Baby shower in auto, il gesto del padre è da non credere: sanzione pesantissima – Video

Non tutti i modi di festeggiare sono leciti, come quello di fare del burnout in strada con la propria auto. Un padre è stato multato.

L’euforia per una buona notizia può portare, spesso, a creare degli errori. Che siano o meno prevedibili, avvengono di continuo, specie se ci si trovasse in strada. In quest’ultimo caso, ogni minimo sbaglio può essere punito con delle sanzioni. L’attenzione da parte dei vigili della stradale è sempre massima, meglio evitare, quindi, e sfogarsi in altri modi.

burnout auto
Burnout con l’auto (Fuoristrada.it)

Non è stato di tale idea un papà, che è stato beccato a fare del burnout con la propria auto. Il motivo per cui l’ha fatto è di quelli da non credere. Di solito, ultimamente, si usa festeggiare con amici e parenti per la scoperta del sesso di un nascituro. Lui ha deciso di farlo con il fumo provocato dalle ruote, ma non gli è andata affatto bene.

Il burnout andato male

Quello che ha fatto il papà sopracitato può essere una goliardata simpatica, ma non è permessa dalla legge. Inoltre, dipende sempre in che zona lo si faccia, dato che in alcune si può creare un vero e proprio caos nel traffico. Un video sul web mostra le immagini di ciò che è accaduto. Sono da non perdere, dato che non succede tutti i giorni un fatto del genere.

Questo papà a bordo della sua  Holden Commodore di colore rosso ha commesso l’errore che gli è costato caro. La polizia ci è andata giù pesante, dato che non ha ricevuto solamente una multa. Lui si è cimentato in drift e burnout con la propria auto senza pensare a ciò a cui andava incontro. A intervenire sono stati anche alcuni personaggi delle istituzioni, che hanno preso la goliardata molto seriamente.

La sanzione per il burnout

Nessuno immaginerebbe mai quello a cui è andato incontro il papà che voleva solo mostrare ad amici e parenti il sesso della prole. Alla fine, comunque, si è rivelato maschio, dato che il fumo uscito dalla macchina era di colore blue.  Ma per un futuro figlio ci penserà due volte il proprietario della Holden.

In effetti, i vigili che hanno preso in carico il suo caso, lo hanno arrestato e gli hanno revocato la patente per ben 4 anni. A parlare del caso sono stati il Ministro della polizia e quello dei vigili del fuoco australiani. Il fatto, infatti, è avvenuto proprio lì e i due hanno avvisato in maniera univoca: “se rovini le nostre strade, noi distruggiamo la tua auto”. Effettivamente, è stata fatta a pezzi perché donata ai Vigili del fuoco per un’esercitazione.