Ferrari, Elkann rivoluziona tutto: ecco da chi ripartirà la rinascita

Una stagione che, in alcuni momenti, è stata un vero e proprio calvario. Ecco la strategia del Cavallino Rampante per tornare grande.

Una stagione deludente. Un vero peccato, anche perché il mondiale non era iniziato affatto male per la Ferrari. I tifosi speravano davvero che la Rossa di Maranello potesse tornare, finalmente, a vincere. Ma le buone prove di inizio anno si sono rivelate ben presto un fuoco di paglia. E, allora, urge cambiare.

Il resto della stagione, infatti, è stato stradominato dalla Red Bull e, in particolare, dall’olandese Max Verstappen, che, alla fine, si è imposto senza troppi patemi. Charles Leclerc, come detto, aveva iniziato bene e lasciato ben sperare. Ma, alla fine, ha solo potuto limitare i danni con qualche ottima gara. Troppo distante, però, il gap con gli avversari.

John Elkann, il presidente della Ferrari pronto a cambiare molte cose 10 dicembre 2022 fuoristrada.it
John Elkann, il presidente della Ferrari pronto a cambiare molte cose fuoristrada.it

Un’annata che, in alcuni momenti, è stata un vero e proprio calvario. Con continui guasti alla monoposto, problemi alle gomme e soprattutto strategie sbagliate; in certi frangenti davvero inspiegabili. Eventi che hanno gettato nello sconforto anche lo stesso Leclerc, che in più occasioni si è lasciato andare a sfoghi di frustrazione.

Un Mondiale piloti che manca a Maranello dal 2007 quando fu Kimi Raikkonen a coronare una incredibile rimonta. Ma questo, per una scuderia vincente come la Ferrari, è inammissibile. E così, i vertici della casa automobilistica di Maranello sanno e hanno capito che si deve cambiare radicalmente. Ecco, quindi, la nuova linea.

Ferrari, cambia tutto

A pagare per tutti è il team principal, Mattia Binotto, indicato da molti come uno dei principali responsabili, non solo degli insuccessi, ma anche delle strategie cervellotiche e degli errori grossolani di cui abbiamo appena fatto menzione. A lui, la Ferrari ha dato il benservito, accreditando così i rumors che si rincorrevano già da diverse settimane. Da quando, cioè, era certa la vittoria di Verstappen e della Red Bull.

E gli stessi rumors che avevano già da tempo segnato il destino di Binotto adesso mettono in pole position Frédéric Vasseur, ingegnere francese, 54 anni, come successore. E’ lui l’uomo che la Ferrari vorrebbe per lanciare effettivamente una sfida vera alla Red Bull e alle Mercedes per la prossima stagione. Lo confermano i media di diversi Paesi europei: dall’Olanda alla Germania.

Frederic Vasseur (Ansa) 9.12.2022 fuoristrada
Frederic Vasseur (Ansa)

A rendere credibili queste indiscrezioni, il rapporto stretto tra Vasseur e Leclerc. L’ultima esperienza di Vasseur è quella di Managing Director & CEO d Team Principal della Sauber (Alfa Romeo Racing ORLEN fino al campionato 2022 e con Audi dal 2023). Ha vinto un po’ ovunque, a cominciare dalla F3. A lui si deve la scoperta di importanti piloti: non solo Leclerc, ma, ancor prima, lo stesso Raikkonen e Valtteri Bottas. Ora, per il manager arrivato in F1 nel 2006 i tifosi della Ferrari sperano possa essere arrivato il momento di vincere in rosso.