Il mega yacht italiano che costa più di Lukaku: cifre folli, ma il lusso è sfrenato – Video

Romelu Lukaku vale meno….di uno yacht? Il mega investimento dell’azienda italiana è all’insegna del lusso più sfrenato: ecco di cosa si tratta

Un calciatore o…uno yacht? Ormai da tempo viene sottolineato come le cifre che circolano nel mondo del pallone siano davvero incredibili. Contratti milionari, stipendi folli…insomma, il calcio è sempre più un’industria. Basti pensare al caso di Romelu Lukaku. L’attaccante belga, uomo scudetto dell’Inter di Antonio Conte, è stato acquistato per oltre 100 milioni dal Chelsea, salvo poi, dopo un’annata buia a Londra e una forte nostalgia di Milano, tornare in nerazzurro in prestito oneroso fissato a circa 10 milioni.

lukaku
Lo Yacht che costa più di Lukaku (Fuoristrada.it)

Cifre davvero importanti, soprattutto considerando la stagione complicata sin qui vissuta dal belga, falcidiato dagli infortuni. Eppure, si può ironizzare guardandosi intorno e notare come il costo di Lukaku non sia poi così elevato. Il prestito del belga costa meno….di uno yacht!

No, non si tratta di un modo di dire: è davvero così. L’eccellenza si paga, nel mondo del calcio come negli altri settori. Il colosso nautico Gruppo Azimut-Benetti ha lanciato sul mercato un prodotto che è la dimostrazione di questo.

Lukaku vale meno….di uno yacht! Il gioiello del gruppo Azimut-Benetti

Il Gruppo Azimut-Benetti non è certo nuovo a imbarcazioni di enorme lusso. Si tratta di una società rinomata proprio per via dei suoi esclusivi Yacht. Allo scorso Cannes Yachting Festival, importante manifestazione del settore, l’azienda ha presentato l’Azimut Grande 36M.

L’imbarcazione a motore è lunga appunto 36 metri, ricca di confort e con le tecnologie più all’avanguardia che il gruppo italiano ha a disposizione. Il layout è davvero innovativo, in quanto consente all’armatore di “personalizzare” i vari spazi presenti nei quattro piani dell’imbarcazione come meglio si allinea con le proprie esigenze.

Al progetto dello yacht hanno lavorato due eccellenze del settore: gli interni sono stati progettati da Achille Salvagni, che ha scelto look ed eleganza per dare identità agli ampi locali, mentre Alberto Mancini ha lavorato agli esterni, dove invece hanno prevalso modernità, geometrie e linee semplici.

Passando al dettaglio degli interni, lo yacht ospita cinque cabine per gli ospiti, alle quali si aggiungono due cabine per l’equipaggio. All’esterno, è stata progettata una speciale passerella unica che consente di spostarsi da poppa a prua della nave. Il ponte posteriore può poi essere trasformato in un grande ambiente dove è possibile anche mangiare. Anche a prua è a disposizione una grandissima area dove rilassarsi, prendere il sole e sedersi facendosi cullare dalle onde.

Anche nel comparto tecnico l’azienda non ha badato a risparmi e ha provato a presentare un modello più sostenibile possibile. Il Grande 36M è un yacht a bassa emissione. Grazie alla particolare carena ad alta efficienza alle parti in fibra di carbonio di cui è dotato, il peso dell’infrastruttura viene reso più leggero. In questo modo anche le emissioni di CO2 risultano ridotte (altre imbarcazioni dello stesso peso presentano tra il 15 e il 30% in più delle emissioni).

Lo yacht è sostenuto da 4 motori, 2MTU da 2.200 cv e due da 2.400 cv. Può raggiungere una velocità massima di 24 nodi, corrispondenti a circa 44 km/h. Insomma, si tratta di un vero gioiello. Ovviamente, lo yacht ha un prezzo davvero astronomico: circa 14 milioni di euro. Con buona pace di Lukaku, che questa volta deve “accontentarsi” di valere qualche milione in meno.