Autovelox, se la multa è così va annullata: quando bisogna fare ricorso

L’Autovelox serve a rivelare e sanzionare chi supera i limiti di velocità. In alcuni casi però le multe possono essere annullate: ecco quando.

La maggior parte degli incidenti stradali è causata dal mancato rispetto delle regole del Codice della Strada e in particolare dell’alta velocità alla quale troppo spesso i veicoli viaggiano. Sono tanti gli incoscienti che viaggiano superando i limiti imposti dalla legge, creando potenziali situazioni di pericolo.

autovelox
Autovelox (Fuoristrada)

Per costringere gli autisti a tenere sotto controllo il piede sull’acceleratore e a rallentare la propria velocità ci si affida sempre più spesso agli autovelox, dispositivi che segnalano e permettono di sanzionare coloro che viaggiano su limiti superiori a quelli concessi dalla legge. Ne sono stati predisposti davvero tantissimi, in Italia circa 8.000 dispositivi di tipo convenzionale e 611 tutor, un grande numero se messo in relazione con la rete stradale.

Questi dispositivi, però, devono essere da regolamento attentamente segnalati preventivamente con la segnaletica stradale. Questo per evitare frenate improvvise e eventuali tamponamenti a causa degli autovelox. I cartelli stradali per indicare l’autovelox devono quindi essere messi ad una distanza tale da consentire un rallentamento graduale e non brusco, e non si possono trovare a più di quattro chilometri dalla postazione. L’apparecchiatura deve poi essere ovviamente omologata e tarata. In caso poi di apparati mobili, è importante che siano presenti le pattuglie per gestire il tutto.

Autovelox, ecco quanto rischi di sanzione, ma in alcuni casi possono essere eliminate

Grazie all’autovelox, sono molte le vetture che vengono sanzionate per limite di velocità. Le sanzioni amministrative variano a seconda di quando si supera il limite. In caso il limite non venga superato di oltre 10 km/h le sanzioni vanno da 41 a 168 euro.  Quando il limite è superiore ai 10 km/h ma non va oltre 40 km/h la sanzione va da 168 a 674 euro. Chi ha superato il limite per una cifra che va dai 40 ai 60 km/h avrà una sanzione che va da 527 a 2.108 euro. Infine, se il limite è superato di oltre 60 km/h la sanzione va da 821 a 3.287 euro. In caso di violazione nelle ore notturne, a queste sanzioni economiche sono da aggiungere i punti sottratti dalla patente.

autovelox 30112022 fuoristrada
Autovelox (Fuoristrada.it)

E’ possibile però richiedere l’annullamento della multa in caso di alcune situazioni. Tra i motivi per il quale è possibile evitare di pagare la sanzione c’è la mancata omologazione dell’apparecchio, anche se tutt’ora si attendono chiarimenti se vi sia o meno corrispondenza tra omologazione e approvazione, ovvero se gli autovelox in commercio siano idonei di base oppure necessitino di una ulteriore “omologazione”. Si può chiedere la contestazione della multa se l’autovelox non ha rispettato le regole di obbligo di segnalazione dell’apparato.

E se le postazioni non sono ben visibili e “anticipate” da cartelli o dispositivi luminosi. Possono essere impugnate poi le multe emesse grazie ad autovelox sistemati in vetture civili o senza colori istituzionali. Terzo e ultimo motivo che può portare all’annullamento della sanzione, è qualora la multa non fosse emessa sul momento e non venisse recapitata con le giuste modalità e tempistiche. Il verbale deve essere recapitato entro 90 giorni tramite raccomandata e pec per potere considerare la sanzione valida. Attenzione, quindi, quando prendete una multa per l’autovelox: potreste avere diritto alla sua cancellazione.