Ferrari, che attacco a Charles Leclerc: “Non vale ancora”

La Ferrari e Charles Leclerc hanno avuto una stagione molto complicata, ormai conclusa. Ma non tutti sono convinti del pilota monegasco.

La Formula Uno, anche quest’anno, ha incoronato Max Verstappen come suo campione assoluto. Niente da fare per Charles Leclerc e la Ferrari, con quest’ultima che ha dovuto arrendersi pure alla Red Bull, arrivata al suo quinto alloro iridato fra i

costruttori. Una rincorsa più semplice – se tale può essere definita una doppia conquista mondiale – rispetto alla scorsa stagione, nella quale Verstappen riuscì a trionfare soltanto all’ultimo giro del round finale di Abu Dhabi.

leclerc verstappen
Charles Leclerc e Max Verstappen (Fuoristrada.it)

Quest’anno la matematica ha dato ragione al fuoriclasse olandese già a Suzuka. Ferrari e Leclerc tenteranno però di riportare a Maranello un titolo che manca ormai dal 2007, quello piloti, e 2008, quello costruttori, nel 2023. Mentre tutti attendono il tanto atteso prossimo anno, ecco che arriva un commento relativo proprio a Leclerc e Verstappen da un grande ex uomo Ferrari.

Cosa differenzia Leclerc e Verstappen

E’ un po’ la domanda del momento in ambito Formula Uno. Come in passato lo è stata per altri straordinari protagonisti che si sono sfidati, adesso tocca proprio a Charles Leclerc e Max Verstappen. Cosa differenzia, allora, i fuoriclasse di Ferrari e Red Bull? Entrambi hanno certamente infinita classe al volante, ma qualità ben distinte. Il primo, pare avere un’affinità molto particolare per quanto permane il giro secco.

Per il secondo, invece, non vale la stessa cosa. In gara, al contrario, è come se Verstappen si trasformasse. Lo dicono i dati, e anche la sua notevole qualità di gestione durante la corsa. Tutti e due sono invece piloti estremamente aggressivi, capaci di effettuare sorpassi splendidi e rendersi protagonisti di difese da brividi.

E poi ci sono le caratteristiche diverse legate all’atteggiamento con il team di appartenenza; Verstappen, in più occasioni, ha dato prova di pensare prevalentemente a sé stesso in pista. Lo abbiamo visto al GP di Interlagos di quest’anno, nel quale si è rifiutato di lasciare la posizione al compagno di squadra Sergio Perez, in piena lotta con Charles Leclerc per la seconda posizione nel mondiale. Di contro, il monegasco appare meno “affamato” rispetto al rivale coetaneo, che non sembra risparmiare veramente niente a nessuno.

Ferrari, arriva l’ammissione di un grande ex: riguarda Leclerc e Verstappen

Ad ogni modo e al di là di come la si possa pensare, entrambi rappresentano il meglio che la Formula Uno possa averci regalato di recente. Decretare il migliore non è cosa facile, anzi, tuttavia qualcuno ci ha provato lo stesso. In tal senso, ci riferiamo a Luigi Mazzola, ex ingegnere Ferrari che a lungo aveva lavorato a Maranello.

Secondo Luigi Mazzola, Leclerc non è ancora al livello di Verstappen 11 dicembre 2022 fuoristrada.it
Secondo Luigi Mazzola, Leclerc non è ancora al livello di Verstappen fuoristrada.it

E ottenendo pure ottimi risultati. Ai microfoni di quotidiano.net, l’ex dipendente della rossa ha detto la sua; prima sul rapporto fra Carlos Sainz e lo stesso Leclerc, spiegando che per lui non vanno stabilite gerarchie ai nastri di partenza: “Sono fondamentali entrambi per la Ferrari. E come tali, vanno motivati senza creare gerarchie fin da subito. Poi la pista ci dirà chi sarà l’uomo sul quale puntare”.

Infine, Mazzola ha approfondito il confronto Verstappen – Leclerc, con il numero 16 ferrarista che non ha ancora sviluppato le caratteristiche necessarie per essere quantomeno allo stesso livello del due volte campione del mondo della Red Bull: “Verstappen è più completo di Leclerc. Come personalità in gara, il monegasco non vale ancora Verstappen”.

Gestione cookie