Il pilota impazzisce e la fa grossa, un guaio per la carriera: “Non possiamo ignorarlo”

Il pilota potrebbe aver mandato in fumo la sua carriera con questo gesto: ecco cosa ha combinato e cosa rischia

Quando sei un pilota professionista, è normale che il tuo istinto sia sempre quello di pigiare sull’acceleratore anche fuori dai paddock e dalla pista, non a caso molti guidatori di rally o Formula Uno guidano potenti supercar anche fuori dal loro lavoro. Quello che ha fatto un pilota però non è passato inosservato alle autorità che lo hanno severamente punito per aver infranto una importante regola.

Formula Canva 01_12_2022 Fuoristrada,it
Dalla pista al commissariato (Fuoristrada.it)

Abituati a correre

Vi siete mai chiesti come facciano persone che per lavoro sfrecciano ad oltre 200 chilometri orari su un circuito o sullo sterrato ad abituarsi alla guida “normale” una volta tornati alla vita di tutti i giorni? Semplicemente, molti di loro non lo fanno. Comprare una supercar come una Ferrari o una Lamborghini è un ottimo modo per non perdere l’allenamento anche fuori dai box per un pilota di qualsiasi tipo, specie se questo corre nella massima serie.

Del resto, un pilota professionista è anche uno dei pochi sportivi a potersi permettere di guidare un’auto simile senza rischiare di fare danni data la sua indubbia preparazione nel condurre auto molto veloci. L’unico problema è che in città, ovviamente, non si può spingere una sportiva del genere al massimo pena, multe, sanzioni e via dicendo. Eppure qualcuno ci prova lo stesso.

Autovelox Web Source 01/12/2022 Fuoristrada.it
E l’Autovelox è sempre in agguato (Fuoristrada.it)

Una giovane promessa

Il protagonista dell’ultima brutta storia di cui parlano ormai tutti sui social è il pilota Amaury Cordeel, originario del Belgio e partito dalla Formula 4 da cui ha effettuato una clamorosa scalata negli ultimi anni: il ragazzo, classe 2000, si trova attualmente in Formula 2 dove ha concluso un’annata discreta con il prestigioso team olandese Van Amersfoort che tra gli altri ha lanciato nella massima serie Max Verstappen e Charles Leclerc, due piloti ancora in attività.

Ovviamente la speranza di Cordeel è proprio di approdare in Formula Uno: il ragazzo ha la stoffa per farlo e si stava preparando ad una nuova stagione in Formula 2 dopo quella scorsa che dopo un inizio incerto lo ha visto conquistare qualche arrivo in zona punti: il team che ha assunto il belga per la stagione in arrivo è la squadra Virtuosi che però potrebbe essere in procinto di cambiare idea…

Ha davvero esagerato

La polizia belga infatti ha “pescato” il 20enne a commettere una gravissima infrazione che viene presa molto seriamente sulle strade extraurbane di Bruxelles e tra l’altro, proprio per colpa del pilota che ha pubblicato il video della bravata sul suo profilo TikTok da cui ovviamente il contenuto è stato prontamente rimosso. Cosa ha fatto di strano Cordeel per meritarsi una convocazione in tribunale? Presto detto.

Pilota Web Source 01_12_2022 Fuoristrada
Il pilota è ora nei guai (Fuoristrada.it)

In più occasioni Cordeel avrebbe spinto la sua Audi, presumibilmente una R8 a giudicare dai limiti che ha infranto, a velocità folle sulle strade del comune belga. L’ultimo episodio, quello finito sui social network, ha visto l’auto spinta a ben 180 chilometri orari su una strada in cui il limite era di appena 50 chilometri orari! Inutile dire che i Vigili locali benché l’episodio risalga ormai a due anni fa non ci hanno riflettuto tanto prima di consegnare al pilota una maxi multa da ben 3.600 Euro!

Adesso però il ragazzo rischia ben altro ad esempio la sua carriera di pilota. E’ stato il dirigente del campionato di Formula 2 a dare la brutta notizia a Cordeel specificando con poche lapidarie parole che la FIA non lascerà correre quello che è accaduto: “Questo episodio sarà oggetto di discussione nelle sedi appropriate, non può essere ignorato di certo”, ha detto Bruno Michel in persona. Una ragazzata potrebbe costare ad un promettente pilota molto, molto caro. Siete d’accordo?