dicembre 2022 fuoristrada.it
Jost Capito non sarà più il team principal della Williams fuoristrada.it

L’ex numero uno del team ha spiegato che per lui “è stato un enorme privilegio guidare la Williams negli ultimi due anni e gettare le basi per trasformare questa squadra. Non vedo l’ora di seguirla nel suo cammino verso in successo in futuro”.

Infine, il presidente di Dorilton Capital, ha aggiunto che ci teneva particolarmente a ringraziare Capito per il lavoro e la dedizione messi nelle ultime due stagioni. Non è ancora noto chi sostituirà l’ex CEO e team principal, ma non ci sono dubbi che sarà una personalità di alto rango. Del resto, per gestire un team del genere c’è bisogno di qualcuno davvero molto speciale.